13.9 C
Belluno
mercoledì, Febbraio 28, 2024
HomeCronaca/PoliticaL'Astor è tornato a risplendere con le sue 4 stelle. Tutta Belluno...

L’Astor è tornato a risplendere con le sue 4 stelle. Tutta Belluno venerdì sera all’inaugurazione del nuovo Centro

Mariano Moritsch
Mariano Moritsch

«Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni». E’ l’incipit del discorso pronunciato da Mariano Moritsch, proprietario del Centro Astor, inaugurato questa sera, alla presenza del sindaco di Belluno Jacopo Massaro e del parroco del Duomo e Loreto don Rinaldo Sommacal.

E c’era tutta Belluno a condividere questo sogno luccicante, con brindisi d’inaugurazione con buffet, un pizzico di mondanità e le note di Sinatra interpretato da Federico Stragà.

L’Hotel è un 4 stelle in centro città, completamente restaurato, con 13 suites e 7 camere con vista sulla Valbelluna e l’altana all’ultimo piano, dove si serve la cena. La struttura comprende anche il food cafè, la bottega con servizio take away e la sala polifunzionale da 70 posti.

«Un sogno realizzato dopo 5 anni di percorso non sempre facile – come ha ricordato Moritsch – con ostacoli previsti e non, tutti però superati».

«Passione per le sfide – ha aggiunto – che da sempre guidano la vita di ogni imprenditore, e l’Astor così come l’ho concepito una sfida lo è».

«La piazza sta cambiando davvero, grazie all’opera congiunta di privati e istituzioni – ha detto Motitsch – , ma è solo con iniziative portate avanti in comunione con tutti gli operatori che potremo vincere insieme questa sfida per Belluno. Con amore e passione. Noi dell’Astor abbiamo tutte le intenzioni di fare la nostra parte, con la creazione da subito di eventi: gli incontri con il Giro d’Italia, il Premio Campiello ed i suoi scrittori e Belluno E».

Il sindaco di Belluno Jacopo Massaro ha posto l’accento sull’opportunità di una ventina di nuovi posti di lavoro e dell’indotto prodotto dalla nuova struttura. Don Rinaldo Sommacal ha dato la benedizione ed ha ricordato che il fabbricato sorge sui resti di un’antica chiesa. E’ seguito il taglio del nastro del sindaco Massaro.

 

- Advertisment -

Popolari