13.9 C
Belluno
sabato, Febbraio 24, 2024
HomeCronaca/PoliticaOppressi e oppressori. La Boldrini come don Abbondio, ma i veri oppressi...

Oppressi e oppressori. La Boldrini come don Abbondio, ma i veri oppressi sono 5 Stelle e gli italiani

euroPer effetto dell’approvazione del decreto legge Imu-Bankitalia sul quale la scorsa settimana è calata la tagliola della presidente Boldrini, che ha impedito la discussione alla Camera (avvalendosi però del regolamento del Senato), “Le banche italiane San Paolo e UniCredit potrebbero intascarsi insieme sino 3,5 miliardi di euro (4,7 miliardi di dollari) dalla vendita di parte delle loro rivalutate azioni nella banca centrale, secondo i calcoli degli analisti”. Lo scrive Reuters, agenzia di stampa britannica.

Insomma, un formidabile regalo di soldi pubblici alle banche private.

E l’aver impacchettato la questione Bankitalia a quella dell’Imu, che non c’entra proprio nulla, è stato un evidente escamotage per raccogliere il consenso del popolo, favorevole all’abolizione della II rata Imu, e far passare sotto silenzio il regalo alle banche.

Violazioni alle regole e trucchetti che hanno provocato la dura reazione del Movimento 5 Stelle.

Tuttavia, in relazione alla rissa scoppiata in Parlamento, non certamente degna di un Paese civile, i giornali e le trasmissioni televisive hanno privilegiato l’aspetto formale su quello sostanziale.

La stessa presidente Boldrini ha dichiarato «Io condanno la violenza a 360 gradi». E ancora, quello del Movimento 5 Stelle «è un attacco eversivo contro le istituzioni che deve essere respinto da tutte le forze democratiche». Una situazione che ricorda molto il II capitolo dei Promessi sposi del Manzoni. Nell’incontro tra Renzo e don Abbondio, infatti, ad un osservatore esterno l’oppressore sembra essere Renzo, non già il curato di campagna, che invece si allinea con i poteri forti dell’epoca impedendo il matrimonio dei giovani.

Lo stesso è avvenuto in Parlamento, dove i veri oppressi ( 5Stelle) altro non hanno potuto fare che reagire contro l’oppressione e la sistematica violazione delle regole della maggioranza.

(rdn)

- Advertisment -

Popolari