13.9 C
Belluno
martedì, Gennaio 26, 2021
Home Cronaca/Politica Progetto di impianto di trattamento rifiuti speciali di Lentiai: la minoranza "Cesio...

Progetto di impianto di trattamento rifiuti speciali di Lentiai: la minoranza “Cesio Sviluppo e Territorio” chiede al sindaco quale sia la posizione dell’ammistrazione comunale

Moreno Broccon
Moreno Broccon

Carlo Vigna
Carlo Vigna

“Chiediamo al Sindaco e all’amministrazione di Cesiomaggiore di esplicitare la propria posizione sull’impianto di trattamento di rifiuti liquidi speciali che sorgerà nel Comune di Lentiai in corrispondenza dell’ex impianto di depurazione di proprietà dell’ex San Marco”.

Lo chiedono Carlo Vigna e Moreno Broccon del gruppo di minoranza consiliare “Cesio Sviluppo e Territorio”

“Ricordiamo, difatti, che il progetto interessa anche il Comune di Cesiomaggiore, dato che è previsto che nel suddetto impianto siano trattate anche le acque di processo derivanti dalle lavorazioni di Lattebusche S.c.a., le quali verrebbero fatte defluire all’impianto tramite apposita condotta già installata anni fa lungo il ponte di Busche.

Pare importante ricordare che tali strutture, pur se progettate e costruite con le migliori tecnologie disponibili, portano con se il rischio di pesanti impatti ambientali, misurabili in termini di emissioni in atmosfera e in termini di scarichi idrici, in caso di problematiche che spesso interessano tali delicati impianti.

Finora si è usato impropriamente il termine di depuratore, quando invece sarebbe più corretto parlare di impianto di trattamento di rifiuti speciali: parliamo, infatti, di decine di autobotti al giorno cariche di rifiuti liquidi, in buona parte classificati dalla normativa ambientale vigente come speciali pericolosi, che ogni giorno saranno trattati nell’impianto, per poi sversare il liquido depurato nel Piave in una zona prossima ad un’area protetta (Zona di Protezione Speciale rientrante nella Rete Natura 2000), che è un bene comune ed è già stata sufficientemente sacrificata.

Pensiamo, in definitiva, – conclude l’interrogazione – che non si possa restare in silenzio di fronte a un tema così importante per la comunità e quindi sollecitiamo il Sindaco e l’amministrazione di Cesiomaggiore a prendere una posizione immediata e condivisa con la minoranza, così come fatto dall’amministrazione comunale di Lentiai”.

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Quella volta che l’Aci voleva far pagare il passaggio di proprietà per demolire l’auto del defunto

C'è una storia di ordinaria e folle burocrazia che merita d'essere ricordata. E' successa i primi mesi del 1992 e riguarda l'Automobile Club d'Italia,...

Sanità. Bigon: la Regione riconosca la specificità di Belluno con una politica di incentivi per garantire anestesisti e rianimatori negli ospedali

Venezia, 26 gennaio 2021 - "La Regione deve garantire i Lea su tutto il territorio, riconoscendo con i fatti la specificità della provincia di Belluno....

Feltre. Associazioni di volontariato e protezione civile: domanda di contributi entro il 25 febbraio 

Il Comune di Feltre ha emesso l'avviso pubblico per la presentazione delle domande di contributo da parte delle Associazioni di Volontariato operanti nel settore...

Cortina festeggia i 65 anni dalle Olimpiadi invernali del ’56, e guarda al futuro

Cortina d'Ampezzo festeggia sessantacinque anni dalla cerimonia di apertura dei suoi primi Giochi Olimpici Invernali. E celebrando il passato, la Regina delle Dolomiti si...
Share