13.9 C
Belluno
giovedì, Febbraio 22, 2024
HomeCronaca/PoliticaElettrodotto. Simonetta Buttignon: "Il progetto Terna utilizza le migliori tecnologie, nel rispetto...

Elettrodotto. Simonetta Buttignon: “Il progetto Terna utilizza le migliori tecnologie, nel rispetto del territorio?”

 

Simonetta Buttignon“Tutti sono favorevoli ad una razionalizzazione delle reti elettriche del Bellunese. Pienamente condivisa è l’idea di realizzare delle infrastrutture utili per lo sviluppo del Paese utilizzando le migliori tecnologie in una sinergia tra impresa e rispetto del territorio e salute pubblica non solo auspicabile ma anche praticabile.

 Una domanda: a ciò risponde il progetto attuale di Terna”?

A chiederlo sono i consiglieri di maggioranza Biagio Giannone, Lorena Ghirardini, Andrea Cervo, Fabio Bristot, Simonetta Buttignon,  in relazione alla presa di posizione di Terna.

 “La risposta – proseguono –  non può che essere negativa.

Curioso che nel comunicato stampa pubblicato si parli di nuovo elettrodotto 220 KV, mentre il progetto prevede l’armatura delle strutture a 380 KV (tralicci alti sino a 60 metri). Curiosa questa accelerazione dei tempi… proprio in prossimità di elezioni politiche amministrative ed europee. Curioso al contempo il duplice rinvio dell’audizione che avrebbe dovuto tenersi presso la Commissione ambiente del Senato in cui Terna avrebbe dovuto fornire risposte e chiarimenti sul merito del progetto, giustificata dalla nomina del nuovo cda.

Preoccupante che Terna – proponente del progetto – ritenga di poter “sollecitare” gli organi di valutazione, terzi e perciò imparziali.

E in ultimo, paradossale che sia proprio Terna a sottolineare la mancata “unanimità delle Amministrazioni Comunali coinvolte”, quando a fronte della proposta di un unico tavolo di trattativa comune a tutte le realtà locali interessate dal progetto mai è stato dato riscontro.

 

Eppure – concludono i consiglieri – sarebbe stato tutto così semplice …tutti gli interessati seduti allo stesso tavolo, nello stesso momento a discutere dello stesso progetto”.

 

- Advertisment -

Popolari