13.9 C
Belluno
sabato, Novembre 26, 2022
Home Cronaca/Politica Confindustria Belluno Dolomiti. Incontro con i tre consiglieri regionali bellunesi sullo sviluppo...

Confindustria Belluno Dolomiti. Incontro con i tre consiglieri regionali bellunesi sullo sviluppo sostenibile del territorio

Palazzo Doglioni Dalmas sede di Confindustria Belluno Dolomiti
Palazzo Doglioni Dalmas sede di Confindustria Belluno Dolomiti

Gianluca Vigne: è stato un primo confronto su provvedimenti che la giunta sta adottando rilevanti per le ricadute che potrebbero avere sul territorio

Belluno, 20 dicembre 2013 – Alla ricerca di un percorso condiviso per lo sviluppo sostenibile del territorio. Era questo l’obiettivo dell’incontro, che si è svolto stamattina a Palazzo Doglioni Dalmas, tra una delegazione di imprenditori di Confindustria Belluno Dolomiti “guidata” da Gianluca Vigne, componente di giunta con delega all’energia e ambiente dell’associazione, e i tre consiglieri regionali Dario Bond, Sergio Reolon e Matteo Toscani.

Al centro della discussione alcuni provvedimenti regionali (come il nuovo piano energetico, approvato con la delibera n. 1820 il 15 ottobre scorso) rilevanti per le ricadute che potrebbero avere sul territorio bellunese, sui quali Confindustria Belluno Dolomiti ha chiesto di poter esprimere le proprie valutazioni, auspicando il sostegno dei tre rappresentanti provinciali a Palazzo Ferro-Fini. «A pochi giorni dal Natale – commenta Gianluca Vigne – abbiamo voluto incontrare i tre consiglieri regionali non solo per uno scambio di auguri, ma anche e soprattutto per avere con loro un primo confronto sui provvedimenti che la giunta sta adottando e che, pur riguardando ovviamente tutto il territorio veneto, presentano alcuni aspetti particolarmente problematici per la nostra provincia. Abbiamo spiegato a Bond, Reolon e Toscani quali sono i nostri obiettivi, sia per la valorizzazione delle risorse ambientali, sia per lo sviluppo economico del territorio».

«E’ evidente – conclude Vigne – che imporre vincoli non modificabili produrrà effetti negativi su più livelli, mettendo a rischio non solo lo sviluppo economico, ma anche la gestione del territorio. Confidiamo che il confronto avviato oggi possa portare a individuare un percorso condiviso su alcuni temi strategici per lo sviluppo sostenibile del nostro sistema economico».

Share
- Advertisment -

Popolari

Hanno calato la maschera. L’Epifania della Verità * di Filiberto Dal Molin

Al Politecnico di Torino è stato annullato il grande Convegno “Poli-covid-22 salute, scienza e società alla prova della pandemia” per un bilancio scientifico sui...

CortinAteatro, un inverno spettacolare a Cortina d’Ampezzo

La rassegna, promossa e sostenuta dal Comune di Cortina D’Ampezzo e organizzata da Musincantus, torna all’Alexander Girardi Hall con un ricco cartellone per il...

Misurina, Istituto Pio XII. Zanoni (PD): “Regione scongiuri la chiusura”

"La perdita di questo punto di riferimento sanitario per bambini e adolescenti affetti da malattie respiratorie sarebbe pesantissima. L'Istituto Pio XII di Misurina è...

Come la moda crea cultura e innovazione: arte, design, chimica e meccatronica protagonisti del 5° Mastertech di Verona

Verona, 25 novembre 2022 – L’industria del Tessile, Moda e Accessorio Made in Italy è un asset strategico per il Paese non solo per...
Share