13.9 C
Belluno
lunedì, Giugno 27, 2022
Home Prima Pagina Tares, ecco come si pagherà la nuova imposta comunale sui rifiuti e...

Tares, ecco come si pagherà la nuova imposta comunale sui rifiuti e servizi

Palazzo Rosso, sede del Comune di Belluno
Palazzo Rosso, sede del Comune di Belluno

Il 1° gennaio 2013, in sostituzione della TIA, è entrata in vigore la TARES, Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi, istituito in tutti i Comuni del territorio nazionale a copertura dei costi del servizio di gestione RSU svolto in regime di privativa (ai sensi dell’art. 14 D.L. 201/2011 convertito in L. 214/2011 e s.m.i.). Pertanto dal 1/01/2013 sono soppresse la TIA 1 e l’addizionale ex ECA. Il Regolamento Comunale TARES e le relative tariffe per l’anno 2013 sono stati approvati con Deliberazioni del Consiglio Comunale n. 31 e n. 30 del 31/05/2013.

 

Principali novità della Tares

per le utenze di Belluno il prelievo ha natura tributaria, la cui titolarità torna ad essere in capo al Comune di Belluno (come la precedente TARSU). Al Soggetto Gestore – Bellunum s.r.l. rimangono affidate le attività amministrative (anche di bollettazione), mediante il punto informativo e di Servizio – Ecosportello di Via Feltre n. 91 a Belluno. Trattandosi di tributo, sull’importo della tariffa non viene applicata l’IVA;

in aggiunta al tributo per il servizio rifiuti, è prevista una maggiorazione per i costi dei cosiddetti “servizi indivi-sibili” (servizi comunali per la sicurezza, l’illuminazione pubblica, la manutenzione delle strade, ecc.), che per l’anno 2013 verrà versata direttamente allo Stato nella misura standard di € 0,30 al metro quadro di superficie dell’utenza. L’addebito della maggiorazione verrà effettuato nella bollettazione a saldo con scadenza prevista al 31 gennaio 2014;

 

Metodo di calcolo della Tares

Il metodo di calcolo (metodo normalizzato ai sensi del D.P.R. 158/1999 e s.m.i.) e la superficie imponibile (calpestabile) della TARES sono i medesimi utilizzati per la determinazione della TIA fino al 2012, con la sola esclusione dell’applicazione dell’IVA e fermo restando l’addebito per l’Addizionale Provinciale nella misura del 5% sul tributo, nonché la nuova Maggiorazione per servizi indivisibili che verrà applicata con la rata a saldo di gennaio 2014.

 

Utenze domestiche:

parte fissa: calcolata moltiplicando la superficie (metri quadri) per il valore unitario (stabilito in relazione alla composizione del nucleo familiare);

parte variabile: calcolata in rapporto al numero dei componenti del nucleo familiare come risultanti dagli archivi anagrafici del Comune, dalla banca dati TIA aggiornata e dalle nuove dichiarazioni TARES da parte dei contribuenti.

 

Utenze non domestiche:

parte fissa: calcolata moltiplicando la superficie (metri quadri) per il valore unitario;

parte variabile: calcolata in rapporto alla potenziale produzione di rifiuti connessa alla tipologia di attività esercitata (metri quadri per valore unitario) come risultante dalla banca dati TIA aggiornata e dalle nuove dichiarazioni TARES da parte delle attività economiche e produttive.

Si precisa che le tariffe del tributo 2013 sono state determinate mantenendo invariati, rispetto al 2012, gli specifici coefficienti tariffari e che complessivamente ne risulta una riduzione percentuale effettiva per tutte le utenze sia nella quota fissa sia nella quota variabile:

utenze domestiche: circa 4% sulla quota variabile e circa 3% sulla quota fissa;

utenze non domestiche (quota fissa e quota variabile): circa 5%.

 

 Modalità di pagamento

Il tributo comunale (TARES) è versato direttamente al Comune di Belluno esclusivamente mediante il modello F24 precompilato entro la scadenza del 30/09/2013. Il pagamento con modello F24 potrà essere effettuato presso tutti gli sportelli bancari e postali oppure attraverso lo strumento telematico homebanking per coloro che lo hanno attivato.

E’ sempre possibile effettuare il pagamento mediante bollettino di c/c postale unico n. 1011136627 reperibile presso gli uffici postali (in bianco/non precompilato): in tal caso, nella compilazione a cura dell’utente si raccomanda di riportare tutti i dati richiesti.

Pagamenti Tares cittadini residenti all’estero: Nel caso in cui non sia possibile utilizzare l’allegato modello F24 per effettuare il versamento Tares dall’estero, occorre provvedere con un bonifico bancario presso la Tesoreria Comunale. Tutti i dettagli sul sito www.bellunum.com

Pagamenti Tares Enti Pubblici: gli Enti pubblici dovranno utilizzare per il pagamento l’apposito modello F24 Enti Pubblici (F24 EP). Il nuovo modello dovrà essere compilato in ogni parte utilizzando gli specifici codici tributo istituiti con Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n.42/E del 28/06/2013 e le relative indicazioni.

 

 Attenzione:

Per la Tares non sono più ammesse, né applicabili, le tradizionali modalità di pagamento finora in uso per la TIA: bollettino di c/c postale intestato a Bellunum, ordine continuativo di pagamento – RID e bonifico bancario.

Tali modalità rimarranno invariate solamente per i pagamenti TIA pregressi fino all’anno 2012 e per i servizi complementari di gestione rifiuti svolti anche successivamente (es. prese a domicilio ingombranti e ramaglie, chiavi magnetiche sostitutive, ecc.).

 

Obbligo di dichiarazione

Anche ai fini TARES, come per la precedente gestione della TIA, è fatto obbligo al contribuente di dichiarare ogni circostanza rilevante per l’applicazione del tributo e in particolare devono essere comunicati l’inizio, la variazione o la cessazione dell’utenza, oltre alla sussistenza delle condizioni per ottenere agevolazioni e/o riduzioni. Le dichiarazioni devono essere presentate all’Ecosportello di Via Feltre, 91, a Belluno mediante compilazione degli appositi moduli messi a disposizione dell’utenza.

In particolare si evidenzia, ai sensi dell’art. 13 del vigente Regolamento TARES, che il periodo di applicazione del tributo decorre dal primo giorno del mese successivo a quello in cui ha avuto inizio l’occupazione o la detenzione dei locali ed aree e sussiste sino all’ultimo giorno del mese in cui è cessata l’utilizzazione, purché debitamente e tempestivamente dichiarata. E’ pertanto importante presentare tempestivamente, e comunque nel termine di 60 giorni, la dichiarazione di cessata occupazione/detenzione o possesso dei locali, con l’indicazione del nuovo indirizzo di residenza e/o domicilio e di tutti gli elementi atti a comprovare la stessa.

In caso di ritardata dichiarazione (oltre il termine previsto di 60 giorni) ma comunque effettuata entro il 31 dicembre dell’anno di cessazione, l’utenza verrà chiusa alla data di presentazione della medesima, con applicazione del tributo fino a tale data.

In caso invece di mancata/omessa presentazione della dichiarazione nel corso dell’anno di cessazione, il tributo sarà comunque dovuto fino al 31 dicembre dell’anno di cessazione. Inoltre, il tributo sarà dovuto anche per le annualità successive, a meno che il contribuente non dimostri di non aver continuato l’occupazione, la detenzione o il possesso dei locali e delle aree ovvero se il tributo è stato assolto dal soggetto subentrante a seguito di dichiarazione o in sede di recupero d’ufficio.

Nel caso di decesso del contribuente, i familiari conviventi o gli eredi dello stesso, dovranno provvedere alla presentazione della dichiarazione di cessazione o di subentro/variazione entro il termine ordinario di 60 giorni, decorso il quale sarà applicata la variazione d’ufficio intestando l’utenza a uno degli eredi, come da allegato C al Regolamento vigente.

 

Riduzione tariffa di igiene ambientale (Tia) per l’anno 2012

Grazie ai comportamenti virtuosi dei cittadini e alle economie di gestione del servizio da parte di Bellunum è stato possibile riconoscere una “riduzione” a tutte le utenze sull’importo TIA fatturato di competenza dell’anno 2012.

La riduzione è pari al 7,5% dell’importo addebitato (IVA compresa) per la tariffa 2012, e verrà riconosciuta con le seguenti modalità:

per i soggetti titolari di utenze RSU TIA/TARES ancora attive risultanti in regola con i pagamenti pregressi della TIA (tariffa di igiene ambientale) la riduzione verrà calcolata direttamente in diminuzione dell’importo dovuto per la TARES all’interno della presente bolletta con la voce “Riduzione TIA 2012”;

per gli altri soggetti titolari di utenze RSU TIA/TARES ancora attive risultanti non in regola con i pagamenti TIA pregressi, la riduzione verrà effettuata portando in diminuzione il debito verso il Soggetto Gestore Bellunum Srl al momento del saldo, di cui si sollecita il pagamento. Per informazioni sull’importo ancora a debito e sulla modalità di regolazione si invita a contattare l’Ecosportello al numero verde gratuito 800 482 284 oppure scrivere una e-mail a: ecosportello@bellunum.com. (Si precisa che il ritardato pagamento delle fatture TIA pregresse comporterà in ogni caso l’applicazione delle sanzioni e degli interessi previsti per legge).

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Grazia Di Grace 20 anni dopo. Intervista alla cantante bellunese Grazia Donadel. A settembre il nuovo spettacolo “Radici, radici”

E’ molto difficile non riuscire a trovarsi a Belluno. Eppure ci siamo riusciti. L’appuntamento per l’intervista con Grazia Donadel, cantante, compositrice, laureata in Filosofia...

Due interventi in montagna per scariche di sassi

Belluno, 26 - 06 - 22  -  Attorno alle 13 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato in direzione della parete nord...

Il professor Trabucco nominato Referente del Dipartimento Affari costituzionali di Italexit

Domenica 26 giugno 2022, a Roma, nel corso del I° convegno nazionale di Italexit il segretario nazionale, senatore Gianluigi Paragone, ha nominato il professor...

Occhiali e surrealismo: attrazione. La mostra a Pieve di Cadore, per vedere il surreale e il reale

Domenica 3 luglio, alle ore 18.00, presso la Fondazione Museo dell’Occhiale onlus di Pieve di Cadore, si terrà l’inaugurazione dell’esposizione Occhiali e surrealismo: attrazione....
Share