13.9 C
Belluno
giovedì, Aprile 15, 2021
Home Cronaca/Politica Incontro Renzi Berlusconi. Piccoli: "Nuovo slancio alle riforme"

Incontro Renzi Berlusconi. Piccoli: “Nuovo slancio alle riforme”

Giovanni Piccoli, senatore Forza Italia
Giovanni Piccoli, senatore Forza Italia

Nei giorni scorsi si è tenuto, presso la sede del PD a Roma, l’incontro tra il segretario del Partito democratico, Matteo Renzi , e il presidente Berlusconi. “Si è trattato di un incontro che molti non hanno esitato a definire storico – afferma il senatore bellunese di Forza Italia Giovanni Piccoli –  un incontro storico per le modalità con cui è avvenuto e soprattutto per gli argomenti che finalmente sono stati affrontati. Mi riferisco, evidentemente, al tema delle grandi riforme istituzionali di cui questo nostro Paese ha un vitale bisogno.

E’ importante premettere come, ancora una volta, il presidente Berlusconi stia giocando un ruolo determinante affinché i processi di riforma possano realmente prendere avvio. Conseguentemente, Forza Italia è e sarà chiamata a dare il proprio, deciso e decisivo contributo a questa sfida.

Tre sono le grandi riforme che sono state abbozzate.

In primo luogo – spiega Piccoli –  vi è la riforma di cui più si dibatte anche nei media in questi giorni e, dunque, la riforma elettorale. La dichiarata sintonia tra le parti permette di guardare a questo processo di riforma con sensato ottimismo.

Ciò che appare chiaro è che si potrà discutere sui dettagli, ma non si tornerà indietro sul principio cardine della governabilità.

La mattina dopo lo scrutinio dei voti l’Italia dovrà svegliarsi con un quadro chiaro, gli italiani dovranno sapere fin da subito chi li governerà e che ciò sarà fatto all’interno di un sistema stabile ed in grado di agire immediatamente. Basta con la politica dei “due passi avanti e uno indietro”, per tenere assieme i pezzi di governi “melting-pot”.

A tal proposito, forniremo informazioni non appena noto il modello elettorale così come uscirà dalla Camera dei Deputati, si spera entro la prossima settimana.

In tal senso va anche la proposta sulla riforma del senato.

Sarebbe riduttivo descriverla come un mezzo per ridurre i costi della “macchina dello Stato”. Ciò è sicuro, ma il vantaggio più immediato sarà quello di snellire e, anche in questo caso, chiarire il percorso di produzione legislativa. Si dovranno evitare definitivamente i meccanismi delle “navette” che viaggiano da Palazzo Madama a Montecitorio e viceversa e, spesso, producono (nella migliore delle ipotesi) provvedimenti conclusi in fretta e furia per rispettare le scadenze, oppure provocano l’immobilismo normativo.

Infine, vi è la riforma del Titolo V della Costituzione, vale a dire quello che disciplina le Regioni, le Province e i Comuni.

E’ questa la riforma che più direttamente può interessare anche il territorio bellunese e consentirgli una miglior sorte di quanto non sia prevedibile con l’improvvido disegno di legge “Delrio” in questi giorni in discussione anche al Senato.

La riforma del Titolo V rappresenterà un’occasione rinnovata, per rimettere sul tavolo le fondamentali esigenze di una governance efficace e realmente in grado di tutelare le specifiche e diverse realtà territoriali che compongono il nostro Paese”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Vogatori che passione: caratteristiche, modelli più richiesti e costi

Fare attività fisica è importantissimo per la salute e la mente delle persone, però non tutti hanno la possibilità o il tempo di andare...

Chiusura della Statale 50 alle Gravazze. i mezzi Dolomitibus effettueranno il percorso alternativo

Da venerdì 16 aprile sarà chiusa al traffico la Statale 50 in zona Gravazze, in Comune di Santa Giustina. Di conseguenza, i mezzi di...

Riconversione vigneti: stanziati 38,7 milioni dalla Regione

Venezia, 14 aprile 2021 - “Abbiamo rimodulato le somme che ci sono state assegnate dal piano nazionale di sostegno del settore vitivinicolo, che ammontano...

Vaccinazione persone over 80: prenotazioni online o accesso libero

Belluno, 14 aprile 2021 - Per sostenere la campagna vaccinale a favore delle persone di 80 e più anni (nati nel 1941 o negli...
Share