13.9 C
Belluno
giovedì, Ottobre 29, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Tornano i fuochi del Bard per l'autonomia

Tornano i fuochi del Bard per l’autonomia

Bard fuochi autonomiaUn fuoco per riaccendere l’attenzione sulla montagna. Tornano sabato 24 ottobre per il quarto anno consecutivo i “fuochi per l’autonomia”, organizzati dal movimento Bard – Belluno Autonoma Regione Dolomiti.
Una tradizione inaugurata nel 2012, in occasione della fiaccolata a difesa della Provincia di Belluno che portò in piazza oltre quattromila persone: fuochi sulle montagne, visibili da valle e dalla pianura, per lanciare un messaggio chiaro. “La montagna è viva e vuole vivere, non si accontenta di sopravvivere. – spiegano dal Bard – I fuochi sulle cime significano che là c’è vita, c’è la speranza di chi non vuole lasciare quei posti. Le luci dalle montagne non sono un messaggio solo per i bellunesi, ma per tutti quelli che riescono a vederle: siamo qui, presenti, attivi, vivi, e non vogliamo andarcene”.
Per l’edizione 2015 – come per le precedenti manifestazioni – saranno una cinquantina le postazioni illuminate, dall’Agordino al Feltrino, senza dimenticare il Comelico, il Cadore, l’Alpago e la Valbelluna; dalle cime dei monti ai laghi, da malghe e rifugi alle piazze, sono centinaia i bellunesi che hanno deciso di supportare l’iniziativa.
I fuochi saranno visibili in ogni angolo della provincia dalle 20 alle 20.30 di sabato; la lista ufficiale dei focolari sarà completata nei prossimi giorni, ma l’invito a partecipare è esteso a tutti i bellunesi: “Scegliete un luogo che sentite come simbolo del vostro comune, del vostro territorio, della vostra storia; – è l’appello del Bard – da soli, con gli amici, con la famiglia, potrete lanciare anche voi il messaggio: io resisto. Il nostro motto è “Dolomiti: un orgoglio viverci, un dovere salvarci” e soprattutto in questo momento crediamo che dovrebbe diventare il motto di tutti i bellunesi. Autonomia è anche difendere le proprie radici, la propria storia, il proprio territorio, la propria identità”.
Chi volesse partecipare o volesse informazioni su modalità, luoghi già presidiati, etc. può contattare i responsabili del movimento sulla pagina Facebook “BARD – Belluno autonoma regione dolomiti”; via mail a info@bellunoautonoma.regionedolomiti.it o via telefono al 349/2966387 (Stefano).

Share
- Advertisment -


Popolari

Le “Puttane” di Maria Giovanna Maglie in libreria, per conoscere il sesso a pagamento senza ipocrisie. Dai bordelli sumeri, a Santa Teodora, da internet,...

In Italia mediamente 16 milioni di uomini ogni anno pagano per il sesso e il 70% ha famiglia ed è sposato. Tra questi 1.596.992...

Decreto ristori. Appia: “Oltre 100mila imprese della ristorazione inspiegabilmente escluse”

In Italia oltre 100mila imprese del settore della ristorazione sono inspiegabilmente escluse dagli indennizzi previsti con il Decreto ristori. È quanto denuncia CNA dopo...

Via all’8va edizione della rassegna “Passi e trapassi” quest’anno on line 

Venerdì 30 ottobre, serata sull'esperienza del lockdown e le sue prospettive. Sabato 31, le iscrizioni funebri del comune di Feltre e il tattoo come...

“Aspettando domani”. Presentato il filmato del progetto “Davanti le quinte!”

È online da questo pomeriggio sul canale YouTube del Comune di Belluno (all'indirizzo https://youtu.be/IoGWupMCBLg) il trailer del film “Aspettando domani”, finanziato dal progetto regionale...
Share