13.9 C
Belluno
giovedì, Febbraio 29, 2024
HomeArte, Cultura, SpettacoliAppuntamenti"Cammina con i gufi" ritorna sul troi de le vane per rimettersi...

“Cammina con i gufi” ritorna sul troi de le vane per rimettersi in cammino. venerdì 23 maggio a Can di Cesiomaggiore

gufo-270x150Lo scorso Natale il paese di Culogne e i monti all’imbocco della Val Canzoi nel Comune di Cesiomaggiore, sono stati il palcoscenico di un interessante progetto per ri-dare valore, dignità e riconoscibilità alla montagna più marginale attraverso un percorso di arte visiva nel paesaggio.
Lungo il sentiero, il trói de le vane, erano presenti delle installazioni artistiche ad opera della pittrice Silvia De Bastiani che invitavano gli escursionisti a riflettere sul “colore della vita”.
Il percorso è stato visitato da centinaia di persone, nonostante la stagione invernale. Ora con l’arrivo della bella stagione il gruppo organizzatore invita tutti a ritornare sul trói de le vane e a partecipare all’incontro di venerdì 23 maggio (ore 20.30 presso le ex scuole di Can di Cesiomaggiore) dove sarà proiettato in anteprima il video “Natale sul trói de le vane 2013” con la presenza diSusy Bigontina di Dolomiti Contemporanee che parlerà di “L’esperienza di DC. Una riflessione sui progetti artistici in ambiente e sul trói de le Vane” e il bio-architetto trentino Nicola Chiavarelli che parlerà di “Come la montagna marginale può ritornare ad essere luogo di vita e lavoro”.

info progetto
http://camminagufi.wordpress.com/2013/12/06/natale-2013-sul-troi-de-le-vane/
http://camminagufi.wordpress.com/2014/01/03/la-seconda-passeggiata-collettiva-ancora-ricca-di-emozioni/

RITORNIAMO SUL TRÓI DE LE VANE, per rimettersi in cammino

VENERDI’ 23 MAGGIO, ore 20.30
presso le ex scuole di Can di Cesiomaggiore

PROIEZIONE VIDEO, Natale sul trói de le vane 2013

con la partecipazione di:

SUSY BIGONTINA (Dolomiti Contemporanee)
L’esperienza di DC. Una riflessione sui progetti artistici in ambiente e sul trói de le vane

NICOLA CHIAVARELLI (Bio-architetto trentino, esperto di etnografia e paesaggio alpino)
Come la montagna marginale può ritornare ad essere luogo di vita e lavoro

e con la presenza di tutti i partecipanti al progetto di “cammino di arte visiva nel paesaggio della montagna”

- Advertisment -

Popolari