13.9 C
Belluno
sabato, Maggio 15, 2021
Home Cronaca/Politica 800 mila poveri in Veneto.  M5S: “Subito Reddito di cittadinanza regionale e...

800 mila poveri in Veneto.  M5S: “Subito Reddito di cittadinanza regionale e pensioni minime a 780 euro”

Jacopo Berti
Jacopo Berti

800 mila veneti vivono oltre la soglia di povertà o ai limiti degli standard della società moderna. Decine di migliaia di persone non sono nemmeno in grado di provvedere ai bisogni fondamentali e la crisi ha avuto un enorme impatto sulle fasce più deboli della popolazione: famiglie a basso reddito, famiglie monoparentali, disoccupati, precari, giovani, stranieri, disabili, cassaintegrati e sfrattati. Una fetta enorme del Veneto sta vivendo in condizioni drammatiche e a dirlo è la Regione stessa. 

Il dato è infatti contenuto nel Documento di economia e finanza regionale che è approdato ieri a Palazzo Ferro Fini.

Il rischio di povertà o di esclusione sociale riguarda addirittura il 16,1 per cento della popolazione veneta. La crisi sta colpendo in particolar modo le famiglie numerose, quelle con tre o più figli a carico: per questa fascia il rischio di esclusione sociale o povertà aumenta addirittura fino al 38,7 per cento.

Simone Scarabel
Simone Scarabel

Jacopo Berti e Simone Scarabel, consiglieri regionali M5S della prima Commissione commentano: “Questi dati ci gridano qualcosa di molto chiaro: Reddito di cittadinanza subito! Il Veneto ne ha urgente bisogno, è per questo che lo proponiamo a livello regionale, come abbiamo già fatto in Lombardia e Friuli Venezia Giulia. Renzi ha detto che non vuole farlo. Ci chiediamo se davanti a queste cifre, al vaglio della Regione proprio in queste ore, la maggioranza deciderà di voltarsi dall’altra parte o di intervenire, accettando la nostra proposta”.
“780 euro al mese per cambiare questi dati. Dietro questi numeri ci sono persone, famiglie che sono tagliate fuori dalla società e dal mondo del lavoro – continuano i due consiglieri del Movimento – ricordiamo che la nostra proposta di Reddito di cittadinanza tocca anche i pensionati. Se approvata, alzerà le pensioni minime alla cifra stabilita di 780 euro”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Il Tribunale di Belluno respinge il ricorso degli operatori sanitari collocati in ferie forzate perché si erano opposti alla vaccinazione

Con ordinanza n.328 ex art. 669 terdecies CPC del 6 maggio 2021 il Tribunale di Belluno, presidente del Collegio il dottor Umberto Giacomelli, respinge...

Fondo Ambiente Italiano. Gemellaggio tra il Fai Giovani di Belluno e quello di Bolzano per scoprire il rispettivo patrimonio di storia e arte

Non sempre tra Belluno e Bolzano si creano rivalità e competitività: un valido e significativo esempio di collaborazione e dialogo viene dai volontari dei...

Tib Teatro non si è arreso. Investimenti, tenacia e lavoro in tempo di pandemia. E nuovi importanti riconoscimenti

Belluno, 14 maggio 2021 - "Un anno e mezzo di pandemia, teatri chiusi, ferma la tournée dei nostri spettacoli, ferma la stagione Comincio dai...

Quattro eventi a Seravella per la “Rassegna delle rose 2021”. Deola: «Iniziative culturali e valorizzazione del territorio per uscire dalla crisi Covid»

È tutto pronto al Museo etnografico della Provincia per la "Rassegna delle rose 2021". Quattro eventi, fino all'inizio di giugno, che ruoteranno attorno allo...
Share