13.9 C
Belluno
sabato, Novembre 26, 2022
Home Cronaca/Politica Maltempo nel Bellunese. Bond e Toscani: "Si ripete un triste copione". Giorgetti:...

Maltempo nel Bellunese. Bond e Toscani: “Si ripete un triste copione”. Giorgetti: “I distributori di energia chiariscano”

Reolon De Martin bond Toscani“La nuova emergenza in atto nel Bellunese conferma solo una cosa, ovvero che il nodo infrastrutturale non può più essere rinviato. Da qui si dovrà partire mercoledì prossimo quando in Consiglio regionale saranno convocati tutti i soggetti coinvolti, a diverso titolo, nel black-out di Santo Stefano e che sono gli stessi anche dell’ultima ondata di disagi. Una cosa è certa: esistono gravissimi responsabilità che devono essere individuate una volta per tutte, così come occorre trovare una soluzione operativa ai problemi che si stanno profilando di ora in ora”.

A dirlo sono i consiglieri regionali bellunesi Dario Bond e Matteo Toscani mentre nel Bellunese è in corso l’ennesima “emergenza bianca” con strade bloccate, black-out a macchia di leopardo e disagi vari. In vista c’è l’incontro previsto mercoledì prossimo nella Terza Commissione Consiliare guidata da Luca Baggio e che vedrà alternarsi – tra gli altri – i grandi distributori dell’energia e gli amministratori locali.

“C’è da chiedersi perché si stiano registrando così tanti disagi in un lasso di tempo tanto breve. La realtà è che l’infrastruttura ha raggiunto il limite e che questi eventi rischiano di diventare cronici da qui ai prossimi anni trascinando la nostra provincia in una spirale di isolamento”, proseguono Bond e Toscani, che poi si appellano anche all’assessore regionale ai lavori pubblici e all’energia Massimo Giorgetti: “Serve aprire il confronto sul piano energetico regionale, studiando un ruolo specifico per il Bellunese”.

Ed è lo stesso Giorgetti a intervenire a stretto giro di posta: “Sono davvero disturbato da questa situazione perché tale emergenza è un nuovo elemento che mette in crisi i rapporti, anche istituzionali, tra Regione da un lato e Terna ed Enel dall’altro”.

Quella di Giorgetti è una analisi amara: “Se da un lato la Regione ha sempre avuto la massima disponibilità nei confronti di questi soggetti, dall’altro è sempre mancata quella manutenzione e quegli investimenti utili per mantenere accettabile il servizio. Per questo, i gestori dovranno chiarire la loro posizione: di certo dalla loro risposta non potranno che esserci delle conseguenze in vista della stesura del nuovo piano energetico regionale”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Hanno calato la maschera. L’Epifania della Verità * di Filiberto Dal Molin

Al Politecnico di Torino è stato annullato il grande Convegno “Poli-covid-22 salute, scienza e società alla prova della pandemia” per un bilancio scientifico sui...

CortinAteatro, un inverno spettacolare a Cortina d’Ampezzo

La rassegna, promossa e sostenuta dal Comune di Cortina D’Ampezzo e organizzata da Musincantus, torna all’Alexander Girardi Hall con un ricco cartellone per il...

Misurina, Istituto Pio XII. Zanoni (PD): “Regione scongiuri la chiusura”

"La perdita di questo punto di riferimento sanitario per bambini e adolescenti affetti da malattie respiratorie sarebbe pesantissima. L'Istituto Pio XII di Misurina è...

Come la moda crea cultura e innovazione: arte, design, chimica e meccatronica protagonisti del 5° Mastertech di Verona

Verona, 25 novembre 2022 – L’industria del Tessile, Moda e Accessorio Made in Italy è un asset strategico per il Paese non solo per...
Share