13.9 C
Belluno
domenica, Aprile 11, 2021
Home Lavoro, Economia, Turismo Dolomitibus, le categorie economiche incontrano i nuovi soci. Confindustria Belluno Dolomiti, Appia...

Dolomitibus, le categorie economiche incontrano i nuovi soci. Confindustria Belluno Dolomiti, Appia e Confartigianato Imprese Belluno: positivo che investitori privati decidano di scommettere sulle potenzialità del territorio bellunese

Palazzo Doglioni-Dalmas sede Confindustria Belluno Dolomiti
Palazzo Doglioni-Dalmas sede Confindustria Belluno Dolomiti

«E’ positivo che investitori privati decidano di scommettere sulle potenzialità del territorio bellunese e credano nel suo sviluppo economico, anche in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo». E’ questo il commento di Confindustria Belluno Dolomiti, Appia e Confartigianato Imprese Belluno, dopo l’incontro con i potenziali acquirenti delle quote di Ratp Dev in Dolomitibus, svoltosi giovedì sera nella sede dell’associazione industriali.

Al tavolo gli imprenditori Federico Mattioli e Massimo Fiorese di Cortina Express, l’amministratore delegato di Dolomitibus Paolo Rodighiero, Sandro Da Rold della giunta esecutiva di Confindustria Belluno Dolomiti con il vicedirettore Daniele Longo, Maurizio Ranon ed Ermanno Pizzolato, rispettivamente direttore di Appia e segretario di Confartigianato Imprese Belluno. «E’ stato un primo confronto – fanno sapere le tre associazioni di categoria – utile soprattutto a conoscere i piani dei nuovi soci privati dell’azienda di trasporto bellunese, che a febbraio acquisirà le quote di Ratp Dev, salvo l’esercizio del diritto di prelazione da parte della Provincia di Belluno, peraltro già escluso dal commissario.

Positiva anche l’intenzione di valutare l’integrazione gomma-rotaia, in un’ottica di sistema che non può che migliorare il trasporto pubblico in provincia». «Guardiamo con favore alla decisione di questi imprenditori di investire sul nostro territorio – aggiungono Confindustria Belluno Dolomiti, Appia e Confartigianato Imprese Belluno – e alla loro intenzione contribuire alla crescita di Dolomitibus, senza mettere in discussione i diritti acquisiti dei lavoratori. I nuovi soci sono figure che rappresentano società importanti e strutturate che operano da anni nel settore, sia in altre regioni italiane, sia nella provincia di Belluno, dove da tempo contribuiscono allo sviluppo turistico, in particolare attraverso il servizio strategico di collegamento tra l’aeroporto di Venezia e le Dolomiti.

Numeri alla mano, hanno infatti dimostrato che una percentuale significativa di turisti che attraversa il nostro territorio per andare in Alto Adige decide poi di tornare per soggiornare nelle località bellunesi».

Share
- Advertisment -

Popolari

Dal 16 al 22 aprile statale chiusa a Gravazze per realizzazione sottopasso ciclabile

Santa Giustina - Inizieranno il 16 aprile i lavori per la realizzazione di un sottopasso ciclabile in località Gravazze, all’interno dell’importante opera inserita come...

Borgo Valbelluna: 31^ edizione del concorso letterario nazionale “Trichiana Paese del Libro”

L’Amministrazione comunale di Borgo Valbelluna ha reso pubblico il bando della 31^ edizione del Premio Letterario Nazionale “Trichiana Paese del Libro”, concorso per racconti...

La figura dell’OSSS, Operatore Socio Sanitario Specializzato, a metà tra OSS e infermiere * di Andrea Fiocco

Si fa sempre più pressante la richiesta da parte delle RSA di avviare la formazione dei cosiddetti OSS Specializzati o con formazione complementare, gli...

Il sentiero Italia Cai, oltre 7mila chilometri in 20 regioni. Martedì in edicola lo speciale di Meridiani montagne

Milano, 9 aprile 2021 - Uno Speciale di Meridiani Montagne in uscita martedì prossimo celebra, in anteprima, la nascita del Sentiero Italia CAI. Una storia italiana...
Share