13.9 C
Belluno
martedì, Gennaio 26, 2021
Home Lettere Opinioni La protesta di un militante della Lega: "Grillo porta in piazza Piloni...

La protesta di un militante della Lega: “Grillo porta in piazza Piloni 2.000 persone e la nostra Segreteria Provinciale fa 6 persone in una riunione in vista delle elezioni politiche”

Cari Militanti,

in questa campagna elettorale avremmo preferito continuare a lavorare pancia a terra tutti insieme fino alle elezioni, purtroppo ci tocca evidenziare che manca la squadra nella Lega Nord Provinciale.

E’ singolare vedere il nostro partito, la Lega Nord, che ha sempre fatto dell’unità la propria forza , organizzare incontri proponendo unicamente due candidati su cinque, ma quando mai?

In ogni manifesto e riunione vengono indicati e presentati unicamente Raffaela Bellot e Leonardo Colle, non sono mai stati indicati l’onorevole Gianvittore Vaccari, il Vicesegretario Provinciale Danilo Bortoluzzi e l’ex Presidente della Provincia di Belluno ed ex capogruppo in Regione Veneto Gianpaolo Bottacin.

Osserviamo increduli l’unità dei nostri alleati, il PdL, che abbiamo accusato  costantemente di divisioni, lotte intestine, atteggiamenti guerrafondai.

Si presentano uniti alla gente, proponendo tutti i loro candidati in ogni occasione, ci ancherebbe altro! Un momento di unità,almeno in campagna elettorale ci deve essere!

Nella Lega Nord di Belluno questo non succede e non è ammissibile. Ma quando mai si è vista una campagna elettorale condotta in questo modo? E’ un messaggio di divisione devastante quello che viene trasmesso ai nostri elettori.

Non condividiamo questo modo di comportarsi, non lo condividerà la gente, hai voglia poi a dire che si vince e si perde tutti insieme prima di iniziare la campagna elettorale.

Abbiamo dei candidati da nascondere alla gente?

Ci vergogniamo di loro?

Hanno fatto qualcosa per cui non sono più proponibili? E se sì, che cosa?

E perchè sono stati proposti come candidati autorevoli della Lega Nord allora?

Va bene proporre delle persone (le NOSTRE) agli elettori ed umiliarli (NOI) in questo modo?

Se la base evidenzia malessere e i giornali riportano l’assenza di Danilo Bortoluzzi e Gianpaolo Bottacin alla riunione in Alpago, il giorno stesso il nostro Segretario Provinciale Diego Vello risponde su internet/facebook evidenziando la presenza di caregari e falsi.

Di chi è la colpa se il giorno prima in Cadore vi erano 6 persone compresi i candidati ed il segretario alla riunione per le elezioni politiche? 6 persone?

Grillo porta in piazza Piloni 2.000 persone e la nostra Segreteria Provinciale fa 6 persone in una riunione in vista delle elezioni politiche? A chi si riferisce il nostro Segretario con il termine caregari?

Forse a Danilo Bortoluzzi? Non ci risulta che in vent’anni di militanza abbia occupato chissà quali e quante careghe per meritarsi tale definizione. Gianpaolo Bottacin? Se si fosse preoccupato della sua carega di certo non sarebbe caduto per mano del PdL bellunese e tanto meno avrebbe lasciato la Regione per andare a sfidare Reolon per la presidenza della Provincia.

Gianvittore Vaccari? Non possiamo che ringraziarlo per aver svolto per anni il prezioso lavoro di Segretario Provinciale della Lega Nord senza percepire neanche un rimborso spese a differenza dell’attuale Segretario Provinciale che, come da lui confermato sui giornali, percepisce rimborsi spese di circa 1.000 euro al mese (ma allora Gianvittore Vaccari ci ha rimesso di tasca sua tutti quei soldi?).

Falsi? Perchè?

Gianpaolo Bottacin dalle “primarie” della Lega Nord di Belluno è risultato essere il più gradito, al massimo a pari merito insieme a Raffaela, eppure tra i bellunesi occupa l’ultimo posto alla Camera: evidentemente chi ha stabilito le candidature ha voluto fornire una falsa rappresentazione della volontà leghista dopo che lui stesso aveva introdotto questa metodologia, non si capisce neanche il perchè visto che nessuno l’aveva richiesta.

Falsi Danilo Bortoluzzi e Gianvittore Vaccari? Lasciamo perdere…

A noi sovviene il ricordo delle parole di Luca Zaia, quando trovandosi in difficoltà nell’affrontare delle problematiche da Ministro, trovò il conforto di Umberto Bossi che gli ricordò che la Lega non lascia mai da soli i propri uomini nei momenti di difficoltà.

Che modo di fare è questo?

E’ caduta la Provincia di Belluno, alle elezioni comunali di Belluno la Lega Nord ha ottenuto ZERO CONSIGLIERI, a Feltre UN CONSIGLIERE, attendiamo fiduciosi il risultato delle prossime POLTICHE temendo purtroppo in sconfitte analoghe, gli effetti sono le conseguenze delle cause.

Bossi ha detto che se Maroni non vince in Lombardia nel suo ruolo di Segretario Federale andrà a casa, ci sembra un principio che se valido per la Lombardia debba valere anche sul nostro territorio, non crediamo che il territorio bellunese sia meno importante del territorio lombardo.

Viceversa temiamo che alcuni comportamenti allontaneranno la gente dalla Lega Nord, come se nesono allontanati molti nel bellunese, lo dimostrano i risultati elettorali.

Caregari?

No stanchi di confrontarsi con il nulla. Chiudiamo citando le dichiarazioni del Segretario Provinciale nell’odierno articolo del Gazzettino:

“Vorrei sapere se in altre occasioni, per altri partiti, i giornali creano polemiche analoghe. C’era la necessità di trovare u articolo che aprisse il giornale e così è andata…. La stampa ha cavalcato una polemica assurda”

Per altri partititi la stampa si è comportata diversamente? Certamente visto che hanno programmato le riunioni presentando tutti i candidati, ma ovviamente attira l’attenzione dei giornali un partito che candida 5 persone e ne presenta 2. La stampa ha cavalcato una polemica assurda? Dopo che per stessa ammissione nel Segretario si è limitata a riportare solo cose vere?

Danilo Bortoluzzi, il Vicesegretario provinciale della Lega Nord decide, come altri, di disertare la riunione per le elezioni politiche nella sua sezione e la stampa non dovrebbe riportare questi fatti?

Il giorno prima in Cadore c’erano 6 persone presenti alla riunione, lo conferma il Segretario Provinciale, il Vicesegretario Federale Caner costretto a disertare la riunione per evitare figuracce e di mischiarsi con questa situazione, e queste sarebbero “polemiche assurde, inesistenti”?

Cari militanti a voi la parola e i fatti, evitate però le polemiche assurde ed inesistenti, ovvero di dire la vostra, la tessera dovrebbe garantire almeno la libertà di parola.

E’ una questione di manico, aveva ragione Bossi.

Sicuramente è diventato inesistente il concetto di democrazia in questa Lega Nord bellunese, motivo per il quale ci dobbiamo “nascondere” dietro questo pseudonimo onde evitare ulteriori espulsioni dal movimento per aver espresso in modo civile ed urbano le nostre ragioni.

Leganordbltrasparente

Share
- Advertisment -

Popolari

Quella volta che l’Aci voleva far pagare il passaggio di proprietà per demolire l’auto di un defunto

C'è una storia di ordinaria e folle burocrazia che merita d'essere ricordata. E' successa i primi mesi del 1992 e riguarda l'Automobile Club d'Italia,...

Sanità. Bigon: la Regione riconosca la specificità di Belluno con una politica di incentivi per garantire anestesisti e rianimatori negli ospedali

Venezia, 26 gennaio 2021 - "La Regione deve garantire i Lea su tutto il territorio, riconoscendo con i fatti la specificità della provincia di Belluno....

Feltre. Associazioni di volontariato e protezione civile: domanda di contributi entro il 25 febbraio 

Il Comune di Feltre ha emesso l'avviso pubblico per la presentazione delle domande di contributo da parte delle Associazioni di Volontariato operanti nel settore...

Cortina festeggia i 65 anni dalle Olimpiadi invernali del ’56, e guarda al futuro

Cortina d'Ampezzo festeggia sessantacinque anni dalla cerimonia di apertura dei suoi primi Giochi Olimpici Invernali. E celebrando il passato, la Regina delle Dolomiti si...
Share