13.9 C
Belluno
martedì, Gennaio 26, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti In Cansiglio, tra cervi e cippi

In Cansiglio, tra cervi e cippi

cervoIl Comune di Tambre è lieto di presentare due importanti appuntamenti sul tema del Cansiglio, la meravigliosa foresta della Serenissima che oggi è spesso all’onore delle cronache non tanto e non solo per la sua bellezza e la sua storia millenaria, ma anche per alcune problematiche che la interessano e per la diatriba tra sviluppo e conservazione.

Proprio per dare ai cittadini e a tutti gli interessati un contributo serio alla riflessione e al dibattito, il Comune di Tambre (Assessorato alla Cultura e Assessorato all’Ambiente – in collaborazione con la Biblioteca Comunale) organizza due appuntamenti – focus sul Cansiglio.

Si parte sabato 18 maggio ore 17.00 con l’apertura della Mostra sul Cervo e il Cansiglio, un tema di vitale importanza su cui molto si discute e si polemizza ma spesso senza la necessaria conoscenza del problema, dei suoi contorni e numeri. Per questo su proposta di Veneto Agricoltura – che ha curato la parte scientifica della mostra – presso il Centro Sociale saranno esposti i pannelli divulgativi e informativi sul cervo e il suo legame con la Foresta, gli effetti della sua presenza, le conseguenze delle scelte e degli interventi umani in questo sistema complesso. La mostra rimarrà visitabile a Tambre fino alla fine di maggio, per poi passare in Cansiglio dove rimarrà per tutta l’estate. Intervengono all’incontro i funzionari esperti del tema di Veneto Agricoltura, Michele Bottazzo e Paola Berto.

Il secondo appuntamento ci parla invece della storia della Foresta del Cansiglio, una storia che intreccia i suoi rami con le acque della Laguna di Venezia. Il 25 maggio alle ore 16.00 sempre presso il Centro Sociale di Tambre sarà presentato il volume La Foresta scritta, uno studio che raccoglie i risultati di una ricerca – durato oltre un decennio – che ha riportato alla luce i cippi confinari della Serenissima istituiti nell’arco di 2 secoli, dal 1550 al 1795. I cippi, sepolti per secoli sotto la foresta, sono stati riscoperti e riportati alla luce con le loro incisioni che portano le iniziali dei Dogi che di volta in volta governarono sulla foresta cambiandone i confini e la geografia. Nell’incontro si parlerà del funzionamento dei cippi e della traduzione delle spesso intricate iscrizioni che li solcano.

Due appuntamenti quindi per conoscere meglio il Cansiglio sia nella sua veste di custode di una storia millenaria e ancora da scoprire, sia come luogo dove natura e uomo devono trovare nuove forme per rinnovare quotidianamente quel patto di coesistenza che dura da secoli.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Cortina festeggia i 65 anni dalle Olimpiadi invernali del ’56, e guarda al futuro

Cortina d'Ampezzo festeggia sessantacinque anni dalla cerimonia di apertura dei suoi primi Giochi Olimpici Invernali. E celebrando il passato, la Regina delle Dolomiti si...

Ulss Dolomiti. Rinnovati gli incarichi ai medici USCA fino al 31 dicembre 2021 e assegnati ulteriori due incarichi

Belluno, 25 gennaio 2021 - Oggi sono stati rinnovati gli incarichi ai medici operativi nelle tre USCA (Unità Speciali Continuità Assistenziali) di Belluno, Cadore...

Giorno della Memoria: il Comune di Feltre propone un incontro online mercoledì con il professor Gabrio Forti

“La disumanità della distanza in una lettura cinematografica dei processi di Norimberga”. E' questo il titolo dell'incontro online con il professor Gabrio Forti che...

Ponte nelle Alpi, consolidato il versante franoso della strada della Val Medone. Vendramini: ora è a prova di sicurezza

"Più sicura e più fruibile. L'Unione Montana Bellunese ha rimesso a nuovo la strada vicinale della Val Medone. Ovvero, dell'unica via di accesso alle...
Share