13.9 C
Belluno
giovedì, Gennaio 28, 2021
Home Cronaca/Politica Iscrizione obbligatoria al Consip. "Burocrazia asfissiante"! Dario Bond presenta un'interpellanza alla giunta...

Iscrizione obbligatoria al Consip. “Burocrazia asfissiante”! Dario Bond presenta un’interpellanza alla giunta regionale

Dario Bond, consigliere regionale Pdl
Dario Bond, consigliere regionale Pdl

“Le aziende venete stanno subendo in silenzio l’ennesima ingiustizia burocratica. L’adesione al Consip per partecipare alle gare della Pubblica Amministrazione, obbligatoria dal 22 giugno scorso, è una giungla. Molte aziende stanno perdendo anche importanti occasioni di lavoro, fatto che in questo preciso momento storico è semplicemente intollerabile”.

A dirlo è il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale Dario Bond che in queste ore ha depositato un’interpellanza perchè la Giunta solleciti il Ministero dell’Economia e delle Finanze (il Mef) a rivedere e correggere le procedure elettroniche per l’iscrizione al Mepa, il mercato elettronico per la Pubblica Amministrazione.

“Dal 22 giugno scorso, sulla base del decreto sulla spending review di fine 2012, le imprese che vogliono lavorare per il settore pubblico devono iscriversi obbligatoriamente al Consip, ovvero la Concessionaria Servizi Informativi Pubblici, che altro non è se non una spa del Ministero dell’Economia e delle Finanze”, spiega Bond, “peccato che la procedura di iscrizione e i relativi oneri siano impressionanti, un vero e proprio schiaffo”.

“La procedura di iscrizione sta mettendo in difficoltà anche gli informatici più esperti. Oltre alle difficoltà tecniche ci sono poi quelle formali. Ogni impresa infatti deve iscriversi a una particolare categoria merceologica ma non sempre queste categorie corrispondono realmente a quanto offerto, in termini di prodotti e servizi, dalle singole aziende, per non parlare della obbligatorietà della firma digitale che costringe gli imprenditori a dotarsi di un lettore ottico”.

“Quel che è peggio è che tra il momento dell’iscrizione e la validazione può passare anche un mese. Questo significa che molte aziende – nell’attesa della certificazione – stanno perdendo la possibilità di accedere a bandi e gare”, sottolinea il capogruppo del Popolo della Libertà.

“Capisco l’esigenza del Governo di aumentare la trasparenza nelle gare d’appalto e la riduzione dei costi per la PA, ma non possiamo dimenticare l’esigenza di sburocratizzazione delle aziende”, rimarca Bond che nell’interpellanza chiede alla Giunta di confrontarsi con il Ministero per arrivare a una procedura più snella ed efficace.

“Chiedo a Zaia, che so essere molto sensibile ai temi della semplificazione, di farsene portavoce. Molte aziende stanno vivendo questo obbligo come l’ennesimo laccio burocratico difficile da sciogliere”, conclude Bond.

Share
- Advertisment -

Popolari

Elettrodotto. Padrin: «Bene per le soluzioni a Ponte, Soverzene e Andreane. L’obiettivo ora è risolvere tutte le criticità e non spostarle da una parte...

Si è tenuta questa mattina, in videoconferenza, la riunione del tavolo tecnico regionale con Terna spa convocata dall'assessore regionale all'energia Roberto Marcato, riguardante il...

Terna annuncia l’attraversamento interrato del Piave. Massaro: «Vinta una battaglia lunga nove anni. Non abbassiamo la guardia»

Terna annuncia l'attraversamento interrato del Piave dell'elettrodotto Polpet-Scorzé nel territorio del Comune di Belluno: la notizia è arrivata nel corso del tavolo tecnico promosso...

Il Museo dell’Auto Nicolis di Verona nel documentario sulla vita di Giacomo Puccini in onda nei Paesi Bassi

Villafranca di Verona, 27 Gennaio 2021 – Il Museo Nicolis è protagonista nel documentario “Chazia & Puccini” in onda in questi giorni nei Paesi...

Giorno della Memoria. De Carlo: “Fratelli d’Italia contro antisemitismo e ogni negazionismo”

“Fratelli d'Italia è contro l'antisemitismo e contro ogni negazionismo. Questa giornata deve farci ricordare tutte le vittime della Shoah e rendere il giusto onore...
Share