13.9 C
Belluno
domenica, Febbraio 25, 2024
HomeCronaca/PoliticaNuovi incarichi nella Sezione cittadina della Lega Nord. Oreste Cugnac a due...

Nuovi incarichi nella Sezione cittadina della Lega Nord. Oreste Cugnac a due anni dall’uscita del Pdl diventa segretario della Sezione del Carroccio

 

Oreste Cugnac
Oreste Cugnac

La Sezione di Belluno della Lega Nord Liga Veneta ha provveduto al rinnovo delle cariche della Sezione cittadina. Il congresso è stato aperto dal saluto dell’assessore regionale veneto all’agricoltura Franco Manzato ed è stato presieduto dal Segretario Provinciale Leonardo Colle.

E’ stato eletto segretario della Sezione cittadina Oreste Cugnach, già presidente del consiglio comunale quando era tra le fila del Pdl che lasciò nell’estate 2012 per entrare nella Lega Nord. Gli altri membri del direttivo sono Jacopo Vendrame, Stella Bertagno, Rita Bristot ed Alberto Vettoretto. Un particolare ringraziamento è stato rivolto a Jacopo Vendrame, che ha diretto la sezione in qualità di commissario dopo il passaggio di Leonardo Colle alla Segreteria Provinciale e ai membri del precedente direttivo, Jacopo Savasta, Marco Brida, Andrea Stella ed a Maria Filippin (responsabile organizzativo).

Oreste Cugnach, nel suo intervento,  ha posto l’accento sull’importanza della partecipazione della sezione cittadina al dibattito politico sull’amministrazione del Capoluogo, in evidente difficoltà a causa delle discutibili scelte su questioni fondamentali quali il tracciato dell’elettrodotto ed il riparto delle risorse di bilancio (eccessivamente accentrate su taluni referati a discapito di altri). Una forte preoccupazione è stata espressa anche per la situazione di crisi occupazionale della provincia, che rischia di coinvolgere altri settori primari oltre a quello dell’edilizia.

Secondo i vertici della Lega Nord locale, che tra l’altro hanno retto con il Pdl la precedente amministrazione, mancano le idee sui grandi progetti, manca la continuità sulle manutenzioni del centro storico e delle frazioni e lo sviluppo del Nevegal, fino ad oggi volano economico e turistico della città, è in stallo con il rischio di chiusura degli impianti sportivi. Infine, della ristrutturazione delle storiche scuole Gabelli, cavallo di battaglia della campagna elettorale di Massaro, non se ne parla nemmeno più.

 

 

- Advertisment -

Popolari