13.9 C
Belluno
martedì, Settembre 22, 2020
Home Cronaca/Politica Progetto 6000 campanili: contributi da 500mila a 1 milione di euro ai...

Progetto 6000 campanili: contributi da 500mila a 1 milione di euro ai Comuni più veloci a fare la domanda. De Menech: “Il metodo va rivisto!”

Roger De Menech, deputato Pd
Roger De Menech, deputato Pd

“Il metodo utilizzato per presentare la domanda relativa al «Progetto 6000 campanili» va rivisto! Si tratta – fa sapere il deputato bellunese Roger De Menech – di un progetto contenuto nel Decreto del Fare (non ancora pubblicato su la Gazzetta Ufficiale) che presenta delle modalità nell’inoltro per lo meno discutibili già sottolineate nelle sedi opportune”.

“Il termine della presentazione delle domande al Progetto 6000 campanili – prosegue De Menech – scatta dalle ore 9 del giorno successivo alla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale e pertanto chi avesse intenzione di inoltrare la richiesta deve stare in guardia.”

“Il facsimile della domanda, il logo da adottare e l’indicazione dei documenti da allegare, si trovano sul sito dell’Anci e del Ministero delle Infrastrutture e – prosegue il deputato bellunese – vengono accolte solo le domande in ordine di arrivo e compilate con le modalità contenute nel decreto.

La scelta dei progetti da approvare sarà pertanto legata all’ordine di arrivo-consegna delle domande – che dovrà essere effettuata attraverso la Pec (Posta elettronica certificata) – e non sulla bontà del progetto. Solo dalle 9 del giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale decorreranno i termini per la presentazione delle domande e, solo da allora, il click day sarà attivo”.

“Intanto – fa sapere De Menech – ho provveduto a trasmettere il riassunto del decreto a tutti i Comuni della provincia in modo tale che si attivino per tempo.”

Di seguito il campo di applicazione del «Progetto 6000 campanili».

La domanda di contributo finanziario può essere presentata dai Comuni che, sulla base dei dati anagrafici risultanti dal censimento della popolazione 2011, avevano una popolazione inferiore ai 5mila abitanti (i comuni veneti potenzialmente interessati sono 314 su 581 quelli bellunesi sono 61 su 69 totali).

L’importo del finanziamento richiesto per ogni progetto non potrà essere inferiore a 500mila euro e superiore a un milione di euro. Sono ammissibili al finanziamento interventi di: adeguamento, ristrutturazione e nuova costruzione di edifici pubblici (compresi gli interventi relativi a: sicurezza sismica, sicurezza antincendio, risparmio energetico, sicurezza sui luoghi di lavoro, eliminazione di barriere architettoniche, ecc.).

Oltre a ciò il progetto indica la possibilità di prevedere la realizzazione e la manutenzione della viabilità comunale compresi eventuali lavori quali: fognature, acquedotti, pubblica illuminazione, salvaguardia e messa in sicurezza del territorio Tali interventi possono riguardare, per esempio, regimazione idraulica, consolidamento di frane, prevenzione incendi boschivi, bonifiche ambientali, ecc.

“In un momento così delicato della vita amministrativa e politica del nostro paese – conclude il deputato bellunese del Partito Democratico – in cui le risorse sono sempre più scarse, sarebbe sicuramente più corretto distribuire i denari in base alla bontà del progetto e alla sua ricaduta nel territorio piuttosto che privilegiare esclusivamente la velocità nello spedire le domande.”

Share
- Advertisment -



Popolari

Verona, elezioni suppletive al Senato. Trionfo di De Carlo che ricorda Bertacco: “Il centrodestra unito è inarrestabile; questo esecutivo non risponde più alla nazione”

Luca De Carlo è stato eletto senatore. E' il primo nella storia a ricoprire il ruolo di deputato e senatore nel corso della stessa...

Accesso ai servizi Inps. Collaborazione con la Provincia, Comuni e Unioni montane

E' stata presentata questa mattina a Palazzo Piloni, sede della Provincia, l'accordo di collaborazione tra Inps, Amministrazioni comunali locali del territorio e Unioni montane....

Vince il sì, vince il popolo sovrano. Il futuro Parlamento avrà 600 membri, 345 in meno dell’attuale

I dati non sono ancora noti, ma le proiezioni non lasciano dubbi. Davvero qualcuno poteva credere che il popolo sovrano si precipitasse in massa...

Regionali Veneto 2020: di quanto Zaia supererà se stesso?

Questa sera, lunedì 21 settembre, sapremo di quanto Zaia ha superato sé stesso accingendosi per la terza volta a fare il presidente di Regione....
Share