13.9 C
Belluno
mercoledì, Febbraio 28, 2024
HomeCronaca/PoliticaAgricoltura in montagna. Bond gioca la carta della "specificità agraria bellunese": "Sia...

Agricoltura in montagna. Bond gioca la carta della “specificità agraria bellunese”: “Sia la provincia a gestire il Psr”

dario bond - CopiaNel corso della presentazione del nuovo Piano di sviluppo rurale 2014-2020 in IV Commissione Agricoltura a Palazzo Ferro-Fini il consigliere regionale di Forza Italia per il Veneto Dario Bond ha chiesto l’inserimento di una clausola ad hoc per la provincia di Belluno volta all’attuazione della specificità così come prevista dall’articolo 15 dello Statuto regionale del Veneto.

Ad annunciarlo è lo stesso Bond: “Ho chiesto alla giunta di inserire nel provvedimento una disposizione che consenta alla Provincia di Belluno di gestire direttamente le linee di intervento previste dal Psr. Si tratta di una proposta operativa sulla falsariga del turismo, già affidato alla Provincia dall’articolo 21 della nuova legge quadro e in corso di attuazione”.

“La partita dei fondi comunitari in materia agricola si aggira, solo per il Veneto, sul miliardo e duecento mila euro. Di questi, una fetta significativa dovrà arrivare nel Bellunese e all’agricoltura di montagna”, rimarca il consigliere regionale.

“Con questa mia proposta voglio che la Provincia possa avere voce in capitolo su una materia così cruciale come quella dell’agricoltura al pari di quanto già succede nelle province autonome di Trento e di Bolzano. Questo trasferimento di competenze consentirà di avvicinare ulteriormente il Psr al territorio”, sottolinea Bond.

“Questa mia richiesta è stata sostenuta in Commissione anche dal collega Reolon che ringrazio per la collaborazione”, prosegue il consigliere regionale. “Questo ultimo scorcio di legislatura dovrà servirci per attuare l’articolo 15 e tirare le fila di un discorso vitale per il nostro territorio”.

- Advertisment -

Popolari