13.9 C
Belluno
mercoledì, Novembre 25, 2020
Home Cronaca/Politica Frana Acquabona. La replica di De Menech: "Dal governo 140 milioni di...

Frana Acquabona. La replica di De Menech: “Dal governo 140 milioni di euro, quanti dalla Regione? Competenze condivise. Inutile lo scaricabarile di Zaia. I problemi si risolvono solo con la collaborazione”

Roger De Menech, deputato Pd
Roger De Menech, deputato Pd

«Zaia la smetta di sollevare inutili polemiche e faccia il lavoro che è chiamato a svolgere, governare la Regione. Per mettere in sicurezza la statale di Alemagna da Longarone a Cortina, compreso il tratto di Acquabona il governo Renzi ha messo 140 milioni di euro. Quanti ne ha messi la Regione, visto che la competenza sul dissesto è di Venezia e non di Roma?». Il deputato del Partito democratico, Roger De Menech, chiede al presidente veneto di fermare lo «scaricabarile. Con le dichiarazioni non si rivolvono i problemi. Zaia non è un deputato di opposizione, è il governatore della nostra regione, deve agire di conseguenza».

Il problema della frana di Acquabona, ripresentatosi puntualmente oggi, «va affrontato dal governo e dalla Regione insieme, poiché le competenze sono condivise». Durante la presentazione del cronoprogramma delle opere da realizzare per i Mondiali di sci del 2021, ricorda il deputato, i vertici dell’Anas regionale e nazionale sono stati chiari a riguardo: l’intervento va fatto insieme a chi ha le competenze sul territorio, cioè la Regione Veneto.

«Ho riparlato questa mattina con il ministro Delrio», riporta De Menech, «che conferma lo stanziamento di 70 milioni di euro, più l’impegno per altri 70 per mettere in sicurezza il tratto della statale da Longarone a Cortina. Il ministro ha inoltre assicurato l’avvio della fase di progettazione delle opere da realizzare da parte dell’Anas. Resta del tutto oscuro quale sia l’impegno concreto della Regione, in termini economici e operativi, sia per i Mondiali di Cortina, sia per il dissesto idrico e geologico in particolare nell’area delle Dolomiti. Probabilmente, un atteggiamento di collaborazione da parte del presidente del Veneto contribuirebbe a risolvere più velocemente e meglio problemi sedimentati da decenni».

Share
- Advertisment -

Popolari

Appropriazione indebita aggravata e continuata. Denunciato dipendente della Mares Ortofrutta di Sedico

I carabinieri di Sedico, a conclusione delle indagini, hanno denunciato in stato di libertà per appropriazione indebita aggravata e continuata uno dei dipendenti dell'esercizio...

Sabato a Belluno riaprono tutti i mercati

Belluno, 25 novembre 2020 - Il sindaco di Belluno, Jacopo Massaro, ha firmato oggi l'ordinanza che consentirà nella giornata di sabato la riapertura di...

Impianti sciistici. Carraro (Confindustria Veneto) e Berton (Confindustria Belluno): la salute pubblica non si discute, ma non può esserci concorrenza sleale

«Fin dall'inizio della pandemia abbiamo detto che la salute pubblica viene prima di tutto. Lo confermiamo anche in questa occasione. Ma non va dimenticato...

Incendio di un’abitazione a Umin. Attivate le misure di sostegno al nucleo familiare. Aperta una sottoscrizione

A seguito dell’incendio che ha gravemente danneggiato nel tardo pomeriggio di martedì 24 novembre un’abitazione situata nella frazione di Umin, l’Amministrazione ha prontamente attivato...
Share