13.9 C
Belluno
mercoledì, Gennaio 20, 2021
Home Riflettore Scuola pubblica. L'onorevole Federico D'Incà contro le classi pollaio: "Garantire a...

Scuola pubblica. L’onorevole Federico D’Incà contro le classi pollaio: “Garantire a tutti il diritto allo studio”

Federico D'Incà
Federico D’Incà

Gli ultimi dati sulla pubblica istruzione provengono dal report della Flc-Cgil “La demolizione della scuola pubblica: i numeri”. Elaborato sui dati Miur dell’aprile 2013, mette in evidenza come negli ultimi cinque anni, a fronte di un incremento di 90mila alunni, sono stati tagliati quasi altrettanti docenti e 43mila Ata. Tranne che alla scuola dell’infanzia, le cattedre sono state cancellate ovunque: 28mila nella primaria, 22mila alle medie e 31 alle superiori e con questo ridimensionamento sono scomparse quasi 2.000 scuole. E tutto ciò ha comportato la nascita di classi affollate che non possono provvedere in modo efficiente a tutte le necessità dei nostri studenti. Ma a fronte di questo panorama sconsolante giunge una novità positiva.

E’ il caso del lavoro svolto dal senatore siciliano Fabrizio Bocchino del MoVimento 5 Stelle, che si è occupato di tre tematiche cruciali che riguardano la scuola e la formazione: la maggiore flessibilità nella formazione delle classi scolastiche; la diminuzione degli alunni in presenza di un allievo in situazione di handicap e la maggiore attenzione verso la scuola nelle carceri in applicazione della sentenza n. 552 del 2011.

“Queste tematiche non possono essere ricondotte a nessuna bandiera politica perché rappresentano il futuro del nostro Paese” dichiara Federico D’Incà, parlamentare del MoVimento Cinque Stelle. “Sono questioni fondamentali per la crescita e la formazione umana dei nostri bambini e ragazzi. Le classi non possono superare il limite di sovraffollamento ed il diritto allo studio deve essere salvaguardato e garantito a tutti i nostri alunni.”.

D’Incà sostiene con orgoglio il lavoro del collega siciliano in quanto l’obiettivo di conseguire un’istruzione obbligatoria è basilare soprattutto per i ragazzi con problematiche che necessitano di particolari attenzioni, ed anche per i detenuti in quanto la scuola per loro rappresenta un passo importante verso la riabilitazione civile e la crescita culturale.

Share
- Advertisment -

Popolari

Rc auto: a Belluno prezzi in calo del 5%

  il nuovo anno si apre con una brutta notizia per quasi 57.000 automobilisti veneti; tanti sono gli automobilisti che, secondo l'analisi di Facile.it, avendo nel 2020...

Ulss Dolomiti. Rallentamento epidemico. Da sabato 23 gennaio via alla nuova organizzazione dei drive-in tamponi per l’area di Belluno

Il rallentamento epidemico registrato nelle ultime settimane comporta una minor richiesta di esecuzione tamponi che consente una rimodulazione di orario. Per quanto attiene la logistica,...

Premio Rodolfo Sonego, iscrizioni entro il 7 Febbraio 2021

Il Premio Rodolfo Sonego - il concorso per sceneggiature di cortometraggi creato da Lago Film Fest con la collaborazione di Scuola Holden (Torino) -...

Maltempo di inizio dicembre. Il Comune di Belluno segnala danni per 1,6 milioni

Ammonta a poco meno di 1,6 milioni di euro (per la precisione 1.583.800 euro) la conta dei danni segnalati dal Comune di Belluno alla...
Share