13.9 C
Belluno
sabato, Gennaio 23, 2021
Home Cronaca/Politica Lorenzo Dellai è un amico del Bellunese! * di Silvano...

Lorenzo Dellai è un amico del Bellunese! * di Silvano Martini

Silvano Martini
Silvano Martini

Che tristezza vedere Sergio Reolon, l’uomo che si ritiene il detentore della sola “verità ” , arrampicarsi sugli specchi per screditare il lavoro e l’impegno di Lorenzo Dellai, vero amico della Montagna Bellunese.

Lorenzo Dellai che ho accompagnato, insieme ad Andrea Bona, in un tour provinciale che é cominciato con una visita privata a Sua Eccellenza Mons. Andrich, Vescovo di Belluno Feltre, per toccare poi, insieme al capoluogo, anche Agordo e Feltre, luoghi dove giovani donne e giovani uomini si sono organizzati in comitati referendari che servono, l’abbiamo detto un milione di volte per segnalare una situazione insostenibile per la montagna Bellunese a cui la politica deve porre rimedio.

Se nel programma Di “Scelta Civica” con Monti per l’Italia, le nostre proposte, il grido di dolore della montagna bellunese, troveranno posto e la nostra voce giungerà a Roma questo é anche merito di Lorenzo Dellai.

Sergio Reolon si scaglia da mesi contro i cittadini bellunese che si impegnano sul territorio e per il territorio e definisce schizofrenico il comportamento dei referendari. Strana cosa per chi milita in un partito che si definisce “popolare” non rispettare le opinioni ed il lavoro di cittadini che liberamente hanno scelto questa forma di impegno politico.

Noi autonomisti referendari non pensiamo di far parte di una casta di aristocratici onniscienti ma abbiamo occhi per vedere, orecchi per sentire e gambe per percorrere il territorio, come abbiamo fatto ieri, ascoltando sobri amministratori delle nostre valli descrivere con dignità un quadro locale che non lascia molti margini alla speranza.

Ebbene noi crediamo di aver portato un po’ di speranza nel territorio e crediamo che, insieme, Bellunese e Trentini, ma anche gli altri popoli alpini, potremo dar corpo al progetto politico che Dellai é venuto a delineare: “le comunità autonome” del Trentino, Del Bellunese, della Valtellina…

Dire che Lorenzo Dellai ha venduto l’anima ha Monti per un piatto di lenticchie come lascia intendere Sergio Reolon, é una baggianata a cui non crede nemmeno lui che la dice ma è solo un maldestro tentativo di “far politica” alla vecchia maniera, la sua, gettando discredito sul l’avversario soprattutto quando tocca prendere atto che si tratta di uomo dalle grandissime capacità.

É uno strano modo di comportarsi che non ti fa onore Sergio: lascia perdere!

Per Lorenzo Dellai le porte della politica nazionale erano spalancate anche nel PD caro Sergio, e tu lo sai bene. Se Dellai ha scelto di essere tra i fondatori della lista “scelta civica” con Monti per l’Italia, significa semplicemente che, in quel luogo politico, egli sente che ci sarà spazio maggiore per lavorare attorno alla questione alpina che egli, ha differenza di quello che vuol far intendere Reolon, ha ben presente.

Anche io, che sono autonomista della prima ora, e credo che chi lavora, come me, all’autonomia da trent’anni possa dirlo con tranquillità, ho scelto di candidarmi con “Scelta Civica” con Monti per l’Italia, perché credo che lavorare con Lorenzo Dellai sarà il modo migliore per tutelare l’interesse della “Comunità Autonoma” che costruiremo e che sostituirà, nel nuovo impianto legislativo costituzionale, l’attuale Provincia ordinaria.

Dimostreremo così che la “Provincia” , divisione amministrativa di un entità centralista e distante come lo Stato, va sostituita con un ente nuovo e dotato dei pieni poteri che rappresenti, anche nel nome, la ” Comunità ” che noi vogliamo essere: forte, unità, aperta!

Caro Sergio Reolon, le idee non ci mancano e non ci manca la voglia di lavorare, l’entusiasmo dei molti giovani che desiderano impegnarsi. Sappiamo bene che il lavoro da fare è molto e che le difficoltà non mancheranno ma questo ci stimola a fare di più e meglio e lo faremo.

Quello che stiamo facendo, lo facciamo per unire sempre più e sempre meglio una comunità che é, a sua volta, composta di tante diverse comunità, ciascuna con la sua storia.

Noi crediamo che il comune denominatore, il collante che ci tiene assieme sia il valore universale della nostra missione: l’Autonomia del nostro territorio.

Da quando con il BARD ho intrapreso il percorso verso l’Autonomia del Bellunese ho visto ingrossare giorno per giorno le fila del movimento e moltissime sono le persone che ci incoraggiano ad andare avanti. A tutti diciamo: venite a dare mano, venite a portare le vostre idee, venite a portare la vostra visione del Mondo e saremo migliori tanto più saremo numerosi.

Questo invito lo giro anche a te caro Sergio, perché è inutile trincerarsi dietro alla propria visione della politica, innamorarsi delle proprie idee senza essere disposti mai a discuterle mettendole a confronto con le idee degli altri.

L’Interesse del territorio bellunese è uno solo ed è necessario perciò non disperdere le forze e soprattutto è urgente mandare avanti insieme, nel minor tempo possibile, il progetto di autogoverno delle nostre comunità.

Andiamo insieme a combattere la buona battaglia!

 

Silvano Martini

Vicepresidente BARD

Candidato “Scelta Civica” con Monti per l’Italia

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Incarcerato pluripregiudicato residente a Santa Giustina

Nel tardo pomeriggio di ieri il carabinieri di Santa Giustina hanno arrestato Minute Bruno, pluripregiudicato, nato il Bulgaria il 25.12.1992 e residente a Santa...

Ora di religione. Ecco cosa sta succedendo nella scuola pubblica

Tre mesi fa Tar del Lazio, con sentenza n. 10273/2020 ha accolto il ricorso dell'UAAR  (Unione degli atei e degli agnostici razionalisti) ed ha...

Firmato l’accordo tra il Comune di Feltre e la Cooperativa Feltreghiaccio

E' stato sottoscritto ieri l'accordo transattivo tra il Comune di Feltre e la Cooperativa Feltreghiaccio che pone la parola “fine” alla vertenza in ordine...

Mondiali di sci a Cortina, una vetrina da 500 milioni di telespettatori. Berton: “Presentiamo al mondo le nostre eccellenze”

Belluno 23 gennaio 2021 - "Il 7 febbraio si avvicina e tutte le nostre migliori energie dovranno confluire su Cortina. I Mondiali 2021 sono...
Share