13.9 C
Belluno
domenica, Gennaio 17, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Feltre: l'emendamento anti-musei

Feltre: l’emendamento anti-musei

Alessandro Del Bianco
Alessandro Del Bianco

Il 20 luglio il gruppo Consiliare “Tutti con Ennio Trento” ha presentato un emendamento al punto sul bilancio in vista del Consiglio di lunedì 29, che prevede una riduzione del 28 % delle spese per la gestione ed apertura dei musei e del 25% delle spese di sorveglianza esterna (ovvero chi garantisce l’apertura dei musei stessi).

“In tutto si avrebbe un risparmio di soli 15.000 euro – spiega il consigliere comunale del Pd Alessandro Del Bianco – , cifra certo non esorbitante se inserita nell’ottica del bilancio del Comune, ma tuttavia fondamentale per la vita dei musei feltrini. Se questo emendamento venisse votato dal Consiglio, Feltre vedrebbe la chiusura dei propri musei per circa 3 mesi e mezzo l’anno. Oltre all’immagine non certo positiva che la città fornirebbe tenendo chiusi i propri musei, non è da sottovalutare l’impatto che questo presunto risparmio avrebbe sul respiro culturale della città. Viene naturale chiedersi come si possa parlare di “fare di Feltre una città turistica” o di “rilanciare il centro storico e la cittadella” se poi si propone – sostanzialmente – di chiudere i musei per diversi mesi all’anno.

Si spera, inoltre – prosegue Del Bianco – , che l’identità e la storia del nostro territorio valgano ben più di 15.000 euro! È infine necessario sottolineare che questa scellerata proposta viene in un momento in cui i musei cittadini, grazie alle iniziative portate avanti dall’amministrazione Perenzin, stanno vivendo un’annata particolarmente positiva. Sono i numeri che parlano: se da gennaio a giungo 2012 i biglietti staccati erano stati appena 1362, nello stesso periodo del 2013 sono stati 2143. Un aumento del 57% non può essere casuale e va messo in relazione con le nuove iniziative che hanno coinvolto il centro storico (si veda il mercatino dell’usato) e la rinnovata attenzione dedicata ai musei (creazione della nuova Carta dei Musei del Feltrino, votata nel penultimo Consiglio Comunale).

Cultura, identità, turismo e rilancio del centro storico sono temi che non possono prescindere dai nostri musei – conclude Del Bianco –  ridurre i già non ingenti finanziamenti a loro dedicati sarebbe un’operazione tanto deleteria quanto irresponsabile”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Petizione al sindaco di Belluno: no alla strada a scorrimento veloce vicino a scuole e case

"Oggi abbiamo consegnato al Sindaco della nostra città 552 firme di cittadini che chiedono all’Amministrazione Comunale di lasciar decadere una volta per tutte il...

Vertice Provincia-Enel. Padrin: «Abbiamo parlato di fasce di rispetto, presidi territoriali e investimenti futuri. Grazie al ministro D’Incà per aver fatto da tramite»

A seguito dell'incontro a Roma di metà dicembre, la Provincia di Belluno ha tenuto venerdì scorso in videoconferenza una riunione con i vertici di...

Calalzo di Cadore, piano di sviluppo per l’area di Lagole. De Carlo: “Reperire risorse per la gestione e un concorso di idee per sostenere...

Il Comune di Calalzo di Cadore punta ancora forte sull'area di Lagole: "Stiamo lavorando a un progetto che ne migliori la fruibilità e ci...

Video del Soccorso alpino e Cai: “Scegliete un’altra montagna, meno rischiosa ma non meno coinvolgente”

Milano, 16 gennaio 2020  "Scegliete un'altra montagna: meno rischiosa, ma non meno coinvolgente". Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico e il Club alpino italiano...
Share