13.9 C
Belluno
sabato, Ottobre 24, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Crisi Acc. Il Bard e il Comitato Bellunese Acqua Bene Comune aderiscono...

Crisi Acc. Il Bard e il Comitato Bellunese Acqua Bene Comune aderiscono alla manifestazione di domenica a Mel

ACC (ex Zanussi) Mel Belluno
ACC (ex Zanussi) Mel Belluno

“La questione Acc è una vicenda che investe tutto il territorio Bellunese. Ci auguriamo che tutti i sindaci mobilitino la popolazione perché è necessario che il territorio dimostri non solo a parole, ma con la presenza fisica dei suoi cittadini, la vicinanza alle maestranze della Acc sulle quali pende il rischio del fallimento dell’azienda che dà lavoro a più di 600 operai”.

Lo dichiara il direttivo del Movimento Bard Belluno autonoma Regione Dolomiti.

Il Sindaco di Mel, Stefano Cesa, ha correttamente paragonato la fine della Acc a un nuovo Vajont e di certo il paragone non offende la memoria del disastro perché nell’ipotesi disgraziata che Acc chiuda, le conseguenze sull’economia e sul tessuto sociale della Val Belluna sarebbero devastanti. Perdere pezzi così importanti della manifattura bellunese – sostiene il Bard – mette a rischio tutto il territorio e il comportamento tenuto dagli operatori del credito, che sul bellunese hanno costruito per anni pingui bilanci e ora si defilano, é inqualificabile. Qui si é messa alla berlina la dignità dei lavoratori, costretti a girar per sportelli bancari come fossero mendicanti mentre essi chiedono solo lavoro, non carità. Ogni Donna e Uomo che si ritenga degni di questo nome deve ritenersi impegnato personalmente a manifestare Domenica prossima davanti alla ACC di Mel.

“Domenica a Mel – assicurano dal Bard –  davanti a quella fabbrica per anni simbolo della rinascita di una intera provincia dobbiamo far vedere che il popolo delle Dolomiti possiede ancora quella caratteristiche che contraddistinguono i popoli della montagna bellunese. Solidarietà verso i lavoratori e coraggio per battersi perché questa é una battaglia che deve essere vinta. Noi del Bard ci saremo!”

Analoga decisione del Comitato bellunese Acqua bene comune, che in solidarietà con le operaie e gli operai dell’Acc ha deciso di posticipare di una settimana l’iniziativa già programmata per il ripristino ambientale della Valle del Mis, per essere presenti domenica a Mel a fianco dei lavoratori.

“Contro il ricatto che questa provincia sta subendo – dichiara il Comitato –  in difesa del nostro territorio, il 10 novembre saremo a Mel e il 17 novembre, sempre alle ore 11, in Valle del Mis”.

(adn)

 

 

 

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Findomestic addebita a un omonimo la rata del finanziamento. Brumurelli (Associazione Io mi tutelo): “In 15 giorni abbiamo chiarito il caso con la banca...

Vedersi addebitare ogni mese delle rate di una cinquantina di euro senza sapere il perché non dev’essere piacevole. E’ successo in un Comune della Valbelluna...

Agricoltura di montagna. Dorfmann: aumenta il livello di protezione, maggiori aiuti alle aziende costituite da giovani

Si è chiusa con il voto di approvazione di ieri sera la quattro giorni che al Parlamento Europeo ha visto in discussione uno dei...

Furti di monili d’oro in casa. Giovedì sera a Limana e venerdì sera a Mel

Borgo Valbelluna, 24 ottobre 2020  -  Due furti in appartamento sono avvenuti nella tarda serata di ieri. Uno in quartiere Europa e l'altro in...

Passaggi a livello desueti. L’interrogazione del consigliere Stella

Nel territorio del Comune di Belluno vi sono 5 passaggi a livello (1 a Safforze, 2 a Fiammoi, 1 a Sargnano, 1 a San...
Share