13.9 C
Belluno
domenica, Aprile 18, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Importante convegno sul tema del trauma grave sabato 24 settembre al Centro...

Importante convegno sul tema del trauma grave sabato 24 settembre al Centro Giovanni XXIII a Belluno

L’Ulss 1 organizza un importante convegno sul tema del trauma grave sabato 24 settembre al Centro Giovanni XXIII a Belluno (inizo lavori 8.30). L’iniziativa coinvolge i centri Spoke e i centri Hub di diverse città italiane. Il convegno è aperto a tutti, ma è rivolto in modo particolare alle figure sanitarie (medici e infermieri) coinvolte: il personale dell’emergenza e del pronto soccorso, radiologia, chirurgia, ortopedia, anestesia e rianimazione. “Il trauma severo è gravato da alta mortalità e alto grado di disabilità che spesso riguarda persone giovani. Il miglioramento del risultato è legato a una gestione corretta e coordinata che inizia al momento del recupero del traumatizzato sulla strada al completamento del percorso terapeutico”, spiegano Daniele Poole e Davide Mazzon dell’ Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale S. Martino di Belluno. La gestione del trauma in una specifica sede ospedaliera richiede un lavoro coordinato fra figure sanitarie differenti: “Ma questo livello di coordinamento non basta. Il trattamento adeguato di un traumatizzato grave richiede in molti casi la centralizzazione da un centro periferico (spoke, ndr) ad uno di riferimento (hub) dove possono essere condotti interventi più avanzati”. Il trattamento del paziente viene così a essere suddiviso a diversi livelli: “Quello del centro spoke in termini di trattamento iniziale, inquadramento diagnostico e indicazione alla centralizzazione non riveste ruolo meno importante di quello del centro hub”, precisano i due medici, “il nostro convegno si focalizza per questo sulle due forme principali di trauma che richiedono interdisciplinarietà fra centri, il trauma grave del bacino e del cranio. L’intento è di individuare gli aspetti critici clinici e organizzativi che esistono nella gestione di questi traumi, individuando i diversi ruoli dei centri spoke e hub, gettando le basi per la realizzazione di percorsi diagnostico-terapeutico-assistenziali condivisi per l’ottimizzazione delle cure e il miglioramento degli esiti”. I relatori e i moderatori della giornata (una ventina) provengono da diversi centri ospedalieri di Treviso, Milano, Bologna, Bergamo e dall’Area Sistema 118 regionale veneto. La partecipazione al convegno è gratuita, ma è comunque obbligatoria l’iscrizione perché il convegno è riservato a un numero limitato di partecipanti, in relazione alla capacità recettiva della sede congressuale (circa 200 posti). Al termine del convegno sarà fornito un attestato di partecipazione. L’iscrizione dovrà essere effettuata via mail a: ufficio.formazione@ulss.belluno.it.

Share
- Advertisment -

Popolari

Accordo Confartigianato-Feinar-Volksbank per il Superbonus 110%. D’Incà: «Una risposta ai nostri associati e al territorio bellunese

Confartigianato Belluno ha sottoscritto ieri (venerdì 16 aprile) un importante accordo con Feinar e Volksbank per semplificare l'accesso al Superbonus 110%. La convenzione prevede...

Sopralluogo al lago di Centro Cadore. La Provincia studia un intervento di pulizia simile a quello avviato a Santa Croce. Bortoluzzi: «Fondamentale per la...

La Provincia di Belluno sta studiando un intervento di pulizia del lago di Centro Cadore, simile a quello avviato qualche settimana fa a Santa...

Restaurate tre cornici dell’Ottocento del patrimonio artistico del San Martino, grazie al Centro Consorzi di Sedico

Belluno, 16 aprile 2021 - Sono state riportate al loro splendore tre cornici storiche, che racchiudono dipinti dell’ottocento del patrimonio artistico dell'ospedale "San Martino"...

La storia di 4 partigiane. Berton (Confindustria): “Donne e libertà, esempi per non dimenticare”

Una iniziativa di Confindustria Belluno e Isbrec a 76 anni dalla Liberazione. Lunedì 19 aprile la presentazione del libro "La casa in montagna" con...
Share