13.9 C
Belluno
sabato, Settembre 26, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Feltre, politiche a sostegno dell'occupazione.

Feltre, politiche a sostegno dell’occupazione.

Sabrina Bellumat, vicesindaco di Feltre
Sabrina Bellumat, vicesindaco di Feltre

Nell’ambito delle politiche di sostegno all’occupazione, l’Amministrazione Comunale di Feltre ha dato il via a 3 iniziative di promozione della persona e del lavoro, mirate rispettivamente a valorizzare giovani lavoratori disoccupati, a favorire il reinserimento al lavoro dei lavoratori “svantaggiati” disoccupati e a promuovere la riqualificazione professionale dei lavoratori in mobilità (LSU).

In particolare si segnala la messa a bando di una prima borsa lavoro (di 500 euro mensili) per tre mesi riservata a giovani disoccupati/inoccupati laureati di età inferiore a 30 anni, che vogliano sviluppare le conoscenze tecniche acquisite nel proprio curriculum di studi applicandosi in un percorso di tirocinio qualificante, pensato all’interno del progetto strategico “Concilia: in armonia famiglia lavoro”, avviato dall’Amministrazione in materia di analisi orari dei servizi, di apertura al pubblico e orari di lavoro; implementazione di procedure di gestione dei reclami e delle non conformità nei rapporti con i cittadini; analisi e gestione aspetti legati al T.U. 81/2008, in tema di sicurezza degli ambienti di lavoro, in particolare con riferimento ai temi dello stress da Lavoro correlato; revisione e implementazione Piano delle Azioni Positive.

“Si tratta di attività trasversali – spiega l’assessore  al Personale e vicesindaco Sabrina Bellumat – , che vedranno il tirocinante affiancato dal tutor “aziendale” impegnato nell’ottica della semplificazione e della trasparenza, a migliorare il sistema e il clima organizzativo, avvicinando l’amministrazione alle esigenze dei cittadini, utenti, associazioni di categoria ecc.”

Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro il 27/9/2013, secondo il modello reperibile nel sito www.comune.feltre.bl.it alla voce Bandi di concorso.

Inoltre, al fine di promuovere le funzioni e l’attività delle cooperative sociali, e grazie anche alle risorse stanziate dal Consorzio BIM Piave, è stata inoltre siglata una convenzione con la Cooperativa La Via che porterà un’occasione di lavoro per 3 lavoratori svantaggiati in difficoltà socio economica per 11 settimane, nell’ambito del Settore di gestione del territorio, in particolare in attività di raccolta rifiuti e manutenzioni.

Infine, l’impegno alla riqualificazione professionale dei lavoratori temporaneamente sospesi dal lavoro si inserisce all’interno del progetto attivato in collaborazione con la Provincia per “LSU- lavoratori socialmente utili”, che mira a favorire il reinserimento lavorativo attraverso nuove esperienze professionali nell’ambito di lavori di pubblica utilità.

“Si tratta di buone e necessarie prassi che si spera possano essere implementate, compatibilmente con le risorse a nostra disposizione – conclude il vicesindaco Sabrina Bellumat –  e con quelle che riusciremmo a reperire, in un sistema coordinato di relazioni e intese di rete per ottimizzare le soluzioni maturate in tempo di crisi per la promozione, la prevenzione e la valorizzazione del lavoro e delle occasioni di lavoro nel nostro territorio”.

 

L’assessore

Share
- Advertisment -



Popolari

Colori, sapori e profumi d’inverno a Villa Patt di Sedico

Anche il Gruppo micologico "Bresadola" di Belluno presente alla manifestazione "Colori, sapori e profumi d'autunno" a Villa Patt di Sedico. Nelle giornate di sabato dalle...

Divani Chesterfield sempre più acquistati anche online

Il divano è uno degli accessori più importanti dell’abitazione. Ecco perché quando si sceglie questo arredo occorre puntare su artigianalità e cura dei dettagli....

Elettrodotto. Vendramini: “Se il progetto iniziale verrà disatteso, siamo pronti a rivolgerci alla Procura”

Un report emerso dalla Provincia rimette in discussione il piano di "Razionalizzazione e sviluppo della RTN nella media valle del Piave".  E le amministrazioni...

Nevegal. Massaro: “Gli impianti potranno essere trasferiti al Comune solo se si troverà un gestore”

La società aggiudicataria, Paragon Business Advisors di Zola Predosa, ha presentato lo studio sul Nevegal che gli era stato commissionato dal Comune di Belluno,...
Share