13.9 C
Belluno
sabato, Gennaio 16, 2021
Home Cronaca/Politica Preoccupazione per la Cartiera di Santa Giustina, Gruppo Reno De Medici. Piccoli:...

Preoccupazione per la Cartiera di Santa Giustina, Gruppo Reno De Medici. Piccoli: “Subito dopo le elezioni un tavolo per il manufatturiero con il nuovo governo”. Bond e Vigne: “Coinvolgere subito le comunità locali”

cartiera santa giustina reno de medici“Le notizie che arrivano dalla Cartiera di Santa Giustina non possono lasciarci indifferenti né come amministratori né come candidati alle politiche. Questo territorio non può assistere inerme allo smantellamento del suo cuore produttivo e occupazionale. Una delle prime mosse che dovrà essere attuata nella nuova legislatura sarà un tavolo del manifatturiero che metta in relazione i soggetti del territorio con il nuovo Governo e i nuovi rappresentanti bellunesi a Roma. In questo momento questa è la vera priorità in provincia di Belluno”.

Giovanni Piccoli presidente Consorzio Bim Piave
Giovanni Piccoli presidente Consorzio Bim Piave

A dirlo è Giovanni Piccoli, candidato al Senato nelle liste del Pdl. “Da sindaco tocco con mano ogni giorno il dramma di chi si vede cancellare le proprie certezze dall’oggi al domani, famiglie che si impoveriscono, aumento dei casi di disagio economico, sociale e psicologico. In provincia di Belluno la situazione è più critica che altrove vista la forte vocazione industriale del nostro territorio e l’altissima percentuale di occupati nel settore secondario”.

“La Valbelluna sta diventando il ventre molle della crisi provinciale: Acc di Mel, Ideal Standard di Trichiana e ora la Cartiera sono dei fronti aperti che devono essere costantemente monitorati ma soprattutto supportati con politiche specifiche”, prosegue Piccoli. “Parliamo di eccellenze assolute che hanno contribuito a rendere grandi i gruppi di riferimento. A tal proposito, vorrei che si parlasse di più della “responsabilità sociale” che soprattutto le grandi imprese dovrebbero avere nei confronti dei lavoratori che hanno permesso la loro affermazione sul mercato. Insomma, tutti devono fare la loro parte”.

“Come prima mossa, i futuri rappresentanti bellunesi dovranno farsi carico di questa problematica e coinvolgere il Ministero dello Sviluppo economico in un confronto operativo e concreto. Non possiamo permetterci di perdere altri posti di lavoro”, conclude Piccoli.

 

Dario Bond
Dario Bond

Ennio Vigne
Ennio Vigne

“Occorre coinvolgere da subito le comunità locali e la Regione. La Cartiera di Santa Giustina ha un ruolo chiave in Valbelluna e il territorio deve potersi esprimere”.

Ad affermarlo sono il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale Dario Bond e il sindaco di Santa Giustina Ennio Vigne in merito alla ristrutturazione della fabbrica simbolo del comune della Destra Piave.

“La situazione è delicata e deve essere spiegata nei dettagli: se da un lato infatti c’è l’annuncio di un importante investimento in nuove tecnologie, dall’altro c’è il rischio di perdere parte degli occupati, questione che non può lasciarci indifferenti soprattutto in un momento del genere per gli innegabili risvolti sociali”.

Il primo cittadino rivela di aver già contattato l’amministratore delegato dell’azienda e di aver ricevuto l’impegno di un suo arrivo nello stabilimento di Santa Giustina. “Quando nello scorso autunno mi sono giunte le prime voci relative a questa operazione ho scritto una lettera all’Amministratore delegato. In questa fase occorre fare chiarezza e capire i dettagli”.

In ogni caso, per Vigne, “il coinvolgimento dei comuni sarà imprescindibile”: “Ci troviamo di fronte a una delle più grandi aziende del territorio con lavoratori che provengono da ogni angolo della provincia. Anche per questo mi auguro che sia aperto un confronto con tutti i comuni interessati dalla Cartiera come successo anche per Ideal Standard e Acc. I lavoratori dell’impianto residenti a Santa Giustina sono circa il 40 per cento del totale”.

Dal canto suo, il consigliere Bond chiederà un’attenzione particolare alla giunta, in particolare all’assessore competente Elena Donazzan: “La Regione dovrà farsi carico di questo nuovo fronte, preservando il più possibile i posti di lavoro esistenti”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Acc, D’Incà: “Passi in avanti nell’interlocuzione europea”

"In queste settimane il Governo ha lavorato con estrema attenzione per il futuro dell'Acc: è in corso una forte interlocuzione europea in seguito alla...

Droga. Denunciato un 25enne a Feltre

Feltre, 15 gennaio 2021 - Un 25enne di Feltre è stato denunciato in stato di libertà per detenzione di sostanze stupefacenti. Il provvedimento è...

Somministrazione di bevande al banco. Sanzionato il Mary’s Bar di Sedico

Sedico, 15 gennaio 2020 - Nel primo pomeriggio di ieri, nel corso delle operazioni di controllo in collaborazione con la polizia locale, i carabinieri...

Malga Misurina, quale futuro? Lettera aperta della Cia Agricoltori al sindaco

Ill.mo Sig. Sindaco dott.ssa. Tatiana Pais Becher, Le scriviamo la presente in merito alle modalità con cui sono stati gestiti i rapporti e la riassegnazione del...
Share