13.9 C
Belluno
mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Cortinametraggio. Tutte le novità e quello che c'è da sapere sull'11ma edizione...

Cortinametraggio. Tutte le novità e quello che c’è da sapere sull’11ma edizione 2016 dal 14 al 20 marzo

logo cortinametraggio (1)Con l’undicesima edizione ricca di novità, la manifestazione si candida al top delle rassegne di cortometraggi nazionali. Due giorni in più, nel 2016, dal 14 al 20 marzo, una nuova immagine stilizzata di forte presa, ingresso libero al Cinema Eden per proiezioni e eventi, un quartier generale di grande prestigio come il Grand Hotel Savoia, un evento speciale Anna Magnani, una forte presenza Rai, di fatto media partner del Festival, chiusura in grande stile con la premiazione in piazza coinvolgendo la città. Il Festival
talent scout (tra le scoperte, i registi Paolo Genovese, Francesco Munzi, Piero Messina, Giuseppe Marco Albano) prevede per ora la partecipazione di Anna Falchi, Francesco Bruni, Max Croci.
Cortinametraggio si rilancia. La manifestazione cortinese, ormai affermata a livello nazionale, è di
fatto riconosciuta come il maggior evento in termini cinematografici nel settore dei cortometraggi. Non a
caso da più parti è stata definita il Festival talent scout poiché ha contribuito alla valorizzazione di giovani
registi passati dalle proiezioni dei loro corti al Cinema Eden a realizzare film di grande successo. Tra questi
Paolo Genovese (“Immaturi”, “Tutta colpa di Freud”, “Sei mai stata sulla Luna”), Francesco Munzi (“Anime
nere”), Piero Messina (“L’attesa”). Corti comedy, booktrailers, webseries e a sorpresa back stages dietro le
quinte dei corti, di nuovo protagonisti, dunque dal 14 al 20 marzo 2016, con sette giorni di durata, due in
più rispetto al 2015, con proiezioni, incontri, mostre, workshop, omaggi e curiosità, un’opportunità per
vivere il cinema a 360°
La 11ma edizione si svolgerà nella Regina delle Dolomiti, grazie al patrocinio e contributo
della Regione Veneto e del Comune di Cortina e al patrocinio della Provincia di Belluno e di sponsor privati.
Ricca di novità rispetto all’edizione precedente: una nuova immagine stilizzata di grande presa che
mantiene all’interno della pellicola il pesce fossile simbolo cortinese; ingresso libero al cinema Eden per
proiezioni e eventi, un quartier generale di forte prestigio dove saranno anche ospitati artisti e giornalisti, il
Grand Hotel Savoia; un evento speciale Anna Magnani, una forte presenza Rai, di fatto una media
partnership con le quotidiane trasmissioni giornalistiche radiotelevisive e con una prestigiosa proiezione in
occasione del Giubileo, prodotta da Rai Teche; chiusura in grande stile con la premiazione dei vincitori da
parte delle Giurie specializzate in piazza. Si intende così coinvolgere al massimo la città, annuncia
Maddalena Mayneri, ideatrice e coordinatrice appassionata della manifestazione.

COLLABORAZIONI
Già confermate e rafforzate le collaborazioni delle edizioni passate con il Centro Sperimentale di
Cinematografia (CSC), con il Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI) e il Centro
Nazionale del Cortometraggio (CNC)

OSPITI
Ricco sarà anche il carnet di ospiti che affolleranno Cortina in occasione della manifestazione. E
dopo Paolo Genovese, Fabio Troiano, Massimo Cappelli, Antonio Morabito, Max Croci, Margherita Buy,
Antonia Liskova per il 2016 nuovi e giovani talenti. Tra questi è prevista la partecipazione di Anna Falchi,
dello sceneggiatore e regista Francesco Bruni (“Scialla”), del regista Max Croci , vincitore a Cortina per due
corti e a Roma per due Nastri d’Argento e numerosi altri.

GIURIE
La giuria delle sezioni di concorso sarà sempre composta da attori, registi, giornalisti e professionisti
del settore, in quanto Cortinametraggio si dimostra essere sempre un festival di qualità.

LOCATION e PROGRAMMA
In aggiunta al palco del Cinema Eden, dove si svolgono le proiezioni, il Festival si arricchirà di
ulteriori location dedicate a incontri e ritrovi: riconfermata la sede del Grand Hotel Savoia come quartier
generale del Festival e la Sala della Cultura. Le sette giornate di lavoro non saranno dedicate solamente
all’esibizione delle opere in concorso ma saranno un’opportunità di lavoro per tutti gli appassionati ed
esperti.
La manifestazione sarà un’occasione di ritrovo tra tecnici del settore oltre ad un’importante vetrina
per i giovani artisti italiani che cercano di muovere i loro primi passi nel mondo, sempre più difficile, che è
quello del cinema. Le mattinate saranno dedicate ad incontri tra i protagonisti e il pubblico, verranno
organizzati dibattiti, soprattutto per la sezione Booktrailer, dove case editrici, autori di libri e registi
potranno incontrarsi; nei pomeriggi, proiezioni aperte ai tecnici, riunioni tra specialisti e interviste dei
giornalisti con gli ospiti della manifestazione. La sera, invece, la sala cinematografica aprirà le porte al
pubblico che seguirà le proiezioni del Festival e potrà valutare da protagonista, decretando i vincitori del
Premio del Pubblico.
Dopo il successo dello Spazio Gift & Lounge, lanciato nell’edizione 2014, anche quest’anno vi
saranno degli spazi dedicati alle esposizioni e ad incontri enogastronomici, dove gli sponsor del Festival
potranno mettere in mostra i loro prodotti e creare nuove sinergie con il loro pubblico di riferimento. Tra
questi si rileva il premio Lenovo per la Webseries considerata più originale e i premi Rai nelle varie sezioni.
Da segnalare un riconoscimento veramente particolare e di buon auspicio all’interprete più giovane
dell’anno che andrà a Ludovico Girardelli, protagonista assoluto dell’originale film “Il ragazzo invisibile” di
Gabriele Salvatores. Sarà premiato dalla Regione Veneto.
Per il terzo anno, inoltre, la Galleria d’arte Contini di Cortina, punto di riferimento culturale della
città, offrirà agli ospiti di Cortinametraggio la serata di Gala finale coinvolgendo un artista in qualche modo
legato alla Galleria. Ricordiamo che in precedenza gli artisti premiati sono stati Giuseppe Veneziano e
Enrico Ghinato.

EVENTO MAGNANI
Nel 2016 ricorrono i primi 60 anni dalla vittoria del Premio Oscar di Anna Magnani. Ancora oggi, il
primo ed unico Oscar ad un attore italiano per un film girato ad Hollywood in lingua inglese. Per l’occasione,
uscirà una biografia di Anna Magnani completamente aggiornata e con nuovi spunti sia per quanto
concerne la sua attività artistica che la sua vita di donna, scritta da Matteo Persico, studioso del cinema
italiano, che negli ultimi otto anni si è occupato assiduamente della valorizzazione della figura dell’attrice.
Nel 2007 realizza il documentario Nannarella 100. Nel 2010 crea l’Associazione Amici di Anna Magnani,
coinvolgendo nomi della cultura e dello spettacolo internazionale, da Franco Zeffirelli a Helen Mirren.
Organizza il Premio “Anna Magnani” svoltosi in due occasioni: nel 2012 (premiati Franca Valeri e Franco
Zeffirelli) e nel 2014 (premiati Paola Cortellesi e Giovanna Ralli).
Anna Magnani – Biografia di una donna
26 settembre 1973. La storia inizia con la morte di Anna Magnani e con la folla assiepata davanti
alla clinica nella quale è morta. I ricordi di chi l’ha conosciuta si susseguono, mentre ai suoi funerali tutta
Roma si riversa bloccando il centro della città. L’immagine è toccante, qualcuno piange, molti battono le
mani, c’è perfino chi invoca la sua beatificazione. Eppure veniva descritta come una persona con un forte
caratteraccio. “Chi era Anna Magnani?”. Si avrà la sensazione di assistere ad un vero e proprio “incontro”,
ricostruito attenendosi a fatti e dichiarazioni documentate.
Saranno le sue parole ad introdurre ogni fase della sua vita e a darne, ove e possibile, dei giudizi.
Dalla storia della sua famiglia materna all’infanzia; dai primi passi sul palcoscenico alle prime esperienza
significative; dal cinema al premio Oscar; dall’amore per i suoi uomini al rapporto con il figlio.

EVENTI COLLATERALI
Progetto Giovani
Il programma prevede l’organizzazione di workshop, convegni ed incontri professionali.
L’Associazione Cortinametraggio ha deciso che quest’anno il suo obiettivo non si concentrerà solamente
nelle giornate della manifestazione ma, corsi di tecniche cinematografiche e convegni si svolgeranno anche
nei mesi antecedenti. Da quest’edizione nasce anche la Giuria Noi di Cortina Juniores composta dagli
studenti dell’ Istituto Scolastico Polo Val Boite e alcune scuole secondarie della provincia di Belluno
Progetto Unitre
In collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia, la scuola italiana di cinema per
eccellenza, si sta lavorando su workshop e convegni da attuare in collaborazione con l’Università della Terza
Età. Questi saranno proposti nei mesi antecedenti il Festival, e saranno tenuti da tecnici di spettacolo
professionisti. L’obiettivo è di portare, tra le molte attività didattiche seguite da questo gruppo, anche delle
materie tecniche cinematografiche in modo da coinvolgere persone di ogni età e renderle protagoniste del
Festival e della Settima Arte.
Progetto Jena no Borders Team
Mondo della vela e mondo del cinema uniscono le forze per creare nuove sinergie e sviluppare
insieme un progetto di condivisione e partecipazione innovativo.
“Jena No Borders Team” e “Cortinametraggio” collaborano all’interno della importante regata triestina
della Barcolana. Proprio in questo contesto è stato indetto un concorso dedicato a tutti coloro i quali
vorranno testimoniare e partecipare attivamente alla vita dell’equipaggio di Jena. Cortinametraggio infatti,
creerà una nuova sezione speciale dedicata al backstage: sarà sufficiente possedere uno smartphone
tramite cui registrare un video che rappresenti la propria personale visione di tutta l’attività che ruota
attorno alla barca e all’equipaggio, video che verrà poi visionato da una giuria tecnica che ne decreterà il
vincitore

SEZIONI IN CONCORSO
A caratterizzare le pellicole in proiezione, per Cortinametraggio sarà la sezione di Corti Comedy: un
concorso in linea con la tendenza della stagione cinematografica italiana, che nelle sale continua a premiare
soprattutto il mood spensierato ed ironico e le risate intelligenti. Il concorso sarà aperto ai cortometraggi
dedicati al genere della “commedia all’italiana”, in tutte le sue declinazioni. Direttore artistico Vincenzo
Scuccimarra.
Il primo premio dato al Miglior Corto Assoluto sarà, come per tradizione per Cortinametraggio, un
riconoscimento in denaro.
L’ambizione con la sezione BOOKTRAILER, nata nel 2013, era di creare un appuntamento fisso, in
modo da costituire un prestigioso premio speciale apposito e far spazio al Cinema in connessione con la
letteratura. Grazie al successo riscontrato, il concorso è arrivato alla sua terza edizione, con la
collaborazione di RAI. Il Festival sta credendo molto nelle neo-sezioni che lo particolareggiano e l’ambizione
ultima è di creare il primo mercato del Booktrailer in Italia. Come solita fare l’Associazione
Cortinametraggio, dando al pubblico la possibilità di vedere sempre le ultime novità del settore audiovisivo,
conferma l’award dedicato alle Web series, dal web al cinema – il genere per eccellenza che vive da sempre
solo sul web.
Il Festival premierà le migliori WEBSERIES italiane di fiction, trasmesse online nel corso del 2015 e
2016. Le candidate finaliste si contenderanno cinque menzioni, assegnate da una giuria tecnica: premio per
la Miglior Web series, Miglior Regia, Miglior Attore, Migliore Attrice e Migliore Sceneggiatura.
Ogni anno infine, come anticipato, il Festival si arricchisce di un nuovo progetto: l’undicesima edizione
vedrà in concorso una nuova sezione dedicata ai Backstage un nuovo modo di vedere il cinema “dietro le
quinte”.

OBIETTIVI DELLA MANIFESTAZIONE
Cortinametraggio si propone di promuovere il cinema e il rapporto speciale tra Cortina e il cinema,
riavvicinando il pubblico della Regina delle Dolomiti alle opere più giovani della produzione destinata alle
sale e alla cultura cinematografica in senso lato, con un’offerta (proiezioni, dibattiti e incontri a titolo
completamente gratuito) e uno stile di comunicazione orientato a promuovere anche il marketing
territoriale. Centrale il ruolo della città e del cinema Eden che ospiterà le proiezioni, in un rilancio dedicato
non solo ai turisti ma anche agli ampezzani.
Dopo il grande successo della giuria NOI DI CORTINA, anche in questa edizione sarà costituita una
giuria composta da persone che amano e vivono nella città di Cortina d’Ampezzo, ed essa darà un premio
speciale al miglior cortometraggio in concorso, con un riconoscimento tipicamente ampezzano.
L’obiettivo dell’Associazione Cortinametraggio è creare in Cortina un punto focale per il cinema in
tutte le sue sfumature, tecniche, ludiche e professionali.

Share
- Advertisment -


Popolari

Traffico. Legambiente: Padova e Venezia tra le peggiori 10 città europee per costi pro capite connessi all’inquinamento atmosferico

I costi dell'inquinamento dell'aria connessi all'alto numero di automobili in circolazione e alla carenza del trasporto pubblico incidono sul portafoglio degli italiani più che...

Alpago. Peterle: per scuole e turismo i maggiori introiti dei parcheggi e dal contributo per la fusione dei Comuni

Buone notizie per le casse del Comune di Alpago, rese note in questi giorni in concomitanza con l’assestamento di bilancio approvato nell’ultima seduta del...

Nuovo DPCM: a Longarone Fiere si sta pensando al Forum della Gelateria in digitale

Longarone Fiere informa a malincuore che, a causa del recente Dpcm del 18 ottobre 2020 che sospende tutte le attività congressuali e convegnistiche, anche...

Capacitandosi. Lucia Da Rold: il Comune di Ponte nelle Alpi capofila di un progetto sui giovani, con una serie di laboratori diretti da artisti

Il Comune di Ponte nelle Alpi è capofila del progetto "Capacitandosi" per il biennio 2020-2021. Progetto che si inserisce nella programmazione dei Piani di...
Share