13.9 C
Belluno
giovedì, Gennaio 21, 2021
Home Cronaca/Politica Un grazie alla De Girolamo da Paolo Bampo

Un grazie alla De Girolamo da Paolo Bampo

Paolo Bampo
Paolo Bampo

Chiedo ospitalità per un ringraziamento ufficiale e sentito ad una persona che in questi giorni di dilagante corruzione, malcostume e delinquenza ha ricordato all’Italia intera quanto noi veneti si possa sentirci orgogliosi di appartenere ad una terra di lavoratori. Poco importa se il riferimento trascurasse gli aspetti storici (la Serenissima) o culturali (l’antichissima Università di Padova), quelli sociali (primi nel mondo del volontariato), quelli ecologici (primi nel rispetto dell’ambiente e della raccolta differenziata), dello sport, della produzione, dell’economia, dell’arte, eccetera e riguardasse, invece, esclusivamente, il mondo del lavoro nell’agricoltura (che purtroppo ci vede sì eccellere, ma non più primeggiare), l’importante è infatti che noi si debba essere riconoscenti a tal Nunzia De Girolamo per aver ricordato a tutti la natura operaia delle nostre genti.

Permalosi e poco riflessivi, pertanto, tutti quei veneti che si sono strappati le vesti all’accusa di “Veneti contadini” espressa dalla “famosa” candidata napoletana del PDL, nominata da Berlusconi forse perché è una brava danzatrice o semplicemente grazie alla propria bellezza muliebre, che la rende pertanto perfettamente idonea ad un prossimo governo di nani e ballerine.

Il contadino è una professione nobile e indispensabile. Il contadino per secoli ha tenuto in piedi l’economia. Il contadino sarà una delle professioni che il mondo riscoprirà e su cui baserà parte della “new o green economy”, per cui ancora grazie Nunzia!

Mi dispiace assai che la signorina napoletana di cui sopra, in quanto conscia della verità, non abbia potuto definire i veneti come popolo di camorristi, taroccari, borseggiatori, falsi invalidi, assistiti cronici, accumulatori di immondizia per le strade, o altre cose per cui certe popolazioni provenienti da altre terre sono invece tristemente note o temute in Italia e nel mondo. Auguro alla gentile candidata delle prossime elezioni, che ha sottolineato perciò quanto i veneti siano diversi da esempi poco edificanti di altre realtà regionali, di poter affermare altrettanto dei propri conterranei.

 

Paolo Bampo

 

Belluno , 3 febbraio 2013

Share
- Advertisment -

Popolari

Arpav nuovamente commissariata. Gruppo Pd Veneto: la tutela ambientale non è una priorità per la Regione”

Venezia, 21 gennaio 2021 - "Siamo sbalorditi dall'ennesimo cambio al vertice di Arpav, con l'Agenzia commissariata ad appena un anno e quattro mesi dall'insediamento del...

Sei aule nuove con i moduli prefabbricati al liceo Galilei. Bogana: «Nuovi spazi per il ritorno della didattica in presenza»

Si sono conclusi ieri i lavori di installazione dei moduli prefabbricati a liceo scientifico Galilei. Da lunedì le strutture posizionate nel cortile della scuola...

Nasce un sistema associato dei servizi sociali per 46 Comuni del Cadore, Agordino e Valbelluna. Domani la presentazione pubblica

Belluno, 21 gennaio 2021 - Costruire un sistema associato di servizi sociali di lungo periodo, ridurre la frammentazione per dare ai cittadini servizi più...

Il Comune di Feltre rinnova la convenzione con l’Auser per il servizio “Nonni vigili”

Feltre, 21 gennaio 2021 - Rinnovo in vista per il servizio di “Nonni vigili”. La giunta comunale ha infatti dato il via libera, nella sua...
Share