13.9 C
Belluno
mercoledì, Febbraio 21, 2024
HomeCronaca/Politica35mila euro dalla Regione per la Pitturina ski race. Bond: "evento clou...

35mila euro dalla Regione per la Pitturina ski race. Bond: “evento clou della stagione invernale”

Dario Bond, consigliere regionale Pdl
Dario Bond, consigliere regionale Pdl

A poche settimane dal via ufficiale, da Venezia arriva un sostegno concreto per la sesta edizione della Pitturina Ski Race che quest’anno sarà valida come prova di Coppa del Mondo di scialpinismo. La giunta regionale – su proposta dell’assessore Marino Zorzato – ha infatti stanziato un contributo di 35 mila euro a favore dell’Asd Spiquy Team di Santo Stefano di Cadore.

Ad annunciarlo è il consigliere regionale Dario Bond che ha seguito la partita fin dall’inizio accanto a volontari e operatori.

“E’ l’unica tappa in Italia, sarà l’evento invernale d’eccezione non solo per il Bellunese ma per l’intero Veneto. La Regione non poteva non sostenere questa iniziativa che si preannuncia dai grandi numeri”, rimarca Bond.

La gara si articolerà in due giorni tra il 31 gennaio e il 1° febbraio prossimi. Due le prove previste, una gara sprint in notturna a Sappada, molto spettacolare ed entusiasmante, e la gara Regina dello Scialpinismo individual sul percorso classico della Pitturina Ski Race, lungo le creste di confine con l’Austria.

“E’ una occasione imperdibile dal punto di vista turistico e di promozione del territorio. Ci saranno circa venti nazioni presenti”, prosegue il consigliere regionale bellunese, che domenica 5 gennaio ha partecipato alla presentazione ufficiale della manifestazione.

“E’ un modo per far conoscere le Dolomiti nella loro veste più genuina e selvaggia, come teatro di sfida per grandi competizioni sportive ma anche per escursioni e passeggiate nella neve, oltre che con gli sci, anche con le racchette, a piedi o a cavallo”, continua Bond.

Soddisfatto il presidente dell’Asd Spiquy Team Michele Festini Purlan: “La macchina organizzativa sta lavorando a pieno regime”, rivela, “gli atleti professionisti che si sfideranno sulle nostre nevi saranno 150, senza contare i rispettivi staff con medici, ct e familiari”. A questi poi, si aggiungeranno 250 amatori che avranno la possibilità di confrontarsi con i campioni mondiali.

“Uno degli obiettivi della manifestazione è quello di rendere fruibili i teatri della sfida”, rimarca Festini. “Vogliamo che il pubblico possa seguire la gara in quota, anche per questo stiamo predisponendo dei percorsi alternativi per raggiungere Cima Vallona”.

Ci sarà inoltre un occhio di riguardo per la mobilità sostenibile, dai parcheggi all’uso di pullmini. “Ci attendiamo qualche migliaio di spettatori. Sono già arrivate diverse adesioni dalla Liguria, dal Piemonte e dalla Valle d’Aosta. Da questa manifestazione ci aspettiamo molto”, conclude Festini.

- Advertisment -

Popolari