13.9 C
Belluno
venerdì, Gennaio 15, 2021
Home Cronaca/Politica Operazione trasparenza 5 Stelle. L'onorevole Federico D'Incà restituisce 8.712,16 euro in un...

Operazione trasparenza 5 Stelle. L’onorevole Federico D’Incà restituisce 8.712,16 euro in un mese e mezzo

Federico D'Incà
Federico D’Incà

“Sii il cambiamento che vuoi vedere nel Mondo” scriveva Gandhi. La trasparenza, la coerenza e la sobrietà prima di tutto”.

Esordisce così l’onorevole Federico D’Incà, del Movimento 5 Stelle, nel rendere pubblici i compensi percepiti in qualità di deputato, nonché la quota  restituita.

“Come sottoscritto e promesso in campagna elettorale – recita la nota – , il cittadino portavoce del Movimento 5 Stelle Federico D’Incà (Camera) presenta il primo resoconto su stipendi e diarie. 

In totale per il periodo 15 marzo-30 aprile 2013 Federico D’Incà restituirà tra risparmi allo Stato e donazioni al fondo di solidarità 8.712,16  euro

 

I RESOCONTI

INDENNITÀ PARLAMENTARE: RISPARMIO 2.753,63 EURO  – Nel suo primo mese e mezzo di mandato Federico D’Incà ha ricevuto una indennità da parlamentare totale di 7.688,63 euro. Di questa ha messo da parte per la restituzione 2.753,63 euro. Trattenendo per sé 4.935,00 euro (pari a 5.000 lordi mensili al netto dell’IRPEF e delle addizionali regionali e comunali). Inoltre la quota di 1.202,35 euro per il trattamento di fine mandato, a fine legislatura verrà restituita come impegno sottoscritto con gli elettori.

DIARIA, SPESE RELATIVE A RIMBORSO DELLE SPESE DI MANDATO, SPESE DI TRASPORTO E VIAGGIO, SPESE TELEFONICHE: RISPARMIO DA RESTITUIRE 4.756,18 euro

DETTAGLIO DIARIA SPESE RELATIVE – Degli 11.784,06 euro a disposizione per diaria e spese in questi primi mesi ha avuto le seguenti spese. Per alloggio, vitto e spese di trasporto locale tra il 15 marzo e 30 aprile 2.244,17 euro. Per acquisto di strumenti informatici quali computer, custodie, antivirus e licenze office per il mandato 1.216,73  euro (tutte spese autorizzate per esercizio di mandato). In trasporti e viaggi di lunga percorrenza 855,78. Spese telefoniche 140 euro (dal 10 maggio è stato stipulato un contratto telefonico con compagnia telefonica del valore di 53 euro mese). Altre spese per l’esercizio del mandato 771,2. Le spese di collaborazione parlamentare in questo primo mese e mezzo di mandato sono state di 1.800,00 euro. Il totale delle spese rendicontate sostenute è pari a 7.027,88 euro. La restituzione della parte della diaria per questo periodo di tempo sarà quindi pari a 4.756,18 euro.

TOTALE RISPARMIO: 8.712,16  euro – E’ questa in totale la somma delle quattro voci di risparmio e restituzione così composte: 2.753,63 da indennità parlamentare, 4.756,18 di restituzione diaria e spese su rimborsi e 1.202,35 euro di fondo trattamento fine rapporto che verrà restituito a fine mandato e non percepito.

Invitiamo tutti gli altri parlamentari bellunesi a fornire mensilmente i dettagli di ogni spesa – precisa la nota del Movimento di Beppe Grillo –  e mettere in campo gli  stessi risparmi attuati dai parlamentari del Movimento 5 Stelle.

 

TOTALE RISPARMI MOVIMENTO 5 STELLE IN PARLAMENTO

10 MILIONI ANNO  + 42 MLN DA  RIFIUTO RIMBORSI ELETTORALI PER QUESTA LEGISLATURA

42 milioni di euro di rimborsi elettorali rifiutati alle ultime elezioni politiche

5 milioni di euro l’anno derivanti dal dimezzamento dell’indennità parlamentare*

3,5 milioni di euro l’anno derivanti dalla rinuncia alle spese generali aggiuntive (telefoni, taxi etc)**

1,6 milioni di euro l’anno derivanti dalla rinuncia all’indennità di fine mandato***

175mila euro l’anno derivanti dalla rinuncia alle indennità di carica dei presidenti, dei vicepresidenti e dei questori****

+ quello che resta dalla rendicontazione della diaria/spese di ogni parlamentare.

 

TOTALE STIMA ESCLUSA RESTITUZIONI DIARIA DA RENDICONTAZIONE: 52,275 MLN EURO di cui 42 da rifiuto rimborsi.

*Quota restituzione media calcolata per 163 parlamentari per 12 mensilità.

**Quota media rinuncia indennità accessorie al netto spese per 163 parlamentari e 12 mensilità.

***Quota media calcolando quota mensile versata e dato che indennità è pari a 80% dell’indennità parlamentare.

****Vice presidente Camera e Questore Senato eletti rinunciano a indennità aggiuntiva mensile di carica di 3.112 euro. Questore inoltre rinuncia ad appartamento Questore. Entrambi rinunciano ad auto blu. Rinunciano ad indennità aggiuntiva di carica anche i 19 parlamentari M5S eletti vice presidenti di Commissioni eletti (555 euro mese) e 22 segretari (277 euro mese).

 

TOTALE RISPARMIO di 14 parlamentari M5S Veneto in 1 mese e mezzo (marzo-aprile): circa 140.000 euro (una parte di questi è del TFR che verrà restituito circa 14.000 euro accantonati in 1 mese e mezzo). Nel primo mese e mezzo hanno risparmiato e rinunciato a circa 125.000 euro che andranno in fondi di solidarietà e altri 14.000 di trattamento fine rapporto restituito a fine mandato.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Acc, D’Incà: “Passi in avanti nell’interlocuzione europea”

"In queste settimane il Governo ha lavorato con estrema attenzione per il futuro dell'Acc: è in corso una forte interlocuzione europea in seguito alla...

Droga. Denunciato un 25enne a Feltre

Feltre, 15 gennaio 2021 - Un 25enne di Feltre è stato denunciato in stato di libertà per detenzione di sostanze stupefacenti. Il provvedimento è...

Somministrazione di bevande al banco. Sanzionato il Mary’s Bar di Sedico

Sedico, 15 gennaio 2020 - Nel primo pomeriggio di ieri, nel corso delle operazioni di controllo in collaborazione con la polizia locale, i carabinieri...

Malga Misurina, quale futuro? Lettera aperta della Cia Agricoltori al sindaco

Ill.mo Sig. Sindaco dott.ssa. Tatiana Pais Becher, Le scriviamo la presente in merito alle modalità con cui sono stati gestiti i rapporti e la riassegnazione del...
Share