13.9 C
Belluno
mercoledì, Febbraio 21, 2024
HomeCronaca/Politica"Abbiamo bisogno di un Ente Provincia efficiente". Giacomo Deon, presidente di...

“Abbiamo bisogno di un Ente Provincia efficiente”. Giacomo Deon, presidente di Confartigianato denuncia situazioni di aziende non pagate e immobilismo nelle pratiche

 

Giacomo Deon
Giacomo Deon

“Abbiamo bisogno di un ente Provincia efficiente, non possiamo continuare nella situazione di stallo attuale”. A denunciare ciò è il presidente di Confartigianato Imprese Belluno, Giacomo Deon.

“Il mio non è uno sfogo – precisa Deon – ma una triste constatazione dei fatti, a cui bisogna mettere riparo immediato, in quanto nulla si sta muovendo a livello politico e ora anche la struttura si è adagiata sullo stesso livello di inefficientismo”.

Sono due i fatti che hanno indotto il presidente Deon a uscire allo scoperto: il mancato pagamento del servizio di sgombero neve effettuato dalle aziende nella scorsa stagione invernale e un silenzio incomprensibile circa l’attivazione di un bando per corsi obbligatori per l’ottenimento del patentino per la conduzione degli impianti termici sopra i 232 KW, previsti dall’art. 287 del d.lgs. 152/2006. “Malgrado un sollecito inviato ormai da dieci giorni – puntualizza Deon – non abbiamo ancora ricevuto alcun riscontro e il tempo che passa sono opportunità perse per le nostre aziende: stiamo parlando di pagamenti in ritardo e di mancate occasioni di lavoro non potendo acquisire i requisiti necessari. Direi non cose da poco !”.

Mentre la legge italiana, recependo direttive europee, fissa tempi di pagamento certi entro 30 giorni dalla fattura, circa una ventina di aziende stanno attendendo il saldo dello sgombero neve effettuato sulle strade in provincia di Belluno nella stagione 2013-2014 che, come noto, non è certo stata “leggera” per precipitazioni. “Le aziende hanno svolto i lavori – spiega il presidente di Confartigianato Imprese Belluno – senza ricevere alcuna contestazione. Pertanto, sono nel pieno diritto di chiedere la liquidazione del dovuto. Ma a oggi, non sono ancora state saldate, mettendo a dura prova i bilanci aziendali e il futuro delle maestranze coinvolte”. “Siamo in un periodo di bilanci pubblici sempre più risicati – continua Deon – ma non è accettabile che questi tagli ricadano impunemente sulle aziende che lavorano per il pubblico e che diventino alibi per le Amministrazioni: è necessario un intervento drastico, volto a portare un’immediata inversione di marcia”.

Non è più clemente neanche con la struttura dell’Amministrazione provinciale il presidente Deon. “Attendiamo da un anno l’emanazione di un bando che consenta l’avvio di appositi corsi per il conseguimento del patentino per la conduzione di grandi impianti termici. In questi mesi abbiamo avuto diversi incontri con i funzionari e dirigenti della Provincia, ma ancora il bando non è uscito, impedendo alle aziende del comparto di acquisire i titoli per gli interventi del caso”.

Che cosa chiede, dunque Deon ? Il presidente è chiaro: “Chiedo che l’ente Provincia, nel rispetto delle norme, ottemperi ai propri impegni, in tempi celeri. Il Commissariamento dell’Ente, purtroppo, sta mettendo in luce tutta la criticità di ben 953 giorni senza una guida politica per il nostro territorio. Un’assenza particolarmente grave in questi mesi in cui assistiamo a trasformazioni istituzionali e a bisogni impellenti delle aziende e dei cittadini”.

 

- Advertisment -

Popolari