13.9 C
Belluno
venerdì, Agosto 12, 2022
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Torniamo a Trovarci in Piazza: appuntamento sabato 18 maggio ore 18,00 in...

Torniamo a Trovarci in Piazza: appuntamento sabato 18 maggio ore 18,00 in piazza dei Martiri

Il Listòn è stato per decenni il ritrovo dei bellunesi, un punto di aggregazione spontaneo e un “rito” che ha rappresentato l’unico modo per la gente di incontrarsi e stringere amicizie e nuove conoscenze; qui il giovane si incontrava con gli amici e faceva le prime avances alle signorine, le stesse signorine che camminando su e giù per la striscia del listòn (o sotto i portici) avevano modo di sfoggiare i nuovi vestiti e adocchiare i giovanotti organizzando stratagemmi per poterli poi incontrare.

TTP adesivo 10x10 okLe persone più mature avevano modo di incontrarsi per rinsaldare amicizie e scambiare opinioni: uomini che parlavano di sport e di politica, donne che parlavano di affari domestici e prole da accudire, mentre, le persone anziane, facendo quattro passi, avevano modo di commentare il cambiamento della società e ritrovare amicizie .

Avanti e indietro oppure creando dei capannelli in prossimità delle colonne dei portici o nelle vicinanze del caffè Manin o del Deon, su e giù lentamente salutando le persone che incontravi e che procedevano in senso contrario: questo molto semplicemente era “lo strusio” che permetteva a chiunque di darsi un appuntamento non combinato perché si diceva “tanto comunque ci si trova in piazza”!

Questa piacevole consuetudine si è interrotta bruscamente nei primi anni ’90 con l’allontanamento delle macchine dal centro e da allora il centro cittadino ha subito un cambiamento, sia sotto l’aspetto sociale ma anche commerciale, un degrado lento che nell’attualità ci restituisce una città vuota, un ex-salotto buono dove barboni e badanti sono, agli occhi di un turista, gli abitanti di Belluno; lo stesso turista che si chiede se questo è il centro e perché ci sono tanti negozi chiusi e attività dismesse.

Belluno così non è bella!

piazza martiriUna città senza un centro pulsante e vivo non è una città (il significato stesso di CIVITAS è insediamento urbano e insieme dei cittadini).

Per questo il gruppo spontaneo “T T P – Torniamo a Trovarci in Piazza” vuole provare a smuovere l’orgoglio bellunese cercando di riportare la gente su Listòn, facendo rivivere il cuore della città, per riprendere le buone abitudini di un tempo e riappropriarsi degli spazi della bellunesità!

Il gruppo ha intercettato questo bisogno forte di rivivere il centro e, usufruendo dell’opportunità rappresentata dai nuovi mezzi di comunicazione (Social) propone un rendez-vous sul Listòn il 18 maggio che è proprio un sabato come quando i bellunesi si riversavano in piazza per organizzare il weekend: niente di più e niente di meno.

L’idea è anche quella di realizzare quello che recentemente ha preso il nome di Flash-mob sottoforma di “foto collettiva” ovvero tutti fotografano tutti in modo poi da “taggare” le foto su Facebook o Twitter e restituire al mondo una immagine di Belluno come quella di una città pulsante e viva.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Eventi calamitosi del 2020: il Governo riconosce 1 milione di euro al Comune di Ponte nelle Alpi

Il Governo riconosce 1 milione di euro al Comune di Ponte nelle Alpi per gli eventi calamitosi del 29 agosto 2020. Quel giorno, una...

Interventi di soccorso in montagna

Belluno, 11 - 08 - 22 Verso le 15.20 l'elicottero di Dolomiti Emergency, alla centesima missione, è volato lungo il sentiero 215 che scende...

Carceri. Capece (Sindacato autonomo polizia penitenziaria) replica al capo delle carceri Renoldi: “L’iniziativa Ferragosto in carcere è sinonimo di ipocrisia istituzionale”

"Leggo con sgomento le dichiarazioni odierne del Capo del DAP dipartimento amministrazione penitenziaria Carlo Renoldi che dispone il Ferragosto in carcere per lui e...

Alberi monumentali. Anche il liriodendro di Buzzati nell’elenco delle piante del Comune di Belluno

“Dietro la vecchia casa di campagna, era già immenso e antico, quando io comparvi piccolo bambino”: così Dino Buzzati, nell’ultimo elzeviro da lui scritto...
Share