13.9 C
Belluno
lunedì, Gennaio 25, 2021
Home Cronaca/Politica Ideal di Quero. Bond, Curto, Zanolla: "Richiesto un tavolo regionale con l'assessore...

Ideal di Quero. Bond, Curto, Zanolla: “Richiesto un tavolo regionale con l’assessore Donazzan. Bisogna scongiurare il peggio. Primo obiettivo evitare la mobilità”

Dario Bond
Dario Bond

“Dobbiamo scongiurare il peggio, ovvero l’immediata messa in mobilità di un terzo della manodopera. L’Ideal di Quero è una delle principali fabbriche del Basso Feltrino. Occorre tentare il tutto per tutto per limitare i danni. Per questo ho chiesto all’assessore regionale Elena Donazzan l’attivazione di un tavolo regionale perchè si cominci a parlare almeno di cassa integrazione”.

A dirlo è il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale Dario Bond che da giorni sta seguendo l’evolversi della situazione all’Ideal di Quero (Belluno), fabbrica speccializzata in componentistica per l’occhiale, presente sul territorio fin dalla fine degli anni Settanta.

La presa di posizione di Bond arriva dopo un confronto con gli amministratori comunali, a cominciare dal sindaco Sante Curto.

L’azienda – dopo non aver rinnovato una trentina di contratti interinali – ha annunciato l’intenzione di mettere in mobilità 50 lavoratori, un terzo esatto della manodopera totale.

La decisione è stata comunicata dal direttore dello stabilimento anche al sindaco Curto e all’assessore comunale Germano Mazzocco.

“L’azienda è determinata ad andare fino in fondo”, spiega il primo cittadino di Quero, “ma come amministratori locali non possiamo assolutamente mollare la presa. Dalle sorti dell’Ideal dipende il destino di molte nostre famiglie e quindi della tenuta economico-sociale della nostra comunità”.

L’obiettivo del tavolo regionale, chiesto da Bond con l’amministrazione comunale, è quello di arrivare almeno all’attivazione della cassa integrazione: “E’ il minimo sindacale: mettere subito in mobilità 50 lavoratori significa condannare decine di famiglie all’incertezza”, affermano Bond e Curto, convinti che l’assessore Donazzan saprà fare sintesi: “Sta dimostrando grandi capacità nel gestire questo genere di crisi come dimostra anche il caso Acc”, sottolinea Bond.

Dal canto suo, Curto annuncia che a stretto giro di posto contatterà tutti parlamentari bellunesi: “Voglio che questa partita sia giocata su tutti i livelli e che sia la più trasversale possibile. C’è bisogno del sostegno di tutti”.

Sul tema interviene anche il vicesindaco Bruno Zanolla, componente del Cda di Veneto Sviluppo: “Vorrei che si parlasse anche di rilancio e del grande know-how che questa fabbrica ha coltivato negli anni. L’Ideal è un’assoluta eccellenza conosciuta in tutto il mondo. Quello che chiediamo all’azienda è di aprire un confronto sereno nell’interesse dei lavoratori e del territorio”.

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Giorno della Memoria: il Comune di Feltre propone un incontro online mercoledì con il professor Gabrio Forti

“La disumanità della distanza in una lettura cinematografica dei processi di Norimberga”. E' questo il titolo dell'incontro online con il professor Gabrio Forti che...

Ponte nelle Alpi, consolidato il versante franoso della strada della Val Medone. Vendramini: ora è a prova di sicurezza

"Più sicura e più fruibile. L'Unione Montana Bellunese ha rimesso a nuovo la strada vicinale della Val Medone. Ovvero, dell'unica via di accesso alle...

Limana. Nuovi lavori di difesa idrogeologica per 200mila euro a Ceresera

Limana, 22 gennaio 2021 - Approvati a Limana nuovi interventi di difesa idraulica ed idrogeologica. Dopo aver terminato nei mesi scorsi lavori per oltre 120.000,00€...

Polizia ferroviaria, Progetto Train to be cool. Riprende la didattica a distanza con gli studentizia con gli

Con il nuovo anno, sono ripresi, da remoto, gli incontri del personale del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Veneto con gli studenti, nell’ambito del...
Share