13.9 C
Belluno
domenica, Ottobre 25, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti "Sorvegliati speciali". Domenica a Cortina ad Una montagna di libri, la...

“Sorvegliati speciali”. Domenica a Cortina ad Una montagna di libri, la presentazione del thriller di Graziano Bortolotti. E si parla anche di sicurezza nel territorio con il questore

Michele Morelli, questore di Belluno
Michele Morelli, questore di Belluno

La paura atavica dell’invasione, le macchinazioni di forze che non controlliamo, il complottismo e i complotti veri: siamo tutti dei “sorvegliati speciali”? A Una Montagna di Libri, la rassegna letteraria di Cortina d’Ampezzo, si prepara un pomeriggio a cavallo tra fiction e realtà, nel 70° anniversario della Polizia di Stato a Cortina. Protagoniste saranno le storie raccolte da Graziano Bortolotti nel suo nuovo thriller Il richiamo del cedro (Booksprint), e le testimonianze reali del questore di Belluno, Michele Morelli. Per capire cosa significa per gli uomini della legge, oggi, muoversi sul crinale tra pericoli reali, sicurezza del territorio e fobie securitarie.

Appuntamento domenica 30 agosto 2015, alle ore 18, presso il Palazzo delle poste di Cortina d’Ampezzo.

Il libro. Una squadra segreta, una lista di persone da eliminare, un passato sepolto che torna a galla grazie a una nuova legge che permette di declassificare importanti documenti riservati appartenenti alla Seconda Guerra Mondiale e relativi alla fuga dei maggiori collaboratori del Führer . C’è tutto questo in Il richiamo del cedro (BookSprint), il nuovo romanzo di Graziano Bortolotti, un uomo della legge e dell’ordine e al tempo stesso un narratore. Un pomeriggio per parlare, attraverso il libro e oltre il libro, di cosa significhi per gli uomini della legge, oggi muoversi sul crinale tra pericoli reali, sicurezza del territorio e fobie securitarie, vecchie e nuove.

Dopo la presentazione del romanzo il questore di Belluno Michele Morelli interagirà con il conduttore della manifestazione Francesco Chiamulera e con la platea sulla situazione della sicurezza pubblica del territorio.

In Corso Italia, fin dalle ore 11.00, saranno presenti alcuni gazebo presso i quali i cittadini e i turisti potranno trovare informazioni sull’attività svolta, nonché sperimentare direttamente le conseguenze di alcune condotte illegali.

GRAZIANO BORTOLOTTI vive in Val di Fiemme. Ispettore della Polizia di Stato, nel 2005 pubblica il suo primo libro La guerra non è mai finita. Il 2009 è l’anno di uscita del secondo romanzo, il thriller Pista di Sangue.

MICHELE MORELLI è Questore di Belluno. Nel 1988 è alla questura di Venezia, dove è stato vice Capo di Gabinetto fino al 1997. Distaccato fino al 2005 presso la Presidenza del Consiglio come dirigente nei servizi di sicurezza. Aggregato alla questura di Torino per le Olimpiadi invernali del 2006, poi dirigente della Polizia Anticrimine a Bolzano. Dal 2007 è stato Capo di Gabinetto e poi dal 2010 Vicario del Questore di Venezia. Nel 2014 è stato dirigente della Polizia Stradale del Friuli Venezia Giulia.
Il programma:

ore 11.00
apertura gazebo al pubblico;
ore 14.00
sfilata delle bande in Corso Italia: la stessa sarà preceduta da due motociclisti della Polizia Stradale e da due Auto Storiche della Polizia di Stato;
ore 17.00
Illustrazione degli stand della Polizia di Stato da parte del questore alle autorità;
ore 18.00
Presentazione del libro “Il richiamo del cedro” presso la Sala della Cultura Alverà, a seguire intervento del questore sul tema della sicurezza nel territorio.

Share
- Advertisment -


Popolari

Dpcm del 25 ottobre 2020, ecco le nuove restrizioni in vigore da lunedì 26 ottobre al 24 novembre

E' stato diffuso il testo definitivo del nuovo Decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 25 ottobre 2020 che sarà in vigore dal...

Nasce a Ponte nelle Alpi il nuovo ambulatorio di Medicina generale che riunirà 5 medici

Un'unica sede per riunire tutti i medici di Ponte nelle Alpi: sta per nascere il nuovo ambulatorio di Medicina generale, finalizzato a offrire alla...

Rispettiamo le regole. L’appello del presidente della Provincia Roberto Padrin

In questo momento dobbiamo essere tutti responsabili. I numeri dei contagi e l'aumento dei ricoveri ospedalieri ci obbligano a comportamenti rispettosi delle regole. Dobbiamo...

Findomestic addebita a un omonimo la rata del finanziamento. Brumurelli (Associazione Io mi tutelo): “In 15 giorni abbiamo chiarito il caso con la banca...

Vedersi addebitare ogni mese delle rate di una cinquantina di euro senza sapere il perché non dev’essere piacevole. E’ successo in un Comune della Valbelluna...
Share