13.9 C
Belluno
lunedì, Gennaio 25, 2021
Home Cronaca/Politica Adieu capitano Grillo

Adieu capitano Grillo

Beppe Grillo a Belluno
Beppe Grillo a Belluno

Che si sia persa una formidabile occasione di rinnovamento mi pare evidente. Beppe Grillo anziché portare a casa il risultato del suo formidabile 25% negoziando il successo con la coalizione di maggioranza guidata da Bersani, ha preferito tirare la corda finché si è spezzata, in omaggio ad un non meglio definito ideale di rinnovamento totale.

Era davvero impossibile concordate cinque o dieci punti di programma col centrosinistra eppoi attuare le riforme?

In politica, caro Grillo, si può essere puri, ma non purissimi. La politica è l’arte del compromesso, della mediazione. Non è una chiesa per idealisti. E del resto chi ha il 25% non può pretendere di imporre tutto. Né può fantasticare di raggiungere il 51% a suon di elezioni anticipate.

Grillo è un capitano di imbarcazioni civili da diporto salito su un incrociatore della marina militare all’indomani della dichiarazione di guerra. Alla prima presa di contatto è rimasto paralizzato. Ed il controllo della situazione è ritornato ai vecchi ammiragli.

Ciò che ora abbiamo ora davanti è uno scenario simile a quello già visto nell’ultimo anno. Al posto di Monti (anche lui pensava di poter navigare in alto mare alla pari degli altri comandanti di navi da guerra, ma è affondato), ci sarà un politico gradito ai due fronti e sostenuto dagli stessi.

Vince l’inciucio, vince la vecchia politica. Su rinunzia del Movimento 5 Stelle. O chi lo sa, per volontà o narcisismo del capo.

Diamo notizia ai naviganti che per il momento la rivoluzione dei grillini è sospesa.

Se ne parlerà alla prossima tornata elettorale, con buona pace del suo 25% di elettorato che per protesta o per convinzione gli ha dato il voto. Ed aveva qualche legittima aspettativa di un’Italia migliore.

Ma il timone della nave Italia ora è ancora nelle mani dei professionisti della politica. Affiancati dai vecchi marinai in uniforme, che per un attimo hanno temuto nel vedere l’armata Brancaleone dei grillini troppo vicina alla cabina del comandante.

Adieu capitano Grillo, leader delle piazze. Si allontana così il sogno di una politica nuova.

Roberto De Nart

Share
- Advertisment -

Popolari

Cortina festeggia i 65 anni dalle Olimpiadi invernali del ’56, e guarda al futuro

Cortina d'Ampezzo festeggia sessantacinque anni dalla cerimonia di apertura dei suoi primi Giochi Olimpici Invernali. E celebrando il passato, la Regina delle Dolomiti si...

Ulss Dolomiti. Rinnovati gli incarichi ai medici USCA fino al 31 dicembre 2021 e assegnati ulteriori due incarichi

Belluno, 25 gennaio 2021 - Oggi sono stati rinnovati gli incarichi ai medici operativi nelle tre USCA (Unità Speciali Continuità Assistenziali) di Belluno, Cadore...

Giorno della Memoria: il Comune di Feltre propone un incontro online mercoledì con il professor Gabrio Forti

“La disumanità della distanza in una lettura cinematografica dei processi di Norimberga”. E' questo il titolo dell'incontro online con il professor Gabrio Forti che...

Ponte nelle Alpi, consolidato il versante franoso della strada della Val Medone. Vendramini: ora è a prova di sicurezza

"Più sicura e più fruibile. L'Unione Montana Bellunese ha rimesso a nuovo la strada vicinale della Val Medone. Ovvero, dell'unica via di accesso alle...
Share