13.9 C
Belluno
giovedì, Agosto 11, 2022
Home Meteo, natura, ambiente, animali Dolomiti: venerdì ritorna la neve con pericolo valanghe oltre i 1900 metri

Dolomiti: venerdì ritorna la neve con pericolo valanghe oltre i 1900 metri

arpavIl Centro Funzionale Decentrato della Regione Veneto comunica che sulle Dolomiti, oltre i 1900 metri insiste un marcato pericolo di valanghe di grado 3.

Analoga situazione sulle Prealpi, oltre i 1900 metri, anche qui c’è un  marcato (grado 3) pericolo di valanghe.

Fra ieri e oggi il manto nevoso ha subito un riscaldamento e si sono verificate singole valanghe a lastroni di fondo e scaricamenti lungo i pendii alla base delle rocce. In superficie è presente, un po’ ovunque, uno strato di brina di superficie. Oltre i 2000 m di quota, lungo i versanti in ombra alla profondità di 20-30 cm, è presente un altro strato di brina di superficie ricoperto. La neve è ancora generalmente a debole coesione ovunque, leggermente lavorata dal vento in quota, con una piccola crosta in superficie alle quote medie.

Il grado di pericolo valanghe è marcato per la possibilità di valanghe spontanee lungo alcuni pendii ripidi a fondo erboso e per la possibilità di distacchi provocati di valanghe a lastroni soffici già con debole sovraccarico lungo alcuni pendii caratterizzati da neve ventata recente.

Ambiti del pericolo: Vie di comunicazione e aree sciistiche Ambiti del pericolo: Vie di comunicazione e aree sciistiche

Previsione
Neve in arrivo nei prossimi giorni con limite neve in innalzamento specie nelle Prealpi.
Per venerdì sono previsti 25-50 cm di neve fresca a 1200-1600 m
nelle Prealpi con limite neve da 900/1200 in aumento a 1200-1500 m.
Nelle Dolomiti 20-35 cm di neve con limite neve da 700 a 1200 m.
Breve tregua in serata.
Sabato mattino tempo discreto e poi nuovo peggioramento fin a tutta
domenica.
Nelle Prealpi ancora 10-30 cm ma con limite della neve che salirà a
1600 m, bagnando molto la neve di venerdì e sabato pomeriggio.
Nelle Dolomiti, limite neve fra i 1100 e i 1400 m e fra sabato e
domenica a 2000 m sono attesi altri 30-50 cm di neve fresca.
Da venerdì il pericolo di valanghe sarà forte (4). Sono da aspettarsi
distacchi spontanei di valanghe di medie dimensioni e anche grandi
valanghe lungo la maggior parte dei pendii. I piani di distacco saranno
prevalentemente sugli strati di brina di superficie e sugli strati basali.
Domenica, nelle Prealpi, attese valanghe di fondo di neve umida
Ambiti del pericolo
Venerdi 17
DOLOMITI: Vie di comunicazione e aree sciistiche
PREALPI: Vie di comunicazione e aree sciistiche
Sabato 18
DOLOMITI: Vie di comunicazione e aree sciistiche
PREALPI: Vie di comunicazione e aree sciistiche
Domenica 19
DOLOMITI: Vie di comunicazione e aree sciistiche
PREALPI: Vie di comunicazione e aree sciistiche
Lunedi 20
DOLOMITI: Vie di comunicazione e aree sciistiche
PREALPI: Vie di comunicazione e aree sciistiche
Indicazioni generali di sicurezza
Le condizioni per escursioni sulla neve e discese fuori pista saranno
molto severe e proibitive per le condizioni meteorologiche e per
l’instabilità del manto nevoso. Si consiglia di rimanere all’interno dei
tracciati e percorsi dove è garantita la sicurezza dalle valanghe.

Share
- Advertisment -

Popolari

Quale futuro per Bim Belluno Infrastrutture, che cessa la gestione del gas. Interrogazione dell’opposizione

Belluno, 10 agosto 2022 - All'ultimo consiglio comunale di Belluno di due giorni fa, i consiglieri di minoranza Lucia Olivotto, Ilenia Bavasso, Marco Perale...

La fila al primo incontro del mercoledì con i cittadini del sindaco De Pellegrin

Belluno, 10 agosto 2022 - Otto cittadini e istanze varie, dalla richiesta di interventi sul territorio a dubbi di edilizia privata, alla domanda di...

Feltre. Dopo 23 edizioni cala il sipario su Voilà. Le opposizioni: ecco la prima scelta di politica culturale dell’Amministrazione Fusaro

Feltre, 10 agosto 2022 - In attesa di capire quali siano i tempi degli antichi fasti della città cui la sindaca Fusaro fa spesso riferimento,...

Abbattimenti illegali, anche un’aquila reale. Tre arresti e due denunce tra il Primiero e il Bellunese.

È stata posta a termine dal Corpo forestale del Trentino l’attività di bracconaggio di un gruppo organizzato che operava - anche con l’impiego di...
Share