13.9 C
Belluno
domenica, Marzo 7, 2021
Home Cronaca/Politica Accorpamento prefetture. De Menech: "Ci sono i margini per mantenere le sedi...

Accorpamento prefetture. De Menech: “Ci sono i margini per mantenere le sedi come Belluno”

Roger De Menech, deputato Pd
Roger De Menech, deputato Pd

«Ci sono i margini per mantenere le sedi particolarmente complesse, come Belluno, ma il riordino delle prefetture era atteso da tempo e chiesto da tutte le forze politiche e si inserisce nel processo di semplificazione dello Stato, uno dei punti qualificanti del governo».

Lo afferma il deputato bellunese del Pd Roger De Menech – benché da dicembre 2014 il posto di prefetto sia ancora vacante alla Prefettura di Belluno, e le funzioni istituzionali siano svolte dal vicario –  non  appena letto lo schema di decreto con cui il ministero dell’Interno intende procedere entro il 2016 alla propria riorganizzazione. L’ipotesi del ministero è di accorpare 23 prefetture in Italia tra cui Belluno con Treviso.

«Credo che Belluno, così come Sondrio e Verbania, rientri a pieno titolo tra le sedi complesse», dice il deputato. «Con i colleghi Borghi e Del Barba e con tutto il gruppo di parlamentari della montagna restiamo a disposizione del territorio per mantenere i servizi e per fare le dovute pressioni sul ministro dell’Interno Angelino Alfano della necessità di tenere conto delle specificità montane, così come previsto dalla riforma Delrio».

Il giudizio sul provvedimento del ministero rimane nell’insieme favorevole: «Snellire le strutture statali è necessario, ce lo ripetiamo ormai da decenni e non ci si può fermare adesso che il processo è appena cominciato». Il decreto del ministero dà esecuzione a quanto previsto da un provvedimento del governo Monti. «Forse all’epoca c’è stata troppa timidezza», spiega De Menech. «Se fosse stata prevista un’unica prefettura regionale con uffici operativi periferici nelle città, l’architettura sarebbe risultata sicuramente più semplice e logica. Invece così restiamo a metà del guado. Però sono convinto che dobbiamo impegnarci per rendere ancora più efficaci le riforme, per migliorarle in alcuni casi, non certo per ostacolarle».

Del resto Belluno, dice il deputato, «dovrà trasformare il proprio ruolo da cittadella burocratica a capitale delle Dolomiti fornendo servizi e prodotti di altissimo livello nel campo turistico, sportivo e dell’innovazione tecnologica. Non credo che gli uffici periferici del governo possano avere un ruolo strategico in questo disegno».

Diverso il discorso per la questura e per il comando dei vigili del fuoco. «La vastità del territorio amministrato, la difficoltà di accesso alle valli e la dispersione demografica devono essere elementi di cui si tiene conto quando si decide di riorganizzare i servizi essenziali. Altrimenti il rischio è di alimentare lo spopolamento anziché contrastarlo. Su questo punto con tutto il gruppo di parlamentari della montagna siamo pronti a un’azione decisa perché il Ministero dell’Interno riveda lo schema degli accorpamenti». Benché  vi siano forti dubbi, sotto il profilo dell’organigramma ministeriale, che in assenza di prefetto, possa continuare a esistere il questore sul medesimo territorio.

Share
- Advertisment -

Popolari

WinteRace 2021: Al via la seconda e ultima giornata di gara

Cortina d’Ampezzo, 6 marzo 2021: È partita questa mattina alle ore 9.00 da Corso Italia la seconda e ultima tappa della WinteRace. Una giornata...

Crisi Italia Wanbao Acc Mel e ex Embraco di Riva. Lettera aperta dei sindaci ai politici

Dopo la mobilitazione degli ultimi giorni e con la forte preoccupazione per la crescente tensione sociale che potrebbero innescarsi nelle prossime settimane, nella giornata...

Gli interventi in montagna del Soccorso alpino

Belluno, 06 - 03 - 21  Attorno alle 14 personale del Soccorso alpino della Val di Zoldo è intervenuto in supporto agli impiantisti lungo...

Cento anni. La vita straordinaria del generale Lorenzo Cappello

Se è vero che i cavalli di razza si vedono alla partenza, non può sfuggire l’impresa a soli 10 anni, nel 1931, di un...
Share