13.9 C
Belluno
giovedì, Agosto 11, 2022
Home Cronaca/Politica Zaia al passaggio del Giro d'Italia, ricordando le vittime del Vajont

Zaia al passaggio del Giro d’Italia, ricordando le vittime del Vajont

Zaia“In questa giornata di festa rappresentata dal passaggio dal Giro d’Italia, non possiamo dimenticare un evento che ha segnato i nostri territori e il nostro Paese come il disastro del Vajont. È una ferita ancora aperta che ha segnato in maniera indelebile le nostre comunità, ma che racchiude un grande insegnamento ancora oggi di fondamentale importanza: la necessità di rispettare il territorio”. Lo ha detto il presidente della Regione Luca Zaia, in occasione della cerimonia che si è svolta oggi nel Cimitero monumentale di Fortogna, a pochi chilometri da Longarone, durante la quale ha deposto dei fiori in memoria della tragedia del Vajont di cui ricorre il 50.mo anniversario.

Insieme a Zaia c’erano il sindaco di Longarone Roberto Padrin, che era accompagnato dai colleghi sindaci di Vajont, Castellavazzo, Erto e Casso e Caerano S. Marco, il direttore del Giro Mauro Vegni, il direttore di corsa Stefano Allocchio, la maglia rosa Vincenzo Nibali, oltre che il presidente dei commissari internazionali di giuria e rappresentanti dell’Associazione delle vittime del Vajont. Il presidente veneto ha deposto dei fiori anche su alcuni dei 1910 cippi collocati all’interno dell’area cimiteriale.

“Il Vajont – ha aggiunto Zaia – ha significato morti, tragedia, famiglie distrutte, case spazzate via, danni irreparabili e anche se sono passate due generazioni da quei tragici eventi ancora oggi la messa in sicurezza del territorio deve rappresentare una priorità. Per chi ha la responsabilità di amministratore la difesa dell’ambiente dev’essere un punto di riferimento da non dimenticare”.

“Il Vajont – ha concluso Zaia – è una lezione ancora attuale e il rispetto del territorio senza “se” e senza “ma” è un modo umile per rispettare la memoria di tutte quelle persone che hanno perso la vita in quel disastro che non vogliamo e non possiamo dimenticare”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Sabato torna il Premio Strega Mario Desiati ad Una Montagna di Libri a Cortina

Ogni anno, da nove anni, il vincitore del Premio Strega è sempre a Una Montagna di Libri, la festa internazionale della letteratura protagonista della...

Bene la sentenza del Tar sui vincoli Cadore Comelico. Vivaio Dolomiti: “Come mai nessuna parola su una linea di altissima tensione alta tre volte...

"Pur essendo fra i primi oppositori dei vincoli in Cadore e Comelico lasciamo a tutti bearsi per la sentenza del TAR, a noi interessano...

Quale futuro per Bim Belluno Infrastrutture, che cessa la gestione del gas. Interrogazione dell’opposizione

Belluno, 10 agosto 2022 - All'ultimo consiglio comunale di Belluno di due giorni fa, i consiglieri di minoranza Lucia Olivotto, Ilenia Bavasso, Marco Perale...

La fila al primo incontro del mercoledì con i cittadini del sindaco De Pellegrin

Belluno, 10 agosto 2022 - Otto cittadini e istanze varie, dalla richiesta di interventi sul territorio a dubbi di edilizia privata, alla domanda di...
Share