13.9 C
Belluno
mercoledì, Febbraio 21, 2024
HomeArte, Cultura, SpettacoliNella Biblioteca Digitale una nuova collezione di manoscritti

Nella Biblioteca Digitale una nuova collezione di manoscritti

Consultare documenti antichi, siano essi libri, opuscoli, periodici o manoscritti, risulta difficile perché negli Archivi e nelle Biblioteche ci sono locali dedicati alla loro consultazione che necessitano di autorizzazioni, in genere hanno orari limitati, personale e regole a sé stanti, quando non siano addirittura inaccessibili. Consultare questi materiali inoltre significa sempre rischiare di mettere in pericolo la loro integrità. Spesso i documenti antichi sono stati sottoposti a molteplici fruizioni nel corso dei secoli, sono stati conservati in condizioni non idonee e la fragilità delle carte, delle pergamene o delle legature comporta il loro deterioramento, se non addirittura la perdita. Quando non si metta addirittura a rischio la loro conservazione a causa dei furti.

Serve quindi agli istituti di conservazione da un lato di ampliare l’accessibilità dei documenti antichi per favorirne la consultazione, lo studio e la valorizzazione, dall’altro proteggere la loro integrità tutelandoli da furti e danneggiamenti vari. Un’ipotesi perseguibile in entrambi i sensi, per raggiungere questi obiettivi, è quella della Biblioteca Digitale.

Questo è quanto sta facendo da alcuni anni la Biblioteca civica con la collaborazione del Servizio Sistemi Informativi del Comune di Belluno che, dopo il Fondo Beniamino Dal Fabbro, sta digitalizzando tutti i manoscritti della sezione storica. Quest’anno sono state aggiunte oltre 9300 immagini, pari a ulteriori 49 manoscritti. Ora sono ben 204 i documenti antichi interamente consultabili in rete.

La collezione digitale è stata costruita in modo da riprodurre e organizzare tutte le immagini così che siano il più facilmente fruibili da tutti attraverso un software di gestione che ne permette le funzionalità necessarie alla loro utilizzazione da un qualsiasi personal computer, tablet o smartphone collegato alla rete internet.

La collezione è stata ampliata grazie a una serie di campagne fotografiche, interamente finanziate dalla Regione del Veneto, curate dalla Biblioteca civica e realizzate dalla ditta Digital Codex di Paolo Mauro, durante il 2013. Sono stati prodotti fino ad ora complessivamente 107.733 immagini. Sul sito della Biblioteca civica è possibile liberamente accedere alla Biblioteca Digitale dal menù principale: http://biblioteca.comune.belluno.it/.

Una volta individuato, ogni documento è integralmente consultabile come l’originale scorrendo pagina per pagina sia in avanti che indietro, con la possibilità di una chiara lettura dei contenuti, definendo e ingrandendo l’immagine che interessa. Si può inoltre effettuare il download del file o la stampa della stessa pagina consultata. Per ogni manoscritto è previsto inoltre un link relativo alla scheda completa dello stesso visualizzabile su NBM (Nuova Biblioteca Manoscritta, il progetto regionale di catalogazione dei manoscritti). Per ogni ulteriore

info rivolgersi presso la sede della Biblioteca civica o al tel. 037948093 o biblioteca@comune.belluno.it

 

 

- Advertisment -

Popolari