13.9 C
Belluno
mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Federconsumo Veneto sorride alla notizia del ripristino della linea ferroviaria Calalzo Dobbiaco

Federconsumo Veneto sorride alla notizia del ripristino della linea ferroviaria Calalzo Dobbiaco

confcooperative venetoMarcello Criveller Presidente veneto di Federconsumo Confcooperative applaude alla volontà espressa dal Presidente Luca Zaia che intende ripristinare la linea fondamentale per il piccolo commercio di vicinato e per il ripopolamento della pedemontana veneta.

Una buona notizia per il piccolo commercio del territorio veneto. E’ quella del progetto di ripristino della linea ferroviaria Calalzo Dobbiaco portata avanti da presidente della Regione Veneto Luca Zaia che ne ha sottolineato proprio in questi giorni l’importanza strategica e la volontà di renderla effettiva a breve tempo. Una notizia che non può che rallegrare soprattutto un area come quella pedemontana del bellunese e in particolare il piccolo commercio al dettaglio di queste zone che soffre e non poco la concorrenza della grande distribuzione. Per quanto riguarda il progetto della linea ferroviaria in oggetto si parla addirittura di iter progettuale già in qualche modo avviato. A sorridere e a felicitarsi di questa bella notizia è anche il presidente veneto di Federconsumo Confcooperative Marcello Criveller. “ Si tratta di una buona notizia per più motivi.

Innanzitutto è l’attesa inversione di tendenza rispetto ai flussi automobilistici che intasano le vallate solo in alcune giornate di punta, creando molti più problemi che benefici. Quindi anche per una questione di tutela ambientale che rimane la priorità delle priorità.

In secondo luogo perché il ripristino della linea ferroviaria – ovviamente con le attuali tecnologie – nella direttrice sud nord e nord sud, attraversando le valli bellunesi, può portare ad un recupero della vita di tanti paesini, potendo molte famiglie raggiungere le vallate senza l’uso dell’auto. E se pensiamo ad un costante irreversibile processo di invecchiamento della popolazione la cosa assume una valenza davvero significativa. Favorire ritorno nei paesini di tante famiglie significa ridare vita agli stessi e quindi ossigeno alle piccole attività che negli ultimi anni sono sempre più asfissiate.”E ancora Criveller . “Vogliamo avere la speranza che il prolungamento sia motivo per dare più efficienza, snellezza, servizio nella tratta fino a Calalzo, favorendo anche le tante località che si trovano a sud di Calalzo, compresa l’alta pedemontana trevigiana. E’ essenziale però che la cosa non rimanga nel libro dei sogni e che diventi realtà. L’occasione delle manifestazioni sciistiche invernali a Cortina in programma fra qualche anno è irripetibile. Anche le piccole cooperative di consumo come i piccoli negozi di vicinato potranno ritrovare nuova linfa e proseguire quel servizio che – in alcuni casi quasi eroicamente – hanno fato in questi anni, anche se molti soggetti hanno dovuto o sono stati costretti ad abbandonare.”

Share
- Advertisment -


Popolari

Ultimissime dai carabinieri

I carabinieri di Cencenighe hanno denunciato per detenzione di sostanza stupefacenti due fratelli agordini di 24 e 25 anni. La perquisizione fatta nella giornata...

Confermata l’Ex tempore di scultura in centro Belluno

All’insegna della prudenza, con qualche doverosa rinuncia, lo svolgimento dell’Ex Tempore di Scultura su Legno è confermato. Consorzio e Amministrazione Comunale hanno condiviso l’opportunità di...

Chiuse le elementari di Cortina. Trasferiti 10 ospiti dal Centro servizi di Ponte nelle Alpi. Nuove modalità di accesso ai drive-in

Quattro maestre della scuola primaria "Duca d'Aosta" di Cortina d'Ampezzo sono risultate positive al covid, pertanto il sindaco Gianpietro Ghedina ha pubblicato oggi l'ordinanza...

Ricercato in tutta Europa: arrestato dalla Polizia di Stato nella stazione ferroviaria di Belluno

La Polizia Ferroviaria di Belluno, nel corso dei servizi per la prevenzione e la repressione dei reati in ambito ferroviario, ha arrestato di un...
Share