13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 9, 2021
Home Cronaca/Politica Confcommercio. Inaccettabili, per il Cadore, le penalizzazioni derivanti dall’attuazione dell’orario cadenzato per...

Confcommercio. Inaccettabili, per il Cadore, le penalizzazioni derivanti dall’attuazione dell’orario cadenzato per il trasporto ferroviario

confcommercio bellunoSi è svolto lo scorso venerdì 20 dicembre presso gli uffici Confcommercio di Pieve di Cadore, l’incontro che ha sancito ufficialmente l’affiancamento delle categorie del commercio, turismo e servizi alla protesta in atto da parte di pendolari e amministrazioni locali relativamente l’adozione dell’orario cadenzato per il trasporto ferroviario.

Alla presenza del coordinatore Confcommercio del Polo Cadore, Silvano Pivirotto, del presidente provinciale Federalberghi, Gildo Trevisan, del delegato Alberto Dal Mas e del presidente dell’Associazione Albergatori di Cortina d’Ampezzo, Gherardo Manaigo, l’incaricato dalla Magnifica Comunità di Cadore, consigliere del Comune di Pieve, dott. Maurizio Bergamo, ha esposto le problematiche esistenti e le forti penalizzazioni che sta subendo il comparto del turismo e dei servizi con gli interventi riorganizzativi che la Regione Veneto attraverso Trenitalia sta perpetrando nei confronti della tratta che interessa il capolinea di Calalzo di Cadore.

I rappresentanti delle categorie si sono detti dunque fortemente preoccupati per le continue decurtazioni che avvengono ai servizi alla montagna, dove si continua a dover combattere con armi improprie una crisi che si inasprisce di giorno in giorno, riscontrando continuamente la sordità da parte delle amministrazioni centrali nei confronti delle necessità di chi ancora vuole fare impresa e vuole fare turismo.

Come sarà infatti possibile pensare di promuovere la pista ciclabile, il lago di Pieve di Cadore, i Mondiali di Sci a Cortina del 2019, se avremo un asse ferroviario poco più che in disuso? Questa la domanda che si evidenzia dall’amarezza dell’analisi relativa alla considerazione che viene data a questo territorio, anche sotto il profilo del trasporto ferroviario. Si è passati dal Roma-Calalzo, dal Calalzo-Milano diretto di qualche anno fa, al Calalzo-Belluno “diretto”. L’orario cadenzato, buono forse per la pianura, con la fine dei diretti fa pagare il prezzo più alto al Bellunese e in primis alle sue attività turistiche. Anche i treni nel week-end calano, tanto per aiutare il turismo…

Inoltre, con l’adozione di questo sistema, manca totalmente l’integrazione ferro-gomma dove gli autobus devono portare la gente ai “nodi” ferroviari (Calalzo, Belluno etc..) ed avere coincidenze in tempi adeguati, auspicando sempre nella costituzione di un biglietto unico treno-autobus.

“Siamo pronti ad intervenire in ogni modo affinché quantomeno si mantengano una coppia di treni diretti mattina e sera Calalzo-Venezia e Venezia-Calalzo e uno Padova-Calalzo e ritorno”, dice Silvano Pivirotto. “I diretti sono indispensabili al turista con valigie e bagagli al seguito. Inoltre sono utili al trasporto biciclette dato che con l’attuale orario nessun treno è adatto a tale scopo con grave danno alla crescente attrazione esercitata dalla ciclabile più bella del mondo.”

”Vogliamo un treno dignitoso, moderno, efficiente che torni ad essere attrattivo e competitivo. Vogliamo essere collegati al mondo con un treno utile a turisti, pendolari, studenti, un treno che sia in grado di aiutare la nostra economia. Vogliamo essere cittadini di serie A, questo il grido lanciato dall’imprenditoria cadorina del turismo del commercio e dei servizi.”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Cinema Italia, tutto quello che c’è da sapere sullo storico cinema di Belluno. Martedì con il Fai Giovani su piattaforma Zoom

Il gruppo Fai Giovani di Belluno ha organizzato una conversazione on line dedicata allo storico cinema Italia di Belluno. Il gestore Manuele Sangalli porterà...

Il Lions Club Belluno dona 18 Pc alle scuole di Borgo Valbelluna

Il Lions Club Belluno, dopo l’apprezzato intervento per le scuole primaria e secondaria di Limana, ha voluto donare alle scuole di Borgo Valbelluna diciotto...

Si può battere sul tempo l’infezione da Sars Cov 2 grazie agli antivirali e ad una nuova organizzazione del territorio

È ormai acclarato che l’opportunità terapeutica dell’utilizzo degli antivirali contro l’infezione da Sar-Cov2 è tanto più efficace quanto prima si utilizzano tali rimedi fin...

No paura Day 3. Domenica alle 16 in piazza Martiri a Belluno

Belluno, 9 maggio 2021 – Oggi pomeriggio alle ore 4 in piazza dei Martiri a Belluno si terrà il terzo appuntamento “No paura day”,...
Share