13.9 C
Belluno
giovedì, Febbraio 29, 2024
HomeCronaca/PoliticaDecreto svincola le aziende speciali sociosanitarie dalle limitazioni sul personale. Una vittoria tutta...

Decreto svincola le aziende speciali sociosanitarie dalle limitazioni sul personale. Una vittoria tutta bellunese. Massaro: “Le nostre Case di riposo potranno gestire con maggiore libertà le assunzioni”

 

Jacopo MassaroE’ stato approvato ieri in via definitiva dalla Camera dei deputati, un decreto recante misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale. Deleghe al Governo per il completamento della revisione della struttura del bilancio dello Stato, per il riordino della disciplina per la gestione del bilancio e il potenziamento della funzione del bilancio di cassa, nonché per l’adozione di un testo unico in materia di contabilità di Stato e di tesoreria.

Tra le molte norme in vigore a seguito del decreto, spicca per interesse quella riguardante i vincoli di spesa per il personale delle aziende speciali, le istituzioni e le società a partecipazione pubblica locale totale o di controllo, che vede svincolate dai limiti le aziende speciali e le istituzioni che gestiscono servizi socio-assistenziali ed educativi, scolastici e per l’infanzia,culturali e alla persona (ex IPAB).

“Grazie a questa norma” – dichiara il sindaco di Belluno e presidente della conferenza dei sindaci dell’ULSS n. 1, Jacopo Massaro – “le nostre case di Riposo, pur con l’obbligo di mantenere un livello dei costi del personale coerente rispetto alla quantità di servizi erogati, potranno gestire con maggiore libertà le assunzioni, dando così ossigeno ad una situazione ormai insostenibile. Il personale è un fattore essenziale per la qualità del servizio e le sempre maggiori limitazioni in questo senso non portano che ad un peggioramento delle prestazioni, sia in termini di qualità che di quantità e noi sindaci ne sappiamo qualcosa”.

“Questa” – prosegue Massaro – “è una vittoria tutta bellunese. Ricordo infatti che per primo Sisto Da Roit ha portato l’istanza in Conferenza dei Sindaci e io stesso a seguito di questo spunto ho riunito l’Esecutivo dei sindaci con i parlamentari bellunesi ed il Sottosegretario Gianclaudio Bressa. Anche l’Anci ha fatto propria questa battaglia, portandola avanti nelle sedi opportune, ma il mio ringraziamento oggi va a tutti i nostri rappresentanti a Roma ed in particolare Gianclaudio Bressa, che si era impegnato a darci una risposta entro luglio, e Raffaella Bellot che ha formalmente presentato in Senato l’emendamento sulle aziende speciali”.

 

- Advertisment -

Popolari