13.9 C
Belluno
martedì, Gennaio 19, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Chiusa a Cortina, con numeri significativi, la prima edizione di “BelPaese che...

Chiusa a Cortina, con numeri significativi, la prima edizione di “BelPaese che cambia”, che ha messo giovani e imprenditori a confronto

cortina d'ampezzo 290x208Del Torchio (Alitalia): puntare sui Politecnici per ricostruire una cultura d’impresa più vicina alla nostra realtà manifatturiera – Giovani neolaureati: l’Italia non garantisce condizioni economiche adeguate – Gli imprenditori: ci vuole l’impegno di tutti per uscire dalla crisi – Tomat: le incertezze sulla nuova normativa del lavoro hanno fermato le assunzioni per un anno – Francesco Ciani Bassetti, presidente BelPaese che cambia: “Per questa prima edizione i numeri sono già importanti”

Sono indicazioni chiare quelle emerse ieri all’incontro “Impresa Italia: più spazio al talento” svoltosi a Cortina nell’ambito dell’iniziativa “BelPaese che cambia”, e che ha visto a confronto grandi manager, imprenditori e un gruppo di giovani selezionati da Cà Foscari con percorsi di studio e lavoro tra l’Italia e l’estero. E proprio da questi ultimi è arrivato un invito a rivolgere maggiore attenzione ai neolaureati, sempre più perplessi dalla scarsa competitività del mondo del lavoro in Italia rispetto agli altri Paesi.

Per Andrea Tomat, imprenditore e presidente di Cà Foscari Alumni, “Nelle grandi aziende italiane ci sono impegno e risorse per assicurarsi i nuovi talenti: ma l’Italia è fatta di imprese piccole e medie che non hanno gli stessi mezzi, e che in questo momento stanno lottando per il loro futuro. Ai lavoratori, e ai nuovi assunti, chiediamo uno sforzo per condividere questa lotta, dalla quale siamo in grado di uscire vincenti proprio perché siamo più dinamici”. E a proposito delle “regole del gioco” Tomat ha ricordato come “Al di là delle buone intenzioni, l’estenuante trattativa sulla nuova normativa del lavoro ha bloccato le assunzioni per un anno.”

Gabriele Del Torchio, Amministratore Delegato di Alitalia, dopo aver ricordato l’importanza di un sempre maggiore “movimento di cervelli”, che fa della mobilità un valore, ha messo l’accento su una carenza del nostro sistema formativo “Periti e tecnici hanno fatto nascere l’industria manifatturiera Italiana e la nostra fortuna economica: ed è dagli ingegneri che bisogna ripartire per rilanciare questo Paese. L’Italia ha bisogno di ingegneri altamente preparati, formati in Politecnici di eccellenza. E’ evidente che il nostro Paese non può continuare a sprecare investimenti in lauree senza sbocchi lavorativi.”

Ancora più netto il segnale che Del Torchio lancia al territorio veneto: “E’ impensabile che nel nordest italiano, che in fatto di meccanica ha inventato molto, non ci sia un politecnico, una struttura universitaria ad alta specializzazione al servizio del territorio”.

Nel dibattito, condotto dalla giornalista Monica Rubele, Giangiacomo Bonaldi, presidente Confagricoltura Veneto, ha ricordato lo straordinario potenziale del nostro sistema agroalimentare di qualità, che ha necessità di organizzarsi in reti di imprese con il contributo delle nuove leve; Fabio Cerchiai, presidente di Autostrade per l’Italia e Atlantia, ha sottolineato il grande impegno di Autostrade sul talent management, con 300 talenti coinvolti in 5 anni. Infine, Roberto Papetti, direttore del Gazzettino, ha segnalato la fase contraddittoria del sistema editoriale: poche risorse a causa della crisi, e grande necessità di ricambio delle risorse umane per i cambiamenti tecnologici.

A chiusura dell’iniziativa, il presidente di “BelPaese che cambia”, Francesco Ciani Bassetti, ha tracciato un primo bilancio: “Nelle tre serate dedicate al tema “Giovani, merito, innovazione” abbiamo richiamato a Cortina imprenditori tecnici ed esperti di grande prestigio, un gruppo di giovani con esperienze internazionali, con oltre 600 presenze complessive in sala. Abbiamo avuto un grande aiuto dalle realtà locali, dalla stampa e dalle aziende che ci hanno supportato. Direi che è un bel punto di partenza.” E per la coordinatrice dell’evento, Lisa Zanardo: “C’è molto interesse a confrontarsi in modo innovativo sui grandi temi del nostro Paese: torneremo con una nuova iniziativa già il prossimo inverno. Sempre a Cortina.”

Share
- Advertisment -

Popolari

Scuola parrucchieri, grafica, liceo sportivo. C’è ancora tempo per visitare la scuola, all’Istituto Leonardo Da Vinci

C'è tempo fino al 25 gennaio per scegliere la scuola superiore: l'Istituto Leonardo Da Vinci apre le porte alle famiglie, su prenotazione e in...

Ancora bloccato l’appalto della galleria Pala Rossa tra Primiero e il Feltrino

La Comunità di Primiero e i Comuni del territorio scrivono alla Regione Veneto, alla Provincia di Trento, alla Provincia di Belluno e agli Enti...

Campi fotovoltaici sulle discariche dismesse. L’idea green di Legambiente favorita anche dal Recovery Fund

Cosa si potrebbe fare sulle superfici, teoricamente inutilizzabili, delle discariche sature, come ad esempio quella di Belluno in località Cordele, in via del Boscon,...

Vaccino anti covid. Settimana riservata alle seconde dosi

La Pfizer ha comunicato che, per il potenziamento della produzione di vaccini anti covid, lo stabilimento di Puurs in Belgio non riesce a consegnare...
Share