13.9 C
Belluno
giovedì, Febbraio 29, 2024
HomeLavoro, Economia, TurismoPrimo Maggio, anche i bellunesi al corteo di Pordenone Electrolux e Ideal Standard...

Primo Maggio, anche i bellunesi al corteo di Pordenone Electrolux e Ideal Standard in prima linea con i leader nazionali

manifestazione-acc-ideal-standard-trichiana-270x180Saranno circa mille i cislini di Belluno e Treviso che, guidati dal Segretario Generale Franco Lorenzon,  parteciperanno al corteo del Primo Maggio organizzato a Pordenone, con la presenza dei Segretari Nazionali Cgil Cisl e Uil, Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti.

“Più lavoro, più Europa, più solidarietà” è il tema scelto per il corteo e la manifestazione finale, che vedrà gli interventi dei tre segretari nazionali nel palco allestito nella centrale piazza XX Settembre. L’ultimo primo maggio nazionale in Friuli Venezia Giulia risale al 2004, quando a Gorizia si celebrò la prossima entrata della Slovenia nella Ue.

“La decisione delle Segreterie nazionali di Cgil, Cisl e Uil di scegliere Pordenone come luogo della Festa nazionale, non poteva che farci convergere verso quella città a noi così vicina sul piano geografico, ma anche e soprattutto sul piano sindacale, visto che condivide con Treviso le preoccupazioni sul destino di Electrolux e dei suoi stabilimenti di Porcia e Susegana e con Belluno il futuro dell’Indesit e, sia pur indirettamente, dell’ACC. – spiega Franco Lorenzon,  Segretario Generale Cisl Belluno Treviso – L’impegno della Cisl trevigiana e bellunese per il lavoro, per chi lo ha, per chi lo ha avuto, per chi lo ha perso, per chi lo cerca, sarà tutto in quella piazza. Dopo sei anni di crisi nera, la parola “lavoro” rimane al centro dell’attenzione, con tutto il suo carico di drammaticità e di speranza.”

“Il messaggio affidato al Primo Maggio è quindi più lavoro, che non si ottiene abbassando i salari o sfruttando solo gli ammortizzatori sociali, ma rilanciando la produzione e rimettendo al centro il valore della partecipazione tra impresa e lavoratori. – ribadisce Lorenzon – Insieme al lavoro diciamo anche più Europa e più solidarietà, intesa come rinnovata e fattiva collaborazione tra Paesi membri.”

L’appuntamento per i partecipanti bellunesi e trevigiani sarà alle 8.30 al gazebo Cisl di Largo S.Giovanni per il ritiro delle bandiere e dei cappellini per poi proseguire in corteo, a partire dalle 9, da Viale Marconi fino ad arrivare in piazza XX Settembre dove sono in programma gli interventi delle autorità.



- Advertisment -

Popolari