13.9 C
Belluno
mercoledì, Febbraio 21, 2024
HomeCronaca/PoliticaUls n.2, sanità feltrina. Bond: "Un progetto di assoluta eccellenza per gli...

Uls n.2, sanità feltrina. Bond: “Un progetto di assoluta eccellenza per gli anziani. Una medaglia per la nostra sanità”

Dario Bond, consigliere regionale Pdl
Dario Bond, consigliere regionale Pdl

“Questo progetto andrà a migliorare la qualità di vita della popolazione anziana affetta da malattie croniche. E’ l’ennesima medaglia per la nostra sanità, efficace ed efficiente come poche”.

Così il consigliere regionale di Forza Italia per il Veneto Dario Bond commenta l’inserimento dell’Uls 2 di Feltre in un importante progetto europeo che si pone l’obiettivo di potenziare e migliorare i servizi e l’assistenza socio-sanitaria territoriale e vede la partecipazione di tredici partners provenienti da tutta Europa coordinati da Kronikgune – Centro de Excelencia Internacional en Investigacion sobre Cronicidad di Bilbao. Il progetto è co-finanziato per il 50 per cento dalla Commissione Europea ed ha un valore complessivo di quasi sei milioni di Euro. Di questi 780 mila euro per l’Uls 2 di Feltre.

“L’invecchiamento sano e attivo della popolazione e la cura delle cronicità sono delle priorità in contesti come il nostro dove il numero di anziani è più alto della media ed è anzi destinato a crescere”, afferma Bond, che rileva come questo nuovo progetto, basato sull’implementazione della telemedicina, sia un “valore aggiunto rispetto al servizio di assistenza domiciliare integrato svolto dall’Uls 2, servizio che è già di assoluta eccellenza”.

“La nuova attività”, illustra Bond, “consisterà nell’esecuzione, presso i singoli domicili, di accertamenti tramite dispositivi tecnologici (saturimetria, elettrocardiografia, emogasanalisi, accertamenti ematochimici, spirometrie…) e trasmissione e refertazione in telemedicina”.

Il progetto, coordinato da Kronikgune – Centro de Excelencia Internacional en Investigacion sobre Cronicidad, vede la partecipazione di tredici partners provenienti da otto paese europei: Spagna, Galles, Croazia, Polonia, Danimarca, Germania, Belgio e Croazia.

“Non posso che congratularmi con i vertici dell’Uls 2, in particolare il dottor Massimo Fusello, e con tutti quegli operatori che hanno creduto in questo progetto e che dimostrano come il nostro ospedale sia un piccolo grande ospedale”, conclude Bond.

- Advertisment -

Popolari