13.9 C
Belluno
mercoledì, Agosto 17, 2022
Home Cronaca/Politica Intesa Regione Veneto e Club alpino italiano per potenziare il turismo montano

Intesa Regione Veneto e Club alpino italiano per potenziare il turismo montano

marino finozzi emilio bertan Cai Thiene (Vicenza), 13 aprile 2013 Il Club Alpino Italiano del Veneto e la Regione hanno firmato oggi a Thiene un protocollo d’intesa che ratifica ed attiva una ancor più stretta collaborazione per il potenziamento e lo sviluppo del turismo montano. Il documento è stato sottoscritto dall’assessore regionale al turismo e allo sviluppo montano Marino Finozzi e dal presidente uscente del CAI veneto Emilio Bertan, al termine dell’assemblea dell’associazione regionale, svoltasi a Thiene, che ha eletto come nuovo presidente Francesco Carrer di San Donà di Piave.

Gli obiettivi dell’intesa riguardano la valorizzazione e il potenziamento del patrimonio naturale, paesaggistico e culturale del territorio montano regionale, anche con particolare riferimento all’area delle Dolomiti, riconosciute dall’Unesco patrimonio dell’umanità; la definizione di forme ecocompatibili di gestione e di sviluppo del turismo montano; la frequentazione della montagna nel rispetto di adeguate condizioni di sicurezza.

I contenuti del protocollo prevedono, in particolare, interventi di adeguamento e qualificazione dei rifugi alpini e dei bivacchi; la manutenzione dei sentieri alpini e il rinnovo della segnaletica, anche con riferimento a nuovi percorsi escursionistici; la divulgazione, la comunicazione e la promozione culturale coinvolgendo tra l’altro le scuole dell’obbligo eil turismo sociale; l’organizzazione e la promozione dell’offerta turistica costituita dal patrimonio ricettivo e sentieristico della montagna; la prevenzione e la sicurezza. Per queste finalità, il CAI veneto attiverà al proprio interno una segreteria operativa. Regione e CAI veneto si attiveranno per reperire le risorse economiche necessarie a realizzare le azioni indicate, che sono di comune e reciproco interesse.

“La collaborazione tra Regione e Club Alpino Italiano del Veneto – ha ricordato Finozzi – è attiva dalla fine del 1985, ma il documento firmato oggi ne rafforza e completa i contenuti in funzione dello sviluppo dell’economia turistica, settore capace di creare reddito e di garantire così la permanenza dell’uomo in zone tradizionalmente più difficili di quelle di pianura, dove la sua presenza è fattore essenziale di manutenzione e valorizzazione”. Il CAI veneto, attraverso le sue sezioni, assicura in particolare la manutenzione di 4 mila e 500 chilometri di sentieri alpini e la gestione di 43 rifugi alpini e 40 bivacchi, per un totale di circa 1.700 posti letto in luoghi assolutamente straordinari.

Tra i programmi più immediati della nuova collaborazione figura il Progetto di eccellenza turistica “Dolomiti patrimonio dell’umanità, che si articola in tre sottoprogetti: la banda larga nei rifugi alpini (la prima attivazione avverrà alla fine del prosimo mese di maggio) sia per motivi di sicurezza che di comunicazione; la realizzazione di “sentieri parlanti” fruibili con le moderne tecnologie (il primo, il circuito del Pelmo, dovrebbe essere pronto per la prima settimana di agosto); Montagna Amica e Sicura.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Gli interventi di soccorso in montagna di oggi

Quero - Vas (BL), 16 - 08 - 22 -  Impegnato lungo l'Alta Via degli Eroi dopo essere partito ieri da Porcen e aver...

Concerto a Palazzo Fulcis Venerdì 19 agosto, alle 20.45

Prosegue con entusiasmo la rassegna "REstate in Città", in programma a Belluno fino al 1° settembre, ricca di concerti e visite guidate, che stanno...

Rilevatori per il censimento a Belluno. Domande entro il 22 agosto

Riapertura dei termini per il reclutamento dei rilevatori per il censimento permanente popolazione e abitazioni 2022-2026. Domande entro le ore 12 del 22 agosto...

Bellunum cerca un tecnico. Domande entro il 26 agosto

Selezioni per un Istruttore tecnico addetto al coordinamento dei servizi di igiene ambientale per la Società Bellunum srl. Scadenza per la presentazione delle domanda,...
Share