13.9 C
Belluno
martedì, Aprile 20, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli La scherma storica rivive con la Sala d'Arme Walpurgis a Belluno

La scherma storica rivive con la Sala d’Arme Walpurgis a Belluno

spade-leggeraE al fin della licenza… io tocco! Nulla a che vedere però con la scherma agonistica l’attività della Sala d’arme Walpurgis di Belluno, presente sabato e domenica a Sport in Piazza con un suo stand. Piuttosto studio della scherma antica, storica e tradizionale e pratica sportiva intesa come arte marziale. La Sala d’arme Walpurgis di Belluno, affiliata Fisas (Federazione Italiana Scherma Antica e Storica), fondata nel 2005, raccoglie una dozzina di appassionati schermidori-organizzatori (ma i simpatizzanti e gli allievi sono molti di più) e partecipa ai numerosi meeting internazionali che studiano e promuovono questa pratica che si propone di far conoscere e ridare lustro alla tradizione spadaccina. Il nuovo anno accademico è iniziato infatti ai primi di settembre e prevede due appuntamenti settimanali (martedì e venerdì alle 21). L’invito di questi moderni eroi di cappa e spada è quello di avvicinarsi all’associazione effettuando in questi due giorni una visita alla loro sede alla palestra della scuola media Ricci (vicino alla stazione FS di Belluno) “per conoscere meglio la disciplina che pratichiamo, avere tutte le informazioni necessarie e perché no, magari provare da subito questa interessantissima arte marziale che si svolge con armi innocue”. Si tratta soprattutto di una scuola di stile, con uno studio completo sulle 4 armi: spada a due mani, spada da lato, spada a striscia e sciabola da terreno. E sull’onda dell’entusiasmo è nata l’anno scorso la Sala degli schermidori anche a Cesio, nel Feltrino. Il corpo istruttori, formatosi in Accademia Fisas, è composto dal Maestro d’arme Claudio De Lazzer (responsabile di sala) e dall’istruttore Davide Rovelli (prevosto). Gli altri affiliati sono Erik Rinaldi, Francesca Borrelli, Giovanni Fontanella, Jacopo Benvegnù, Luca Nesta, Mattia Peterle, Marzio De Biasio, Michela Bergamo, Nivan Hipolito e Yuri Rinaldi. Belluno, tra l’altro, ha una grande tradizione in tema di spade, come spiega l’esperto d’armi Gianrodolfo Rotasso: “Lungo il corso del torrente ardo, a nord-est di Belluno, nelle località di Busighel e Fisterre, da notizie riportate da storici del XVI secolo, venivano prodotte -fin 25 mille spade all’anno d’ogni sorte- mentre da un documento del del 1578 sappiamo che alcuni gentiluomini inglesi siglarono un contratto con gli armaioli di Belluno per la fornitura di ben 600 spade al mese per un periodo di 10 anni. Questo fu dovuto grazie all’ottimo ferro che si estraeva dalle miniere delle vallate dell’Agordino e dello Zoldano”. La ASD Federazione Italiana Scherma Antica e Storica opera in Italia dal 1995 ed è la prima Federazione indipendente di associazioni su base nazionale mai fondata al mondo per lo studio della scherma tradizionale (antica, storica e classica) e l’unica ad aver sviluppato un completo sistema didattico e di pratica, definendo degli standard a cui oggi si ispirano molte altre associazioni in Italia e all’estero. Per informazioni telefonare al 348 0530944; mail: gclaudiokajo@gmail.com. Sito web: www.walpurgis.it; pagina fb: Sala d’Arme Walpurgis.

Share
- Advertisment -

Popolari

Campagna vaccinale Ulss Dolomiti: vaccinati il 92% degli ultraottantenni in Provincia

Belluno, 19 aprile 2021 - Si è conclusa nel pomeriggio l'ultima giornata di accesso libero per gli over 80 a Tai di Cadore, con...

Sopralluogo alla frana di Valle di Cadore. Bortoluzzi: «Studiamo la situazione geologica per ipotizzare gli interventi più funzionali»

I tecnici incaricati dalla Provincia di Belluno hanno effettuato una serie di sopralluoghi a Valle di Cadore, lungo il versante sotto l'abitato di Costa...

Karrycar, il primo servizio on line per il trasporto auto in tutta Italia realizzato dalla startup bellunese Droop srl.

Belluno, 19 aprile 2021 - Spedire o ritirare un’auto da un punto all’altro dell’Italia non è mai stato così facile, veloce e conveniente. E’...

Superbonus 110%. Veneto in testa per numero di pratiche

Secondo i dati ENEA, nel Nordest, i crediti ceduti sono pari a 128 milioni di euro e il Veneto con 853 interventi asseverati è...
Share