13.9 C
Belluno
sabato, Settembre 26, 2020
Home Cronaca/Politica Concluso a Pieve di Cadore il convegno "Vivere di turismo in Cadore...

Concluso a Pieve di Cadore il convegno “Vivere di turismo in Cadore si può!”

Vivere cadore leggera“Vivere di turismo in Cadore si puo’”: primo passo verso i pacchetti per la famiglia. Proposta la costituzione di un tavolo di lavoro per la messa in rete dell’offerta. Si è tenuto al Palazzo Cosmo di Pieve di Cadore il convegno “Vivere di turismo in Cadore si può! L’offerta di vacanza per la famiglia: la ricchezza che abbiamo e che non sappiamo di avere”. L’incontro, organizzato dal Lions Club con il patrocino del Consorzio BIM Piave e il Comune di Pieve di Cadore, rappresenta il primo appuntamento di un ciclo di incontri tematici per valutare e decidere le azioni concrete da mettere in atto per un reale sviluppo turistico della area montana dichiarata Patrimonio UNESCO nel 2009, in particolare l’individuazione e creazione di pacchetti turistici dedicati alla famiglia. Concreti e attuali gli interventi dei relatori: dall’analisi del target al concept di prodotto, dall’offerta esistente (“Sentiero degli gnomi”, Museo dell’Occhiale, attività outdoor) all’ipotesi di pacchetto attuabile, dalla promozione online alle partnership a sostegno dell’iniziativa privata. “Vi è la forte necessità di trovare delle alternative per il futuro” – ha dichiarato il Presidente del Lions Club Pieve di Cadore Ghaleb Ghanem – “Qui oggi abbiamo fatto il primo passo proponendo la costituzione di un tavolo di lavoro per il turismo Cadorino composto da operatori, enti, aziende e amministrazioni e guidato da un team di professionisti per la messa in rete delle proposte”. Presenti numerosi sindaci e operatori del settore. Importante l’intervento della Regione Veneto che, attraverso il commissario direzione turismo Paolo Rosso, ha confermato l’attuazione della specificità della Provincia di Belluno in materia di turismo. A chiusura del convegno, l’inaugurazione del nuovo “salottino” al pian terreno del Cos.Mo, spazio pensato per bambini, giovani e meno giovani con connessione wifi gratuita. “Questo spazio va nella stessa direzione del convegno perché si propone ad uso dei nostri concittadini, ma anche come integrazione dell’offerta per i nostri ospiti”, ha dichiarato il sindaco di Pieve di Cadore Maria Antonia Ciotti.

Share
- Advertisment -



Popolari

Colori, sapori e profumi d’inverno a Villa Patt di Sedico

Anche il Gruppo micologico "Bresadola" di Belluno presente alla manifestazione "Colori, sapori e profumi d'autunno" a Villa Patt di Sedico. Nelle giornate di sabato dalle...

Divani Chesterfield sempre più acquistati anche online

Il divano è uno degli accessori più importanti dell’abitazione. Ecco perché quando si sceglie questo arredo occorre puntare su artigianalità e cura dei dettagli....

Elettrodotto. Vendramini: “Se il progetto iniziale verrà disatteso, siamo pronti a rivolgerci alla Procura”

Un report emerso dalla Provincia rimette in discussione il piano di "Razionalizzazione e sviluppo della RTN nella media valle del Piave".  E le amministrazioni...

Nevegal. Massaro: “Gli impianti potranno essere trasferiti al Comune solo se si troverà un gestore”

La società aggiudicataria, Paragon Business Advisors di Zola Predosa, ha presentato lo studio sul Nevegal che gli era stato commissionato dal Comune di Belluno,...
Share