13.9 C
Belluno
giovedì, Gennaio 21, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Venerdì a Belluno il primo convegno provinciale sulla Sla

Venerdì a Belluno il primo convegno provinciale sulla Sla

slaVenerdì 31 maggio, nel pomeriggio, si terrà il primo convegno provinciale sul tema della Sla, nella sala del teatro Giovanni XXXIII , omonimo centro diocesano di Belluno, organizzato dalla Aisla Onlus Belluno.

Perché è stato scelto il titolo “Il Braccio della Vita” per il convegno?

“Perché, spesso – ha sottolineato Nicoletta Colle, referente dell’Associazione – , il malato di Sla è collocato in un percorso di sofferenza assai simile a quello che un condannato patisce nel braccio della morte. La prospettiva di alcuni malati, invece, esalta la vita e la speranza anche nelle condizioni più difficili, da qui Braccio della Vita. Persone legate alla vita come tutti che pensano che la malattia, seppur tremenda, possa rappresentare un’occasione per continuare a compiere una crescita di sé stessi a partire dalle prove che devono superare, sui sentimenti di gratitudine verso coloro che li assistono e per chi li ama. Con sentimenti di sdegno e rabbia verso l’indifferenza, la sciatteria, verso coloro che hanno una cattiva coscienza o non ne hanno affatto. Per riuscire a placare il turbinio della mente cosa c’è di meglio della fantasia?”

AISLA Onlus – Belluno nasce ufficialmente il 19 giugno 2012 su delibera del Consiglio Direttivo Nazionale, è una delle sedi di AISLA presenti sul territorio nazionale ed è costituita da circa 23 soci volontari attivi e da 15 soci sostenitori.

Come sede locale Aisla Belluno i nostri compiti e obbiettivi sono il promuovere e aiutare la ricerca, diffondere la conoscenza della malattia, diventare punto di riferimento per i malati di S.L.A. ed i loro familiari, residenti nella provincia di Belluno, raccogliendo i loro bisogni per sottoporli all’attenzione delle istituzioni, trovare percorsi di continuità assistenziali che permettano concretamente di migliorare la vita quotidiana del malato e della sua famiglia.

Abbiamo costituito due importanti collaborazioni con due associazioni locali che operano da molti anni nel nostro territorio e forniscono assistenza domiciliare ai malati terminali ed alle loro famiglie con specifica preparazione nella terapia del dolore e cure palliative, nella zona di Belluno e di Feltre (BL) e sono rispettivamente l’Associazione Cucchini (Zona Belluno) e l’Associazione Mano Amica (Zona Feltre).

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Belluno, record di cassa integrazione. Paglini (Cisl): “A un passo dal baratro, serve un piano territoriale per l’occupazione e il rilancio”

"Eravamo preoccupati prima di leggere i dati, ma i numeri sono numeri e non lasciano spazio a interpretazioni: Belluno è la provincia veneta che...

Recovery Fund e Piano di Ripresa. 210 miliardi della UE da spendere e rendicontare entro il 2026. L’Italia sarà in grado? Probabilmente no

Il 2020 anno nefasto causa pandemia. Risalire si può, con le risorse UE (Recovery Fund e Piano di Ripresa e Resilienza Next Generation EU),...

Arpav nuovamente commissariata. Gruppo Pd Veneto: la tutela ambientale non è una priorità per la Regione”

Venezia, 21 gennaio 2021 - "Siamo sbalorditi dall'ennesimo cambio al vertice di Arpav, con l'Agenzia commissariata ad appena un anno e quattro mesi dall'insediamento del...

Sei aule nuove con i moduli prefabbricati al liceo Galilei. Bogana: «Nuovi spazi per il ritorno della didattica in presenza»

Si sono conclusi ieri i lavori di installazione dei moduli prefabbricati a liceo scientifico Galilei. Da lunedì le strutture posizionate nel cortile della scuola...
Share