13.9 C
Belluno
venerdì, Gennaio 15, 2021
Home Pausa Caffè Il team di Cortina 2019 a scuola di Mondiali a Schladming

Il team di Cortina 2019 a scuola di Mondiali a Schladming

CORTINA/SCHLADMING – “Non sarà più Cortina ad importare professionisti per organizzare i grandi eventi sportivi, ma saranno i giovani ampezzani a diventare professionisti qualificati e trovare lavoro a casa”. É questa, per il Sindaco di Cortina Andrea Franceschi, una delle facce della candidatura del 2019 ed è il motivo per cui “i nostri ragazzi del team operativo Cortina 2019 si trovano oggi a Schladming: a scuola di Mondiale”.

Lo staff di Cortina 2019, infatti, è arrivato nella località austriaca per confrontarsi con le controparti organizzative proprio nei giorni in cui si sta disputando il Mondiale di Sci 2013. Presenti anche gli organizzatori della Coppa del Mondo della Val Gardena e i prossimi organizzatori dei Mondiali di Vail e di St Moritz. Partiti sotto una forte nevicata, i membri nel team cortinese sono stati accolti dal responsabile degli study group “che” racconta il direttore di Cortina 2019 Martin Schnitzer “ci ha fatto vedere le principali aree, dall’arrivo alle tante zone catering, dalla sala stampa alla pista dove si disputano le gare. Abbiamo avuto la possibilità di vedere il super G e l’atmosfera che si respirava era davvero entusiasmante”. Oltre al direttore, per il team Cortina 2019 sono saliti il suo vice Michele di Gallo, gli Sport e Operations managers Adolfo e Nicola Menardi, Giorgio Gaspari per le risorse umane, Alessandro Broccolo per il Marketing, Andrea Calissano e Paolo Andreola del gruppo Marketing e Davide Viel per il gruppo Sport. “Essere presenti a questi eventi” riprende Schnitzer “aiuta i ragazzi del team operativo a capire quale sia la portata di un Mondiale e come funzioni l’organizzazione che lo rende possibile. Il confrontarsi con tanti tecnici e addetti di diversi Paesi, poi, apre la mente e svela nuove idee e metodi innovativi per portare a casa il risultato. Soprattutto” conclude Schnitzer “ci aiuta a capire quali sono i nostri punti di forza e di debolezza mettendo in risalto, alla prova dei fatti, cosa conti davvero nell’organizzazione del Mondiale”.

“La risposta” riprende il Sindaco e presidente del Comitato promotore Cortina 2019 “é la collaborazione spalla a spalla tra gli organizzatori e la cittadinanza. Una collaborazione che vogliamo assolutamente si veda anche a Cortina e per questo continueremo a coinvolgere le diverse categorie, produttive e non, del nostro paese. Giovani, albergatori, ristoratori, artigiani e commercianti: tutti hanno da guadagnare con la vittoria della nostra candidatura e tutti possono dare il loro contributo affinché il Mondiale del 2019 a Cortina sia un successo e un successo di tutta la nostra Comunità”.

 

 

 

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Acc, D’Incà: “Passi in avanti nell’interlocuzione europea”

"In queste settimane il Governo ha lavorato con estrema attenzione per il futuro dell'Acc: è in corso una forte interlocuzione europea in seguito alla...

Droga. Denunciato un 25enne a Feltre

Feltre, 15 gennaio 2021 - Un 25enne di Feltre è stato denunciato in stato di libertà per detenzione di sostanze stupefacenti. Il provvedimento è...

Somministrazione di bevande al banco. Sanzionato il Mary’s Bar di Sedico

Sedico, 15 gennaio 2020 - Nel primo pomeriggio di ieri, nel corso delle operazioni di controllo in collaborazione con la polizia locale, i carabinieri...

Malga Misurina, quale futuro? Lettera aperta della Cia Agricoltori al sindaco

Ill.mo Sig. Sindaco dott.ssa. Tatiana Pais Becher, Le scriviamo la presente in merito alle modalità con cui sono stati gestiti i rapporti e la riassegnazione del...
Share